MOVIEWEB – Planetnext, l'informazione senza barriere

Un'immagine può battere mille parole. Una foto o una breve clip, magari ripresa con il telefonino e rilancia sul web, possono scatenare la miccia di una rivoluzione. Così il giornalismo deve rincorrere i 'new media'  sul proprio campo per rispondere ai passi da gigante  delal storia. "Information for change" è l'obiettivo di una nuova piattaforma multimediale da poco sbarcata sul web, Planetnext. Nel 'dna' la libertà e l'indipendenza necessarie per testimoniare e raccontare.   Motore di questa nuova esperienza digitale è un’associazione di giornalisti, ricercatori, artisti e accademici, impegnati nel campo dell’informazione. Muovendosi fuori dai vecchi  schemi del sistema classico dei media, Planetnext, come spiegano i curatori "Vuole essere un riferimento libero da vincoli politici o commerciali e refrattario a ogni sensazionalismo". Con queste credenziali il sito si propone di superare anche lo schematismo sciovinistico di molti concorrenti, blog o siti 'all news' spuntati come funghi nel vorticoso flusso della rete, proponendo l'inglese come lingua principale. Ecco quindi che l'homepage è sicuramente più vicina ai format britannici che italiani. Anche le singole sezioni sono contrassegnate dai termini inglesi ormai di uso comune entrate nell'alfabeto degli internauti. Inchieste, approfondimenti e analisi geopolitche, sono il pane quotidiano dei collaboratori di Planetnext. Le sezioni video e fotoreportage arricchiscono i contenuti editoriali più classici con interviste audio-video, ben fatte e davvero interessanti, e focus dedicati ai maggiori eventi dell'attualità. Imagini, sguardi e suoni del mondo che scalpita fuori dalla rete. Guerre e rivolte che cambiano il mosaico dei confini e mette 'ko' analisi e strategie governative. Ma non mancano anche approfondimenti sue questione più vicine a noi, come la politica, l'economia o i problemi sociali di casa nostra. Vediamo così il lavoro di Chris Harmon 'Oil' o la recente manifestazione dedicata al precariato a Roma, 'Il nostro tempo è adesso, la vita non aspetta' o il bellissmo 'November' in Myanmar.  Non mancano nella parte destra della homepage le news internazionali aggiornate. Planetnext è una finestra sempre aperta su mondo. Grande attenzione al mondo dell'informazione vissuta nei paesi con gravi deficit di libertà d'espressione. Voci censurate, coraggiosi dissidenti o scomodi protagonisti, trovano in questa piattaforma uno spazio d'ascolto e un punto di riferimento per chi vuole tenersi aggiornato sugli scenari 'caldi' del pianeta. Nella 'mission' del sito anche quella di formare sul campo nuove leve di giornalisti e operatori dell'informazione. Giovani preparati alle nuove sfide della comunicazione globale. Senza barriere, ovviamente.

Un commento