Martin Scorsese e la sua passione per John Ford

locandina sentieri selvaggiMartin Scorsese in questi ultimi anni ha dato più volte dimostrazione della sua passione per la storia del cinema. Basti pensare alla sua ultima pellicola, Hugo Cabret, omaggio alla fantasia di Méliès. Ora, torna a parlare per esaltare il lavoro del padre del genere western: John Ford. Il film in questione è Sentieri Selvaggi, datato 1956 e che a detta del regista di Shutter Island è una delle perle del cinema americano. Da sempre attento alla salvaguardia della memoria storica del cinema, Scorsese prende spunto dal libro di Glenn Frankel, incentrato proprio sul capolavoro fordiano per elogiarne le doti, che secondo lui, consacrano il film a vero e proprio capolavoro. (m.s.)