MILANO PER MORAVIA

MILANO PER MORAVIA


Un omaggio nel centenario della nascita


 


 


 


Nella ricorrenza del centenario della nascita di Alberto Moravia, intellettuale poliedrico che ha segnato la cultura italiana del Novecento come scrittore e giornalista, critico cinematografico, uomo di teatro, infaticabile viaggiatore e testimone acuto e folgorante del suo tempo, il Comune di Milano promuove un calendario di iniziative per ricordare la figura e l'opera di una delle più ricche e sfaccettate personalità della cultura italiana.


 


 


 


Le iniziative in programma:


 


§   Intitolazione di un giardino alla memoria di Alberto Moravia


 


§   Rassegna cinematografica


"Milano per Alberto Moravia: a cent'anni dalla nascita" presso il Cinema Gnomo di via Lanzone 30/a di Milano dal 26 giugno al 1° luglio


Al Cinema Gnomo si proietteranno i film tratti dai romanzi e racconti di Moravia, le pellicole di cui è stato soggettista o sceneggiatore nonché una serie di ritratti che ne restituiscono la figura umana e professionale.


 


§   Presentazione in anteprima nazionale del film documentario Moravia 99 + 1 di Gianni Barcelloni e Alain Elkan


Apollo SpazioCinema il 9 luglio alle ore 21.00


All'anteprima saranno presenti i due autori e Dacia Maraini, Presidente Associazione Fondo Alberto Moravia


 


§   Mostra fotografica


La mia Africa con Alberto Moravia


Museo di Storia Contemporanea di via Sant'Andrea 6


27 luglio al 9 settembre


Mostra fotografica programmata dalle Raccolte storiche a cura di Roberto Cappellini.


Nell'ambito della Mostra sarà possibile visionare filmati, documentari e interviste realizzate con Alberto Moravia che saranno forniti dalle Teche Rai.


 


 


 La mia Africa con Alberto Moravia


Mostra fotografica a cura di Roberto Cappellini


                                                                                        


Periodo:                         27 luglio – 9 settembre


                                      da martedì alla domenica: 9.30-13.00, 14.00-17.30


                                      giorno di chiusura: lunedì


Location:                       Museo di Storia Contemporanea


via Sant'Andrea 6


Milano


Per informazioni:         Tel. 02 76006245 / 02 76006964


                                      museicentro.info@comune.milano.it


Biglietti:                       Ingresso libero


 


In occasione del centenario della nascita di Alberto Moravia le Raccolte Storiche hanno programmato al Museo di Storia Contemporanea una mostra fotografica dal titolo "La mia Africa con Alberto Moravia" curata da Lorenzo Capellini, il fotografo che ha accompagnato lo scrittore e Dacia Maraini  nel  viaggio intrapreso nel 1979.


Entrambi conoscevano bene il continente africano. Moravia aveva viaggiato  a partire dal 1963 come inviato del Corriere della Sera, Capellini invece un po' più tardi, ma in tutti e due lo stesso desiderio di scoprire l'Africa post coloniale, le speranze e le aspettative di un continente "senza storia", fuori del tempo, sospeso tra preistoria e futuro.  


Questo comune amore per l'Africa fu alla base dell'amicizia che legò a lungo Alberto Moravia e Lorenzo Capellini.


Moravia infatti fu ospite per alcuni anni a Venezia di Capellini e da  lì furono programmati i viaggi  in Africa per il Corriere della Sera che sono il tema di questa mostra. Dalle suggestive foto di Capellini emerge un'immagine del continente africano molto diverso da come ci appare oggi..


Nelle piste africane i due inviati incontrarono i grandi animali del Continente Nero, la natura ancora incontaminata, i villaggi sperduti, i grandi fiumi, le città, la convivenza tra le varie tribù, percorsero le coste dell'East Africa affacciate sull'Oceano Indiano e visitarono  l'antico villaggio di origine araba Lamu.


Si recarono nella regione dei  grandi laghi tra cui il Lago Rodolfo, il cosiddetto Mare di Giada per le dimensioni e il colore dell'acqua. In una baia del lago incontrarono la tribù degli El Molo e poterono assistere  alla caccia al coccodrillo, ancora fatta  con le lance, e alle danze rituali dopo la cattura dell'animale.


A Nairobi incontrarono nella sua casa lo scrittore Ngugi Wa Tongo, un esponente della letteratura postcoloniale keniota molto conosciuto allora per il libro Petals of Blood, Petali di sangue.


La mostra è composta da un centinaio di foto di grande formato (70×100 e 50×70) a colori e in bianco e nero. A commento delle foto ci saranno testi di Alberto Moravia tratti dagli articoli pubblicati sul Corriere della Sera nel 1979.


Durante il periodo di apertura dell'esposizione saranno proiettati nella sala conferenze del Museo di Storia Contemporanea i 18 film tratti dalle sua opere, il cortometraggio del 1950 da lui diretto, la documentazione raccolta da Teche Rai nell'occasione del centenario.