MOVIEWEB – Alla scoperta del cinema queer

queerframe.tvLo scorso 20 settembre è partita ufficialmente l’avventura di Queerframe, web TV dedicata alla scoperta e alla diffusione di film ‘nascosti’ a tematica omosessuale. Il sito nasce dalla società di distribuzione Atlantide Entertainment e dalla sua “particolare attenzione alla presenza del cinema queer nel nostro territorio”, come si legge nella note introduttive al progetto. Un padrino d’eccezione, Bruce LaBruce, l’artista canadese autore del discusso L.A. Zombie, presentato in concorso all’ultimo Festival di Locarno, una grafica accattivante, dominata dal colore viola, e un’inaugurazione col botto, con la visione gratuita di un film di assoluto richiamo, Mala noche, prima prova di Gus Van Sant, 16 mm in bianco e nero datato 1985. In poche settimane il catalogo di Queerframe si è arricchito con una decina di opere di autori più o meno conosciuti, tutti in lingua originale con sottotitoli. Da Oublier Cheyenne di Valérie Minetto, La Léon di Santiago Otheguy e Domaine di Patric Chiha, fino ad arrivare a Masahista (Il massaggiatore), l’esordio alla regia di Brillante Mendoza. Ma è già stata annunciato, per la fine di ottobre, l’arrivo in listino di altri titoli, tra cui L’épine dans le coeur, l’ultimo bellissimo film di Michel Gondry, documentario ‘familiare’ visto a Cannes nel 2009.
Come funziona? E’ molto semplice: ogni passaggio è spiegato sin nei minimi dettagli. Occorre innanzitutto effettuare la registrazione gratuita e, dopo l’attivazione tramite mail, entrare nell’area riservata. Qui è possibile scegliere tra la visione in streaming, con un costo che va 0,99 a 3,99 euro (in alcuni casi è gratis), e il download, da 3,99 a 6,99 euro. Se si sceglie lo streaming, ovviamente non si ha bisogno di nessun altro programma e si può vedere il film direttamente dal sito. Se si opta per il download, si scarica un file ZIP, da cui estrarre il film in formato AVI, leggibile da ogni tipo di video player. E’ prevista anche la possibilità di acquistare i DVD. Solo tre i titoli disponibili per ora: Donne-moi la main (2008) del francese Pascal-Alex Vincent, El cuarto de Leo (2009) dell’uruguaiano Enrique Buchichio e di El niño pez (2009) dell’argentina Lucia Puenzo, ma l’offerta è destinata ad ampliarsi. Per ogni film, il sito presenta una scheda tecnica particolareggiata, una sinossi, un breve profilo dell’autore e il trailer in streaming. Nell’aria news si rende conto delle novità, delle ultime offerte, degli eventi a tematica GLBT organizzati anche con il sostegno di Queerframe. Ma è possibile anche leggere un’intervista a Pascal-Alex Vincent. E’ il primo nucleo di un’attività redazionale e organizzativa destinata ad accompagnare l’offerta commerciale del sito. Come spiega Cosimo Santoro nel suo editoriale, "presto troverete nuovi contributi che arricchiranno il portale, come interviste ai registi o interventi di personalità legate al mondo del cinema". Ma si pensa anche ad anteprime online in concomitanza con i festival, a nuove collaborazioni con librerie e negozi che permettano di allargare i punti vendita (peraltro già presenti a Torino e Milano). E, com’è naturale, a un’area interamente riservata agli utenti, in cui inserire recensioni, commenti, discussioni. Il cammino è lungo, ma l’inizio è promettente.