Newsletter 30/4/2013

GLI APPUNTAMENTI DELLA SETTIMANA DI SENTIERI SELVAGGI

STORIE DEL CINEMA – C'è vita dopo la morte. Il melodramma hollywoodiano degli anni '30

venerdì 3 maggio h 20.30 da Sentieri Selvaggi, ingresso gratuito

cupo tramontoSi terrà venerdì 3 maggio, presso la sede di Sentieri Selvaggi in via Carlo Botta 19 a Roma l'appuntamento con Storie del cinema dal titolo: "C'è vita dopo la morte. Il melodramma hollywoodiano degli anni '30" tenuta dal direttore di www.sentieriselvaggi.it Simone Emiliani.

Verranno percorse le tappe più importanti del decennio attraverso alcune tematiche ricorrenti come la felicità illusoria, la morte che interrompe solo provvisoriamente il sogno, l'amore assoluto, la struttura narrativa da romanzo che però poi diventa esplosiva, il 'nuovo romanticismo', elementi mostrati con un taglio fantastico e visionario, un ricorso alla scema madre o un approccio realistico.

Da George Cukor a Tay Garnett, da William Wyler ad Henry Hathaway, dall'esplosione cromatica di Via col vento fino all'appuntamento della serata con un capolavoro ritrovato e assolutamente da riscoprire, Cupo tramonto (1937) di Leo McCarey che ha dichiaratamente influenzato anche Yasujiro Ozu per Viaggio a Tokyo (1953). E si vedrà come il melodramma in questo decennio abbia influenzato il genere anche successivamente fino al cinema americano recente.

Storie del Cinema – C'è vita dopo la morte. Il melodramma hollywoodiano anni '30
lezione del direttore di Sentieri Selvaggi, Simone Emiliani
venerdì 3 maggio 2013 h 20.30 via Carlo Botta 19 a Roma
a seguire: Cupo Tramonto di Leo McCarey (1937)
INGRESSO GRATUITO


 

ASIAN FILM FESTIVAL A ROMA 2013 (10/31 maggio)


Terza edizione per la rassegna di Sentieri Selvaggi che offre agli appassionati romani una selezione di alcuni tra i titoli più significativi dell'Asian Film FestivalDal 10 al 31 maggio prossimi, ogni venerdì sera alle h 20.30 nella nostra sede di via Carlo Botta 19, a ROMA – INGRESSO GRATUITO: Kitano, Miike, Mendoza, Emily Tang 


 

CONCORSO BERGMAN COLLECTION (2)  in collaborazione con BIM/QMedia

Tra le tante risposte pervenute ecco le vincitrici del Concorso della scorsa settimana:

DVD – LA FONTANA DELLA VERGINE: Cecilia Waldekranz

DVD – IL SETTIMO SIGILLO: Ornella Marino

La domanda era : "Secondo me non esistono guerre onorevoli e guerre vergognose. Tutte le forme di azionebellica e di violenza, indipendentemente dalal causa in nome della quale vengono condotte, sono vergognose e deleterie per l'umanità"

La risposta giusta era: LA VERGOGNA


 

WORKSHOP: Reportage videogiornalistico

reportage videogiornalistico


sabato 4 e domenica 5 maggio

 

 

 

Un corso necessario a mettere assieme competenze diverse, ad amplificare la forza dello sguardo, una full-immersion di due giorni utile ai reporter, ai giornalisti, ai filmmaker, agli operatori, ai registi, documentaristi e fondamentale per tutti coloro che operano o che intendono operare sfruttando la forza del web…
Da un gruppo di giovani e agguerriti video-makers (“Matite Spezzate”) il nuovo workshop di Sentieri selvaggi
 
 

WORKSHOP: Color Correction

 

sabato 4 e domenica 5 maggio

Un workshop di specializzazione dedicato a montatori, filmmaker, registi interessati a rendere più interessanti, audaci e coinvolgenti i propri lavori. Oggi infatti non basta più saper incollare immagini una dietro l'altra: è necessario imparare a gestire i meccanismi sottili che compongono la professionalità del montatore. Si impongono, per questo, competenze più specifiche, a partire dalla gestione dei colori, che permette, talvolta, di risolvere i problemi di riprese imperfette o di accentuare e rendere più interessanti le immagini colte dall'operatore. Partendo dall'analisi dei software più professionali verranno mostrati e provati i protocolli utili a manipolare e rendere più incisivi i vostri filmati.
Docente: 
Marco Gentili

 

WORKSHOP: HDSLR CINEMA

Girare un film con la macchina fotografica

sabato 11 e domenica 12 maggio

Il primo workshop che insegna a utilizzare una macchina fotografica reflex per girare filmati di qualità professionale: che siate registi, documentaristi, filmmaker, operatori, montatori o altro, di tali strumenti probabilmente avrete già avuto notizia.
E non è importante che siate alle prime armi o siate già svezzati: questo workshop vi fornisce le informazioni giuste per poter gestire e utilizzare macchine straordinarie che, sotto i 2000 euro, vi permettono di avere immagini perfette, superiori a quelle delle telecamere ad alta definizione.

Docente:  Marco Gentili

 

 

WORKSHOP:Full immersion Documentario ad Arezzo

11 e 12 maggio

Il fascino della realtà che si coniuga al linguaggio filmico, al piacere dell'immagine: il documentario, mai come oggi, rappresenta un'eventualità "forte" per creare racconti appassionanti e avvincenti. I linguaggi, le macchine, le situazioni tipiche, i problemi ricorrenti, le informazioni tecniche di base: saranno gli argomenti trattati durante due giorni ricchi di informazioni e di immagini, utili a chiarire quello che è il mondo e la realtà in cui è immerso il documentarista.

Docente: Giovanni Bruno

 

 

WORKSHOP: Storyboard – Girare a matita

18 e 19 maggio

In un momento in cui la fase di pre-produzione diventa territorio privilegiato del fare cinema, comprendere l'uso e le potenzialità dello storyboard diventa priorità assoluta per tutti coloro che si interessano di realizzazioni filmiche. Nelle produzioni low-budget come nei blockbuster.

David Orlandelli
, disegnatore e Storyboard Artist di The Tourist, Rome, Il mercante di Venezia, Habemus Papam, Diaz, ci guiderà in una intensa full immersion di due giornate su questo preziosissimo strumento.

 


 

 

UNA SELEZIONE DEGLI ARTICOLI DA www.sentieriselvaggi.it  – Direttore Simone Emiliani

 

Rob Zombie: "Io sono il diavolo e sono qui per fare il lavoro del diavolo"

 

 
Approdato nel cinema horror dal panorama musicale heavy metal, ha coniugato sangue e rock in una miscela infernale, dai cruenti La casa dei 1000 corpi e La casa del diavolo, al sadismo crudele di Michael Myers in Halloween – The Beginning e Halloween 2, per finire con il disturbante e blasfemo Le streghe di Salem
 

"Le streghe di Salem", di Rob Zombie

 
L'ultimo dei romantici? Non c' dubbio: Rob Zombie. La malinconica Bellezza di questo film sta soprattutto nel fondere a una psichedelia angosciosa, a un lavorio ossessivo sui simulacri del male nient'altro che il sottotesto di una storia d'amore non compiuta e non detta, struggente e quasi adolescenziale. Love hurts…
 

SOUNDTRACKS – Rob Zombie: music's rejects

 
Rob Zombie un grande fagocitatore di sottoculture. Come nel suo cinema sono evidenti i “resti” degli slasher anni ’80, dei b-movies italiani degli anni ’70, degli horror della Hammer, e chi pi ne ha pi ne metta, cos la sua musica un continuo, originale, rimescolamento di speedmetal, trash, industrial ma anche “riffoni” di chitarra nel pi classico stile hard-rock anni ’70.

Steven Spielberg presenta Daniel Day Lewis in OBAMA

 
Il Presidente degli Stati Uniti nel ruolo di Daniel Day Lewis truccato per interpretarlo in "Obama", il nuovo film di Steven Spielberg: la vertiginosa mise en abyme del video, con la partecipazione dello stesso Spielberg e del comico Tracy Morgan (nel ruolo di Joe Biden…), presentato ieri durante la cena dei corrispondenti della Casa Bianca, un evento di solito brillante e informale durante il quale Obama non nuovo a momenti divertenti e nonsense (come il frammento da Il Re Leone usato per rispondere alla polemica sul suo certificato di nascita nel 2011…)
 

FILM IN TV – Dal 28 aprile al 4 maggio i film in tv scelti per voi

 
Le "100 scelte" settimanali di "Sentieri Selvaggi" tra pay-tv e digitale terrestre. Tra i titoli di questa settimana vi segnaliamo: 10 cose di noi, Febbre da cavallo, Il fiume rosso, Il romanzo di Mildred, Tootsie, Apollo 13, Riso amaro, C'era una volta in America, Fuori Orario tra Corman, Lewin, De Bernardi, Cavalier, Bressane, Pabst e Tourner
 

LIBRI DI CINEMA – João César Monteiro, l'alchimista di parole. Scritti scelti

 
Il libro ci permette di spiare nell'immaginario del grande regista portoghese, recuperando i suoi scritti, quasi tutti inediti in Italia: un esperimento originale che ci concede di osservare in azione l'uomo e lo scrittore, mano nella mano col cineasta. Sigismundus Editrice
 

"The Rolling Stones – Crossfire Hurricane", di Brett Morgen

 
The Rolling Stones – Crossfire Hurricane un documentario potente e allo stesso tempo lucido, anche se questo termine accostato alla vita 'irrequieta' degli Stones pu sembrare assai ironico, capace di metabolizzare 50 anni di storia del rock e rigettarcela addosso ancora pi calda e acida. When I’m drivin’ in my car and that man comes on the radio….In sala luned 29
 

"Viaggio sola", di Maria Sole Tognazzi

Nonostante dei piccoli passi falsi nella sceneggiatura, il film riesce a ritrarre il contemporaneo attraverso la sua leggerezza di tono, anche grazie all'interpretazione della Buy, fragile e divertente al tempo stesso. La delicata commedia si rivela la chiave giusta per narrare il percorso di Irene, non semplicemente donna single, ma anche amica, sorella, zia.
 

LIBRI DI CINEMA – Le novità di Aprile

La bomba e l'onda. Storia dell'animazione giapponese da Hiroshima a Fukushima, Creativit al potere. Da Hollywood alla Pixar, passando per l'Italia, Una vita da film. Come il cinema e la filosofia possono aiutarci a vincere le sfide della vita, Operazione Gattopardo – Come Visconti trasform un un romanzo di destra in un successo di sinistra, Rapporto confidenziale – Percorsi tra cinema e arti visive, Cinema e pittura – Dall’effetto-cinema nell’arte figurativa alla "cinepittura digitale", Animazione in cento film
 

Riccardo Scamarcio parla di "Miele"

"Non ha portato tensione ed riuscita a gestire tutti i rapporti". Cos l'attore, qui nelle vesti di produttore, parla di Valeria Golino e del suo esordio dietro la macchina da presa. Il film uscir in sala il prossimo 1 maggio e vede tra i protagonisti anche Jasmine Trinca e Carlo Cecchi. Al Festival di Cannes nella sezione "Un certain regard"
 

“Qualcuno da amare”, di Abbas Kiarostami

Se avesse avuto il coraggio di fermarsi prima, forse staremmo a parlare di un piccolo capolavoro. Resta comunque un buonissimo film in cui il cineasta iraniano, dopo l’Italia di Copia conforme, si appropria delle traiettorie metropolitane e dei suoni di Tokyo. Oltre la teoria, un notevole lavoro sul fuori-campo dove anche voci preregistrate diventano monologo interiore. In Concorso al 65 Festival di Cannes
 

Byzantium, nuovo trailer: Neil Jordan ritorna al gothic

Nuovo trailer per la "parabola vampiro-femminista" di Neil Jordan, rilasciato per l'uscita del film nel Regno Unito il 31 maggio. In Byzantium, Gemma Arterton e Saoirse Ronan sono due vampire centenarie legate da un conflittuale rapporto madre-figlia
 

"Kiki – Consegne a domicilio", di Hayao Miyazaki

Distribuito anni addietro per il solo mercato dell'Home Video, torna stavolta al cinema (e con un nuovo doppiaggio pi fedele) il film che, nel 1989, sdogan definitivamente il talento del regista giapponese presso il grande pubblico: un'opera sulla magia, ma protesa alla costante ricerca del realismo
 

Hayao Miyazaki, un ponte tra due mondi

Le sue opere possiedono la capacit di unire mondi e culture talmente differenti con una leggerezza che propria solamente dei grandi; tutto il cinema del maestro giapponese infatti da sempre impegnato nel collegare tra loro il mondo orientale e quello occidentale, costruendo una sorta di ponte tra questi due universi cos lontani eppure cos vicini.
 

“Iron Man 3”, di Shane Black

L’eroe della Marvel continua a essere un personaggio troppo sicuro di s e “istituzionale” per far immergere la sua materia nell’Apocalisse. Eppure al terzo episodio finalmente la saga riesce a dire qualcosa di interessante sulla dialettica corpo/macchina. Stark comincia a essere stanco e il personaggio, almeno stavolta, sfiora un conflitto interiore
 

(unknown pleasures) "Rundskop", di Michaël R. Roska 

Una grottesca tragedia greca, come la la definisce il regista, su come il nostro destino sia pilotato a volte da eventi sui quali non abbiamo alcun controllo. I fatti sono semplici e sembrano seguire le coordinate del noir: ma il tocco magico, impeccabile, e il genere si avvita in una specie di dramma pastorale fuori dal tempo, immerso in luci caravaggesche
 

"Bomber", di Paul Cotter

Un bizzarro viaggio in auto attraverso l'Europa per espiare un'antica colpa diventa l'occasione per esternare antichi rancori e sentimenti mai espressi. Lo scontro generaziionale tra il vecchio Alistar e il giovane Ross, obbligati ad una convivenza forzata e irritante per entrambi, talmente preponderante da far passare in secondo piano lo scopo orginario del viaggio e trasformarlo in un'esperienza formativa per tutta la famiglia.
 

RENDEZ-VOUS – Incontro con Costa-Gavras

Il regista stato a Roma per presentare, in occasione dei Rendez-vous del cinema francese, il suo ultimo film, Le capital, in cui mostra la faccia aggressiva del capitalismo selvaggio attraverso la figura di Marc Tourneil (interpretato da Gad Elmaleh), un semplice impiegato di banca che si trasforma in un manager avido e ossessionato dal sesso
 

L'UOMO NEL MIRINO – Incontro con Michele Placido, Luca Argentero, Violante Placido per “Il cecchino”

 
"Abbiamo lavorato ad una strategia stilistica volta a sottolineare formalmente le situazioni di isolamento, esistenziale ed affettivo, vissute dai personaggi, come tanti Samurai, ovviamente secondo la grande tradizione melvilliana". In una nuova versione leggermente rimontata arriva in sala Il cecchino, in sala dal 1 maggio
 

Jacques Demy. La naturale grazia dei sentimenti

Jacques Demy stato un autore appartato e dimesso che attraverso il musical ha sempre messo in scena i sentimenti, guardando benevolmente alla vita e alle donne, attraverso un cinema sofisticato e caratterizzato da uno spontaneo amore per i suoi personaggi. Un ritratto del cineasta omaggiato dai Rendez-vous del cinema francese