Napoli Comicon 2019

La XXI edizione del Napoli Comicon, che si svolgerà dal 25 al 28 aprile 2019, presenta attesissime novità, iniziative, ospiti, mostre e tanto altro. Il manifesto della fiera è stato realizzato dal pluripremiato illustratore e fumettista Francesco Francavilla, artista di fama internazionale vincitore di un Eisner Award e di un Eagle Award. Il magister dell’edizione di quest’anno è Gipi che curerà un ricco programma di attività culturali. Nato a Pisa nel 1963, Gipi ha esordito come fumettista nel 2003 ottenendo in poco tempo prestigiosi riconoscimento e affermandosi sia in Italia che all’estero. Tra i premi più importanti da lui ottenuti spiccano il Premio Goscinny e il Premio al Miglior Album “Fauve d’Or” al Festival International de la bande dessinée d’Angoulême. Il fumettista e regista (L’ultimo terrestre, Il ragazzo più felice del mondo) incontrerà il pubblico il 24 aprile presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli.

 

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

UNICinema

L’alternativa professionale alle Università di Cinema.

Un percorso quadriennale per capire, ideare, praticare e definitivamente fare cinema. Scarica gratuitamente la Guida dello Studente 2019/2020

La prima iniziativa è la mostra a lui dedicata: Gipi irreale. Gipi è riuscito a distinguersi raccontando il mondo, la vita, il presente. Ma lo ha fatto seguendo un percorso lontano dal documentarismo spingendosi ai confini del fantastico, dell’irreale. La mostra intende ripercorrere la sua carriera per indagare il suo sguardo, le allegorie da lui utilizzate: il sogno, l’immaginazione del futuro, l’ambiguità irrazionale di spettri e apparizioni. In occasione della mostra ci sarà una conversazione con Gipi il 27 aprile. Gipi presenta: MNPSZ è invece l’iniziativa, che si svolgerà il 25 aprile, creata per promuovere cinque nuovi talenti emergenti del fumetto italiano. Gli artisti da lui selezionati sono Maicol & Mirco, Giacomo Nanni, Enrico Pantani, Roberta Scomparsa e Zuzu. Una mostra che pone l’accento sulla vitalità del panorama del fumetto italiano attraverso una selezione di alcuni dei loro lavori più rappresentativi.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------

 

 

Migrando, gridando, sognando è la mostra dedicata al tema dell’immigrazione, realizzata in collaborazione con Crack! Festival e Alifbata Editions. L’intenzione è quella di indagare il tema della migrazione attraverso i fumetti che hanno rappresentato il punto di vista dei migranti. La mostra include i lavori di 12 autori italiani, mediorientali e africani: Gipi, Barrack Rima, Marco Rizzi e Lelio Bonaccorso, Francesca Mannocchi e Gianluca Costantini, Othman Selmi, Migo, Nadia Dhab, Maya Mihindou, Ahmed Ben Nessim, Salim Zerrouki. Gipi presenterà inoltre Sono corti perché fa freddo, una selezione di cortometraggi da lui girati insieme a Gero Arnone per la trasmissione televisiva Propaganda Live. Entrambi saranno presenti in sala durante la proiezione che avrà luogo il 26 aprile.

Oltre al “programma magister” di Gipi, il Comicon offre l’occasione di partecipare a molti altri eventi. Milo Manara presenterà il suo nuovo lavoro Caravaggio vol. 2 – La grazia! Giovanni Ticci, meastro del fumetto e storico disegnatore di Tex, riceverà il Premio Speciale alla Carriera e avrà una mostra a lui dedicata. Il Premio Speciale Nuove Strade sarà invece assegnato a Eliana Albertini come miglior talento emergente del 2018. Tra gli ospiti ci saranno inoltre l’autore di Made in Abyss Akihito Tsukushi, il fumettista italiano Massimo Mattioli che presenterà l’antologia della sua carriera Bazooly Gazooly, Hideyuki Furuhashi e Betten Court, rispettivamente sceneggiatore e disegnatore di Vigilante – My Hero Academia Illegals.

Verranno presentati alcuni minuti in anteprima di Cercando Valentina, il documentario di Giancarlo Soldi sul mondo visionario di Guido Crepax. Nella sezione COMIC(ON)OFF saranno invece proposta la mostra Corto Maltese. Un viaggio straodinario, che verterà sul personaggio creato da Hugo Pratt, e altre esposizioni su Riccardo Marassi, Serge Clerc e Jorge Gonzalez. Ci sarà inoltre una presentazione in anteprima nazionale dell’adattamento a fumetti della serie poliziesca I bastardi di Pizzofalcone.