MOVIEWEB – Il cinema invisibile viaggia in rete

Alla scoperta del cinema invisibile. E’ la missione di Ticho Film, sito che persegue un progetto di diffusione on line di film inediti in Italia, opere condannate a rimanere al di fuori dei normali canali di distribuzione. Il metodo è piuttosto semplice. Gli utenti, dopo essersi registrati al sito e aver acquistato crediti tramite il sistema Paypal, possono scegliere uno dei film in catalogo e goderselo in streaming nell’arco di quarantotto ore. Un credito equivale a dieci centesimi e ogni film costa un determinato numero di crediti, per un prezzo variabile tra 1 euro e 3, 50 euro. Il progetto Ticho Film nasce dalla collaborazione tra Davide Oberto e Ricke Merighi, che per anni hanno curato le selezioni del Torino GLBT Film Festival (insieme a Cosimo Santoro), fino al recente e discusso rimpasto voluto dalla direzione. In ogni caso, a dare una scorsa ai titoli del catalogo sono evidenti le passioni degli ideatori, che infatti tengono a precisare: “Per motivi legati al nostro lavoro e alle nostre esperienze abbiamo un occhio di riguardo per i documentari, per il cinema queer e per il cinema indipendente dell'area mediterranea e del medioriente in particolare”. Per quanto riguarda la struttura del sito, l’home page, essenziale ma estremamente funzionale, offre in sequenza i trailer dei film disponibili. Da qui è possibile accedere alle varie aree, ai link e contatti, alle procedure di registrazione e login e al catalogo, suddiviso in categorie ‘chiave’: documentario, italia, lavoro, lungometraggio, medioriente, movimenti, novità, omaggi del mese, queer, video arte. Scorrendo i titoli, ad esempio, è possibile trovare alcuni film di Corso Salani (Cono sur, Corrispondenze private, Gli occhi stanchi) e Paul Vecchiali (Bareback), accanto a diversi medio e lungometraggi israeliani e palestinesi. Per ogni film sono disponibili le informazioni base: regia, interpreti, produzione, fotografia, montaggio, i principali festival a cui ha partecipato, una breve sinossi, una galleria fotografica. Poi, se si vogliono leggere anche le recensioni si viene rimandati direttamente al sito Cinema invisibile, che rappresenta, in un certo senso, la ‘punta’ critica e informativa del portale Ticho Film. Qui è possibile avere un quadro sulle ultime novità in distribuzione, oltre che leggere saggi, approfondimenti, interviste, comunicati stampa. Insomma, la seconda anima di un progetto, che cerca di coniugare le esigenze commerciali con l’analisi e la passione per il cinema.