Michael Fassbender ‘dirige’ il sogno di Jobs per Danny Boyle

“I musicisti suonano gli strumenti, io dirigo l’orchestra”

è la risposta di Steve Jobs/Michael Fassbender alle ‘perplessità’ esposte da Steve Wozniak (Seth Rogen):

”Non sei un ingegnere. Non sei un designer. Non puoi sfidare un esercito con una formica. Ho costruito io la scheda madre. L’interfaccia grafica è rubata! E allora perché sento dire dieci volte al giorno che Steve Jobs è un genio? Com’è possibile? Come fai?”.

Il montaggio del trailer ufficiale a seguire ci riconduce nella dimensione artistica tipica di un teatro in cui si esibisce un’orchestra. La traccia sonora cuce l’azione che prende il via dalle dita dell’ ex-iCEO Apple, matite che disegnano l’imput/la per la sua orchestra di tecnici. Il trailer che è stato pubblicato sul canale ufficiale Youtube della Universal Picture, segue il first look rilasciato agli inizi di giugno. Un riassunto complessivo del film che è l’ennesimo tentativo dietro la mdp di approcciarsi alla figura dell’inventore o meglio, se possibile, fare chiarezza su alcuni punti rimasti oscuri nella precedente trasposizione cinematografica.

 

Dopo il fallimentare Jobs di Joshua Michael Ster, uscito nel 2013 e interpretato da Ashton Kutcher ci riprova Danny Boyle basandosi sulla scrittura di Aaron Sorkin già sceneggiatore di David Fincher per The Social Network e per Michael Fassbender è Steve Jobs per Danny Boylel’epico Moneyball – L’arte di vincere –  che a sua volta trae ispirazione dal manuale di riferimento (la biografia ufficiale autorizzata di Steve Jobs) di Walter Isaacson, pubblicato negli Usa nel 2011 e subito bestseller mondiale, edito in Italia da Mondadori. Il progetto può contare inoltre su un budget nettamente superiore ai precedenti grazie alle disponibilità messe in campo dalla Sony Pictures che ha acquisito i diritti della biografia di Isaacson e che conta su Boyle nonostante la prima proposta fosse stata indirizzata a David Fincher (che rifiuta in seguito al rigetto della sua richiesta di 10 milioni di dollari in up front).

Come ogni partitura musicale che si rispetti anche la trama del film mette in scena tre ‘atti’ relativi al lancio sui mercati internazionali di tre prodotti icona targati Apple: Mac, NeXT e iMac. Ma il trailer ufficiale si snoda dallo schema ed esalta tutto quello che in un’esecuzione perfetta non si deve e non si può mostrare, l’imperfezione della nascita delle cose, il retroscena del lavoro e della lotta di uno che dentro uno sviluppo orchestrale si fa insieme e dell’insieme che deve ‘suonare’ all’unisono per conquistare la platea.

 

E allora non bastano le perplessità iniziali di un furto a delineare il dietro le quinte si aggiungono le direttive senza via d’uscite e venate d’ironia rivolte al team, i colpi ‘inferti’ dalla non relazione con la prima figlia, l’allontanamento dalla compagnia di Cupertino, tutto dentro un canovaccio d’immagini e suono frenetico e ansiogeno. Accanto a Michael Fassbender troviamo Kate Winslet, Seth Rogen e Jeff Daniels. Questo è il cast ufficiale anche se nel novembre scorso si era fatto il nome di Christian Bale nei panni di Jobs, che decide di non accettare il ruolo propostogli dopo il rifiuto di Leonardo DiCaprio.

Se l’uscita nelle sale italiane non è stata ancora decisa, quella statunitense è stata fissata per il 9 ottobre 2015

 

Il trailer ufficiale

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"