newsletter 21/1/2013

Il lavoro del regista con gli attori 

 

Valentina Carnelutti racconta il workshop DIRIGIMI, il lavoro del regista con l'attore:
 
I CORSI PRIMAVERILI

Linguaggio e Grammatica del Cinema; Regia; Sceneggiatura; Ripresa e Montaggio; Ripresa Audio; Dirigere gli Attori; Musica per Immagini

Rapidi, operativi, chiari, utili a formalizzare competenze di base, solidi da permettere un uso non superficiale delle conoscenze acquisite: i corsi primaverili di Sentieri selvaggi danno la possibilità a tutti di mettere mano a quelle che sono i più importanti elementi del fare cinema.

 

GLI ALTRI WORKSHOP IN ARRIVO
 

Musica per immagini

sabato 26 e domenica 27 gennaio

Come s’immagina, si scrive e si realizza la musica per film.

Workshop di Composizione e arrangiamento di Musica per Immagini:

Docente: Sandro Di Stefano
 

After Effects – workshop operativo

sabato 9 e domenica 10 febbraio



Il cinema e la televisione sono sempre più dipendenti dagli effetti visivi, usati per abbattere i costi di realizzazione di scene complesse attraverso l'utilizzo della computer grafica.
After Effects
è il software che negli ultimi anni si è affermato nella fascia dell'utenza semi professionale per la propria flessibilità e facilità d'uso: con After Effects, infatti, ogni videomaker può inserire all'interno dei propri lavori effetti visivi di grande impatto oltre ad animazioni grafiche o ai cambi di "tono" della color correction.

 

Full immersion Documentario

sabato 9 e domenica 10 febbraio
Il fascino della realtà che si coniuga al linguaggio filmico, al piacere dell'immagine: il documentario, mai come oggi, rappresenta un'eventualità "forte" per creare racconti appassionanti e avvincenti.
In questa due giorni intensiva si parte dall’analisi dei testi filmici di grandi autori per comprendere come, nella realizzazione di un documentario, la competenza tecnica e scientifica sugli argomenti trattati vada amalgamata con la capacità di costruire un percorso narrativo chiaro e interessante.
Ovviamente verranno trattate anche le tematiche basilari del linguaggio cine-televisivo e delle tecnica di ripresa. Chi volesse, può utilizzare questa full-immersion per inserirsi nel corso annuale di Documentario che prevede esercitazioni sul campo, realizzazioni effettive.

Docenti: Giovanni Bruno e Massimo Latini

 

Workshop Montaggio Avid e Final Cut

Tutte le prossime date dei nostri workshop di montaggio

I workshop di Avid e Final Cut sono full immersion di base in 2 giornate per acquisire le necessarie nozioni di base sui programmi e applicarle concretamente a un workshop realizzativo.
Leggi le prossime date della stagione 2012-2013

 

Riduzione dialoghi per sottotitoli

 

LOST IN TRANSLATION

La traduzione nel cinema come ri-scrittura del testo cinematografico

sabato 16 e domenica 17 febbraio

L'obiettivo del corso è quello di scoprire un aspetto poco conosciuto ma molto creativo della professione del traduttore, quello della traduzione di dialoghi destinati al doppiaggio o alla sottotitolazione di un film; la parte più divertente sarà, invece, scoprire le differenze di traduzione dalla lingua madre di alcune frasi di grandi film.

Docente: Sebastiano Cuscito

 


UNA SELEZIONE DEGLI ARTICOLI DELLA SETTIMANA DA
www.sentieriselvaggi.it direttore Simone Emiliani
 
 

“Qualcosa nell'aria”, di Olivier Assayas

Aprs Mai sta al cinema biografico come il dtournement dei situazionisti stava alla citazione. Si getta a capofitto nel dibattito di quegli anni, per uscirne fuori come un quadro strappato. Ma la grandezza e il limite di questo film stanno forse nell’eccesso di sincerit, di ricostruzione fedele, forse di verit. Miglior sceneggiatura al 69 Festival di Venezia
 

"Cercasi amore per la fine del mondo", di Lorene Scafaria

Cresce il numero delle pellicole pronte ad affrontare la fine del mondo in chiave umoristica, e no, i Maya non c'entrano: sono tempi difficili questi e pi di qualcuno sceglie di risettare il baricentro sull'essenziale. La fine del mondo la fine di un amore (di tutti gli amori, molteplici e possibili). Una commedia gradevole che, senza compiere miracoli, strizza l'occhio a una garbata critica sociale. Mancano per le scorrettezze e i momenti drammatici finiscono per suonare fuori luogo
 

(doc) – "Melkam Zena – Buone Notizie", di Valentina Carnelutti

Intenso e sincero lo spaccato che Valentina Carnelutti fornisce dell'Etiopia nel suo Melkam Zena – Buone Notizie, documentario sulle condizioni di vita della popolazione della regione di Ankober e sul ruolo dell'associazione non governativa ActionAid che ha finanziato il progetto. Il film racconta, senza alcuna retorica, un popolo tenace, quello etiope, che cerca di migliorare le proprie condizioni, che spera e si impegna per farcela con una dignit a cui non siamo davvero pi abituati
 

“Django Unchained”, di Quentin Tarantino

N classico n post-digitale, col suo cinema “cinefilo” e irriverente, contaminato e citazionista, ma giocosamente analogico e materico, rischia di collocarsi in una “terra di nessuno”, meraviglioso outsider di un cinema dove la parola diventa sguardo, il personaggio si trasforma in paesaggio, e l’azione l’unico luogo possibile dei sentimenti.
 

Keira Knightley, un'attrice per la fine del mondo

davvero un'attrice per la fine del mondo Keira Knightley, imponendosi tra le interpreti della sua generazione innanzitutto per la sua fisicit. Una presenza androgina che attualizza i classici e adatta il mlo e la commedia romantica a un nuovo modello di donna, meno morbido e pi sfuggente
 

Nagisa Oshima, l'agitatore politico-erotico

Dopo Koji Wakamatsu ci lascia purtroppo anche il grande cineasta e agitatore politico-erotico giapponese Nagisa Oshima. Gi nel nel 1958 affermava la necessit di un cinema libero, di un' espressione artistica rivoluzionaria come lotta persistente. Tutto il suo cinema racconta la forza passionale inarrestabile del piacere (e del dolore) di amore e morte
 

Audrey Hepburn, dentro la favola della vita

A vent’anni dalla morte che ricorrono oggi, il fascino di Audrey Hepburn rimasto immutato. stata una diva che ha annunciato il mutamento del costume a cominciare dalle sue misure “controcorrente” nell’era dell’opulenza femminile. Con un’aria distaccata dalle cose ha raccontato l’ingenuit e nessuno potr dimenticarla in alcune sue pose ironicamente ammiccati in cui emergono i tratti essenziali di quella leggiadria innata
 

“Ghost Movie”, di Michael Tiddes

La para(b)normal versione di Paranormal Activity, parodia del found footage, che s’insinua prima di Scary Movie 5, in uscita ad aprile, sembra proprio la parabola discendente dell’intelligibile nel sensibile. Infestato di scorie citazioniste, proprio l’emblema di un genere non pi grottesco, geniale, corrosivo, parodistico, demenziale, meravigliosamente psicopatico, ma diremmo piuttosto, “psicogeografico”, praticamente smarrito, impalpabile
 

FILM IN TV – Dal 20 al 26 gennaio i film in tv scelti per voi

Le "100 scelte" settimanali di "Sentieri Selvaggi" tra pay-tv e digitale terrestre. Tra i titoli di questa settimana vi segnaliamo:La messa finita, Affliction, Romeo + Giulietta, Quei bravi ragazzi, Exiled, Turista per caso e la nottata 'noir alla francese' venerd 25 notte su "Fuori Orario"
 

Box Office 2012

Il 2012 stato l'anno pi ricco di tutti i tempi ma il pubblico americano non tornato sui livelli del 2002. Il bottino globale stato raggiunto per merito dello straordinario exploit di The Avengers, per l'attesa conclusione di The Dark Knight Rises ma anche per la sorprendente affermazione di The Hunger Games. Il grande sconfitto dell'anno John Carter ma molti altri blockbuster si sono salvati solo per merito di un mercato internazionale
 

QUALCOSA NELL'ARIA – SentieriSelvaggi incontra OLIVIER ASSAYAS

La redazione di Sentieri Selvaggi al Lido incontra Olivier Assayas, in Concorso a VENEZIA 69 con il suo Aprs Mai, rivisitazione non riconciliata dei tumultuosi anni '70 vissuti e rievocati in prima persona dal regista diL'eau froide e Carlos. Una conversazione che spazia dall'impressionismo pittorico/cinematografico all'impossibilit di un'autobiografia in forma di film…
 

QUALCOSA NELL'ARIA – Lola Créton e Clément Métayer

Incontrati a settembre alla 69esima Mostra del Cinema di Venezia, i due giovani protagonisti dell'ultimo film di Olivier Assayas Qualcosa nell'aria raccontano a Sentieri Selvaggi il lavoro con il regista sul set del film, il tragitto che li ha portati a interpretare i due personaggi di Gilles e Christine e progetti e ambizioni nel mondo del cinema
 

Una featurette su Leonardo Di Caprio e due clip di "Django Unchained"

Appena uscito nelle sale italiane, ecco una featurette con il cattivo Leonardo Di Caprio
 

“Frankenweenie”, di Tim Burton

Burton discende nei suoi personalissimi ossari del Cinema per infondere vita alla sua creatura, ricucendo tra loro i brandelli delle sue visioni a partire dal grande classico di James Whale. Come il giovane Victor impara sulla propria pelle, la materia del Cinema fatta dell'eterna moltiplicazione delle sue varianti
 

ON LINE IL NUOVO NUMERO DEL MAGAZINE DI SENTIERI SELVAGGI (scaricalo gratis – free download)

Sentieri selvaggi Magazine n. 04 novembre/dicembre 2012

Sentieri selvaggi Magazine N.04

E' on line il nuovo numero, novembre/dicembre, di Sentieri selvaggi Magazine. Puoi scaricare gratuitamente il numero QUI.

Questo mese ampio spazio dedicato aTHE COMPANY YOU KEEP di Robert Redford, connesso ai film Argo, Di nuovo in gioco eLawless.

Lunga intervista a MARCO MULLER e servizi e interviste sui Festival di Roma e Torino. Approfondimento su IO E TE di Bernardo Bertolucci e profili su JUNO TEMPLE, VALERIO ZURLINI, KOJI WAKAMATSU e HARRY SAVIDES. Questo numero ben 134 pagine!