Mi-Cine: Cine italiano de Milan

Partita la 2^ edizione di MI-CINE – Cine Italiano de Milan: 49 opere selezionate tra lungometraggi, documentari e cortometraggi, per questa mostra cinematografica sul cinema che si fa e si produce a Milano e in Lombardia in cui a lavori di autori già affermati si affiancheranno a quelli degli emergenti, per documentare lo straordinario momento creativo intergenerazionale che sta attraversando l’intero settore audiovisivo nel nostro territorio. Una più ampia ed articolata selezione di opere, ma anche nuovi partner e nuovi luoghi, a conferma del successo della passata edizione e della buona accoglienza riservata nel 2008 dalle istituzioni e dal pubblico argentini. Quest’anno infatti, oltre alla prestigiosa sede del Centro Culturale Recoleta, baricentro dell’attività culturale e artistica della città e del paese, si aggiungono due nuovi spazi di proiezione: il Museo Malba – poliedrica fondazione, sede di numerose attività culturali – e la Sala Lugones del Teatro San Martin, una delle strutture del Polo Teatrale della città di Buenos Aires. Ad arricchire il programma la retrospettiva dedicata all’opera di Silvio Soldini che in questa occasione riceverà la cittadinanza onoraria della città di Buenos Aires. (f.m.)

 

 

 

 

MI – CINE: CINE ITALIANO DE MILAN

MI – CINE: CINE ITALIANO DE MILAN
“Un ponte di pellicole tra Milano e Buenos Aires
 
 
CENTRO CULTURAL RECOLETA
BUENOS AIRES, 4 – 10 AGOSTO 2008
 
 
La  I^ edizione di MI–Cine si terrà a Buenos Aires, dal 4 al 10 agosto 2008, nella suggestiva e prestigiosa sede del Centro Culturale Recoleta, da sempre fulcro dell’attività culturale e artistica della città e dell’Argentina stessa. Una mostra cinematografica sul cinema che si fa e si produce a Milano e in Lombardia, che affianca le opere dei maestri e degli autori già affermati a quelle degli emergenti, per documentare uno straordinario momento creativo duraturo e intergenerazionale.
 
Sempre in equilibrio tra autorialità ed industria, tra fedeltà d’ispirazione al territorio e slancio internazionale, il cinema lombardo è strettamente connesso al tessuto produttivo e industriale in cui è nato e da cui continua ad attingere linfa e spunti, incarnandone spesso le crisi e le contraddizioni. Nonostante molteplici difficoltà, produttive e distributive, il cinema milanese continua a dimostrare una vitalità unica nel panorama della cinematografia italiana e le sue opere ed i suoi autori sono sempre più apprezzati e premiati nei maggiori festival italiani e internazionali.
 
MI–CINE attraverso i vari generi – lungometraggi, documentari e cortometraggi – vuole essere una vetrina sia delle poetiche sia delle differenti modalità produttive indie e d’autore, troppo spesso scambiate e identificate come produzioni a basso costo o self made cinema.
 
Saranno infatti presentati al pubblico argentino il maestro Ermanno Olmi di Cento Chiodi, Silvio Soldini di Giorni e nuvole e Gabriele Salvatores di Io non ho paura, per spostarsi poi al cinema indipendente di Fame Chimica di Bocola e Vari, Onde di Francesco Fei, Venti di Marco Pozzi.
Vero protagonista sarà il cinema milanese di domani, come ad esempio Tagliare le parti in grigio di Vittorio Rifranti, vincitore del Pardo Opera Prima al Festival di Locarno dello scorso anno; Questo è il giardino di Giovanni Maderna, vincitore del Premio Opera Prima Luigi De Laurentiis alla Mostra del Cinema di Venezia 1999, Il Dono di Michelangelo Frammartino, vincitore del Prix Grand Prix ad Annecy 2003; Fuori Vena di Tekla Taidelli, in concorso a Locarno 2005 – Cineasti del Presente e vincitore del Festival del Cinema di Sulmona 2006 e molte altre opere.
 
MI–CINE non è solo una rassegna: questo evento inaugurerà una serie di iniziative destinate all’interscambio culturale tra Italia e Argentina, specialmente tra le città di Milano e Buenos Aires.
Sono infatti previste tavole rotonde ed incontri  tra produttori e distributori italiani e argentini.
 
MI–CINE nasce grazie alla volontà dell’associazione culturale Creactive.res, da sempre attiva nel campo della ricerca e della produzione artistica – in particolare teatrale –  e impegnata ad esplorare nuovi territori artistici, dialogando con altre forme d’arte. Creactive.res è nata in Bovisa e come la Bovisa è in crescita, è urbana, è moderna, sempre aperta a creare nuovi ponti e nuove collaborazioni tra la città di Milano e le altre realtà metropolitane italiane e internazionali.
L’ideazione e la programmazione della mostra cinematografica è stata curata da Elisabetta Riva, attrice e presidente di Creactive.res e da Barbara Nava, regista e producer milanese, che si sono avvalse in fase di selezione della consulenza del Settore Cultura della Provincia di Milano, del Milano Film Festival  e de Lo Scrittoio e soprattutto delle segnalazioni dei registi e produttori milanesi.
 
Un ringraziamento va ai partner e gli sponsor che hanno creduto nella manifestazione: Maurizio Villa e Arnet de Telecom.
 
Grazie infine alle istituzioni: alla Presidenza e all’Assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Regione Lombardia; all’Assessore alla Cultura, Culture e Integrazioni della Provincia di Milano;  all’Assessore allo Sport e Tempo Libero del Comune di Milano; all’Ambasciata d’Italia e all’Istituto di Cultura Italiana – Buenos Aires; alla Camera di Commercio di Milano; all’Instituto Nacional di Cine y Artes Audiovisuale; alla Lombardia Film Commission.
 
Ufficio Stampa –  Milano
Lo Scrittoio S.a.s.
Via Sardegna, 34 – 20146 Milano – Tel. 02.4983111
Isabella Rhode:  irhode@scrittoio.net  –  mob. +39 339.8549445