Moviement Village e MioCinema: la #fase2 del cinema in Italia

Con le sale chiuse per l’emergenza Covid-19 si sono spenti oltre quattromila schermi, con la sospensione dal lavoro di oltre seimila addetti diretti: “solo in termini di box office, si sono persi fino ad ora circa centoventi milioni di euro di incassi“ ricorda all’ANSA Luigi Lonigro, il presidente dei distributori dell’Anica. Per quanto sia necessaria la riapertura delle sale il prima possibile, bisogna stare attenti al come riaprirle. A causa del distanziamento sociale vi sarebbe una riduzione significativa del numero di biglietti, con una disponibilità di posto pari solo al 25%, cosa che renderebbe la riapertura insostenibile – questo seguendo il distanziamento ‘droplet’ ad personam attuato in Italia per cinque giorni prima della chiusura decisiva; facendo invece distanziamento di gruppo, ovvero permettendo alle famiglie di sedersi vicine, ci potrebbe essere un incremento.

Nel mentre, grazie a Moviement Village, il cinema su grande schermo torna all’aperto, in un progetto nazionale che punta a rimettere in rete tutte le arene già esistenti e attive (circa 100), riattivare quelle che che non facevano programmazione (circa 80) e ripristinare strutture multifunzionali come i cinevillage. Probabilmente in attivo a partire dal primo luglio – aspettando i tempi dei protocolli sanitari – non è un’idea atta a sostituire la sala, che rimane la priorità principale, ma funge solo come soluzione temporanea in attesa delle riaperture, soprattutto in Italia, dal momento che in gran parte d’Europa ripartono a luglio.

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

“Speriamo di poter riaprire anche i cinema, come in gran parte d’Europa, entro l’estate” spiega Luigi Lonigro. La selezione di film che verranno proiettati comprende i titoli usciti prima del lockdown, molti film usciti negli ultimi mesi direttamente sulle piattaforme da Trolls World Tour a Tornare – opere ancora inedite sul grande schermo – e quelle che verranno candidate ai prossimi David di Donatello (8 maggio), alla presenza anche degli autori e talent. Saranno esclusivi della sala i nuovi blockbuster più attesi, come Tenet di Christopher Nolan o Mulan nella sua versione live action. “Per ricominciare avremo bisogno di una proposta molto molto forte, anche di cinema italiano. E vogliamo che il pubblico venga tutelato in ogni modo” aggiunge Lonigro.

Ecco che nasce anche MioCinema, piattaforma intesa “come un’estensione digitale della sala”, mettendo in relazione il pubblico appassionato al cinema d’autore, la sala cinematografica e l’universo digitale. Dal 18 Maggio sarà online quella che si presenta come uno strumento dinamico che, rispetto alla visione in sala, offre film in streaming, promozioni, contenuti originali, servizi, informazioni, masterclass, anteprime esclusive e altro. Lucky Red, Circuito Cinema e MyMovies creano un servizio TVOD collegato alle sale: si parte con la première de I Miserabili di Ladj Ly per proseguire con quindici film che hanno vinto la palma d’Oro negli scorsi anni. Il servizio è aperto a tutti i distributori ed esercenti che vorranno aderire e nessun utente dovrà sottoscrivere alcun abbonamento, ma potrà acquistare direttamente la visione del singolo film. L’obiettivo è lavorare insieme alle sale ad un sistema integrato di offerta e comunicazione che ribadisca il ruolo centrale del cinema come punto di riferimento sociale e culturale sul territorio.

--------------------------------------------------------------------
I NUOVI CORSI ONLINE LIVE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------