newsletter 17/2/2013

TRE  CORSI DA NON PERDERE ALLA SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI

 

Corsi primaverili di Ripresa Audio e Regia, Workshop sulla Luce e la Steadycam

 

RIPRESA AUDIO

 dal 4 marzo al 27 maggio  con  Stefano Campus

 

REGIA GENERALE

dal 7 marzo al 30 maggio con Toni Trupia

 

LAVORARE CON LA LUCE E LA Steadycam

sabato 9 e domenica 10 marzo con Alessandro Pesci 

 

 


L'uomo giusto + l'occhio che uccide: giovani critici presentano giovani registi

venerdì 22 febbraio dalle ore 19.00

l'occhio che uccide + l'uomo giusto

 

Una serata “speciale” dedicata alla presentazione del Corso di Regia primaverile con il nuovo docente Toni Trupia, sceneggiatore e regista, autore del recentissimo e apprezzato Itaker, ancora visibile al Filmstudio di Roma.

Con l’occasione gli allievi del corso di critica della stagione 2011-2012 presenteranno il loro saggio di fine corso, L’occhio che uccide, fresco di stampa, e introdurranno l’opera prima di Toni Trupia, L’uomo giusto (2007), storia di un amore impossibile tra un uomo settantenne e una giovane donna nella periferia di Roma.

INGRESSO LIBERO – INFO: 06/96049768
VENERDI 22 FEBBRAIO ORE 19
SENTIERI SELVAGGI – VIA CARLO BOTTA 19 ROMA

 

Sceneggiatura

corso di sceneggiatura di franco ferrini

il corso di Franco Ferrini per scrivere un film

8 marzo – 17maggio

Dall’alto delle sue cinquanta e passa sceneggiature realizzate (tra le quali C'era una volta in America di Sergio Leone), Franco Ferrini è il mentore capace di coniugare pratica della scrittura e straordinaria esperienza, teorizzazione stratificata e conoscenza dei meccanismi che legano lo sceneggiatore e la scrittura al mondo complesso del cinema e della televisione. Dieci incontri utili a imparare le tecniche ma anche perfetti per approfondire, in modo diverso,  l’universo mobile della sceneggiatura grazie a uno sguardo terribilmente interno alla realtà del cinema e del televisivo italiano.

 

 


UNA SELEZIONE DEGLI ARTICOLI PIU' RILEVANTI DA www.sentieriselvaggi.it  – Direttore Simone Emiliani

 

BERLINALE 63: Con l'Orso d'oro a "Child's Pose" s'impone ancora la forza del cinema rumeno

Child's Pose

Vince con pienissimo merito il film diretto da Calin Peter Netzer, il miglior film della competizione assieme al coreano Nobody's Daughter Haewon di Hong Sang-soo. Il verdetto della giuria presieduta da Wong Kar-wai consacra poi  David Gordon Green per il suo ottimo Prince Avalanche e l'invidiabile trasparenza della scrittura di Jafar Panahi per Closed Curtain. La vera nota stonata è il Gran Premio della Giuria a Danis Tanovic. Escluso a sorpresa Bruno Dumont, fino all'ultimo tra i favoriti

 

BERLINALE 63 – "The Croods", di Chris Sanders e Kirk De Micco (Fuori Concorso)

Il pubblico selezionerà la carta vincente di The Croods. Oppure deciderà che troppi strati di lettura sono una limitazione. L'ultimo film dello studio si arricchisce di una sfumatura slapstick nelle prodigiose sequenze d'azione, cita I Flinstones, Brave della Pixar e L'era glaciale. Il suo tratto distintivo è ancora una volta la scelta degli attori: Emma Stone e Nicolas Cage sono perfetti nella parte di un padre e di una figlia preistorici

 

BERLINALE 63 – "Elle s'en va", di Emmanuelle Bercot (Concorso)

Più di un film con l'attrice, forse un pedinamento sul suo corpo in un road-movie così francese nel ritmo dell'attraversamento dei paesaggi ma anche così statunitense nell'immagine di 'una donna tutta sola' alla ricerca di quello che ha perso nel corso del tempo. Qualche lacuna nelle caratterizzazioni più deboli, ma c'è un'intensità crescente con un felice equilibrio tra dramma e commedia dalle parti di Quasi amici

 

BERLINALE 63 – "Ayer no termina nunca", di Isabel Coixet (Panorama Special)

Ayer no termina nunca, in italiano Ieri non finisce mai, è l'ultimo film della regista catalana Isabel Coixet e racconta, come spesso accade nelle sue pellicole, un passato presente più del presente: la porzione di storia che sceglie di raccontare è quella in cui si muovono due fantasmi, due persone-totalmente-ombra dei cinque anni precedenti. Il confronto a cui assistiamo altro non è che la vita segreta delle parole che non si sono mai detti

 

“Quattro notti di uno straniero”, di Fabrizio Ferraro

Forma e sostanza, in quattro storie d’amore, si dileguano, si sciolgono e la potenza della luce e dei suoni s’impossessa delle immagini, tra musica classica, post-punk e preghiere. Negare lo spettatore, proprio quando provi ad ammaliarlo. Un uomo, una donna, un mondo che si autolimita, si autopunisce e rinuncia alle sue bellezze, in un “cul de sac” della visione, tra scene che si trasformano in quadri, tanto immobili quanto instabili, irrequieti… con l’aiuto di Enrico Ghezzi

 

BERLINALE 63 – Alba Rohrwacher e Luca Marinelli alle Shooting Stars

Sentieri Selvaggi intervista in esclusiva la giurata Alba Rohrwacher (anche lei ha ricevuto il riconoscimento nel 2009) e il premiato Luca Marinelli alla presentazione della 16edizione delle "Shooting Stars" all'Hotel de Rome di Berlino.

 

Michel Gondry, il trailer del documentario animato su Noam Chomsky

Ecco il trailer di Is the Man Who is Tall Happy?, documentario animato su Noam Chomsky realizzato da Michel Gondry. Il regista francese ha conversato con il grande linguista e filosofo statunitense, cercando di tradurre le sue teorie in illustrazioni

 

LIBRI DI CINEMA – Le novità di Febbraio

João César Monteiro. L'alchimista di parole, Mario Bava, Istantanee sul cinema italiano, In nome della legge – La giustizia nel cinema italiano, I protagonisti – La recitazione nel film contemporaneo, Il corpo esiliato – Cinema italiano della migrazione

 

 Il discorso del Papa: la profezia di Nanni Moretti

habemus papam

Con un annuncio a sorpresa, rilanciato da tutti i media mondiali, Papa Benedetto XVI ha annunciato le sue dimissioni per la data del 28 febbraio 2013. Impossibile non ricordare il "gran rifiuto" del Papa interpretato da Michel Piccoli in Habemus Papam di Nanni Moretti. Ecco il discorso finale del film

 

The World's End di Edgar Wright: l'ultima birra prima della fine

Empire ha pubblicato le prime foto di The World's End, nuovo film di Edgar Wright. La fine del mondo in chiave umoristica, come maratona di sbornie, ma anche un film sul nostalgico rivolgersi verso l'adolescenza, con Simon Pegg, Nick Frost, Paddy Considine, Martin Freeman e Eddie Marsan

 

Chuck Hank and the San Diego Twins: da Mad Max ai The Warriors

 

Dopo il bellissimo Bellflower, ecco una seconda produzione per l'agguerrita società indipendente Coatwolf: un "action drama surreale, fortemente influenzato dai film degli anni '80 e da videogame come Streets of Rage e Double Dragon". Si chiama Chuck Hank and the San Diego Twins

 

Nymphomaniac di Lars Von Trier: la prima foto

"My only sin, I believe, is that I always demanded more of the sunset.” Questa la tagline, una confessione della protagonista del nuovo film di Lars Von Trier, Nymphomaniac, con Charlotte Gainsbourg e Stellan Skarsgård a guidare un cast impressionante.Ecco la prima immagine

 

Sentieri selvaggi Magazine n. 05 gennaio/febbraio 2013


E' on line il nuovo numero di Sentieri selvaggi Magazine. Puoi scaricare gratuitamente il numero QUI. Questo mese: "Il volto della politica"; Cover story su Jessica Chastain; Cuore selvaggio sugli Oscar 2013; Film del mese su "Lincoln"; Ritratti di  Nagisa Oshima e Audrey Hepburn