Musica, ribellione, morte e rinascita: 1969/2009

EASY RIDER (di Dennis Hopper, 1969)
Giovedì 22 ottobre 2009 – Inizio proiezione ore 21,30 –
ingresso 2 euro con tessera

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
Prosegue il "Worldmusicfilmfestival" con un dovuto
omaggio alla colonna sonora di una generazione , attraverso
un film simbolo che mette in mostra luci e ombre,  libertà
e bigottismo di un America in piena contestazione giovanile.
Proiettato per la prima volta il 14 luglio 1969 al cinema
Beeckman di New York vinse la palma come migliore opera
prima al festival di Cannes; Robert Fonda ottenne la
nomination agli Oscar per la sceneggiatura, e il giovane
Jack Nicholson la nomination come miglior attore non
protagonista. Film a basso costo, ha il primato di aver
speso molto di più per i diritti delle musiche che
compongono la colonna sonora che per la realizzazione stessa
del film. All'inizio furono ingaggiati i mitici Crosby
Still & Nash che vennero cacciati quando si presentarono
negli studios in limousine. Schneider e il montatore Donn
Cambern scelsero invece alcune canzoni di successo (Bob
Dylan, Jimi Hendrix, Steppen Wolf, e altri) e Roger McGuinn
dei Byrds scrisse la Ballata di Easy Rider.  "Easy
rider" vuole essere l'occasione per ripercorrere un
avventura attraverso l'America ma anche attraverso noi
stessi, accompagnati da compositori eccellenti della storia
del Rock.

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

>>Next
Giovedì 29 ottobre 2009 – Inizio proiezione ore 21,30 –
ingresso 2 euro con tessera
From Mali to Mississippi

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Prossimo appuntamento con Martin Scorsese e il suo "From
Mali to Mississippi", uno dei sette film che compongono
l'opera dedicata al blues e fortemente voluta dallo stesso
Martin. Un viaggio che parte dal Mississippi e giunge fino
al Mali, alla ricerca delle radici di una musica che non è
solo di genere, ma rappresenta un importante pezzo di
cultura popolare americana e mondiale. Lungo il suo poetico
viaggio Scorsese incontra personaggi fondamentali quali
Corey Harris, Taj Majal, Othar Turner, Pat Thomas, Sam Carr,
Dick Waterman, Ali Farka Tourè, Habib Koitè, Salif
Keita, Toumani Diabaté. Né manca il ricordo di chi – da
Hooker a Johnson – ha codificato il blues rendendolo la
musica che ancor oggi ascoltiamo. Chi a questo punto temesse
di assistere a una sorta di riassunto per immagini si
rassicuri: l'intento del regista italo – americano è
tutt'altro: quello di dimostrare che la musica è pur
sempre la forma più immediata di trasmissione culturale,
che le culture possono essere sradicate dalla loro terra
d'origine ma non possono perdersi, inendo per approdare a
una forma di commovente ecumenismo, che non riguarda solo i
neri divisi tra Africa e America. Tra rare immagini di
repertorio e momenti di vera e propria
"comunione"(l'incontro tra Ali Farka Toure e il narratore
Corey Harris) un piccolo capolavoro, tutt'altro che per soli
appassionati. Colonna sonora (ovviamente) da urlo.

>>Next
Mercoledì 11 novembre 2009 – Inizio proiezione ore 21,00 –
ingresso 2 euro con tessera
No direction home – Bob Dylan
È uno dei musicisti più autorevoli, ispirati e
innovatori di tutti i tempi. Martin Scorsese ci racconta la
straordinaria storia del viaggio di Bob Dylan dalle origini
in Minnesota, ai suoi primi tempi nelle coffee house di
Greenwich Village, fino alla tumultuosa ascesa al successo
nel 1966. Joan Baez, Allen Ginsberg e molti altri
condividono pensieri e sentimenti che nutrono verso il
giovane cantante che avrebbe cambiato la scena musicale per
sempre. Con riprese mai viste prima, alternando i suoi occhi
blu, a volte ermetici a volte espansivi, a interviste
esclusive e rare performance concertistiche, questo è il
più grande ritratto di un instancabile viaggiatore che
sembra avere nel suo sguardo come orizzonte un punto
lontanissimo.

Il ciclo riprenderà a dicembre in date ancora da
definirsi.
 INIZIO PROIEZIONI ORE 21.30 CIRCA

INGRESSO CON TESSERA ASSOCIATIVA 2 EURO

SEDE   ASSOCIAZIONE CULTURALE LA SCHEGGIA
VIA DOLOMITI 11, 20127 MILANO
PER INFO
HTTP://www.lascheggia.org