Nightmare film fest: il lato oscuro del cinema

Si svolgerà a Ravenna, da sabato 18 a sabato 25 ottobre 2003, la prima edizione di Nightmare Film Fest. In otto giorni si alterneranno circa 40 pellicole tra concorsi, retrospettive e omaggi dedicati ad autori e al genere horror. Le mattine avranno una programmazione per studenti delle scuole.


--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!
--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

 


Competizione Internazionale


La selezione della prima edizione del Concorso Internazionale può contare sulla presenza di opere di registi di culto, affiancati ad autori emergenti. Dal Cile al Giappone, passando dalla Spagna (patria attuale di una delle cinematografie horror più interessanti), il festival presenterà 10 opere, inedite in Italia, che concorreranno per il premio di 10.000 euro e per "L'Anello", premio attribuito dal pubblico.

--------------------------------------------------------------------
I CORSI DI CINEMA AUTUNNALI SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

 


Spaghetti Horror

---------------------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA: OFFERTA PER I LAUREATI DAMS e altri per la SPECIALIZZAZIONE

---------------------------------------------------------------------

Pellicole di rara reperibilità, che portano alle massime vette raggiunte dal  cinema italiano. Horror e thriller carichi di originalità visiva e narrativa, che affrontando tematiche d'avanguardia hanno portato innovazioni nel panorama cinematografico internazionale. Capolavori che sono riusciti ad elevarsi dalle correnti dei generi e dei sottogeneri, aprendo nuove strade che spesso hanno saputo contrastare le forme di repressione del potere usando il popolare linguaggio dei generi senza mai scadere di qualità.


Sei importanti titoli del cinema della paura realizzati da sei registi (Bava, Freda, Margheriti, Ferroni, Ragona, Lado) ancora oggi studiati ed emulati da intere generazioni di cineasti.


 


Vampiri Apocrifi

Vampiri, quelli contemporanei, che rispetto a quelli "classici" cambiano connotati e perdono perfino il nome di vampiro: questo pare essere il destino di film come Martin di George Romero o The Addiction di Abel Ferrara. Il vampiro si situa nel limbo delle coscienze tragiche del nostro tempo: è così che attraverso le riletture di registi come Cronenberg (Rabid sete di sangue), Kathryn Bigelow (Il buio si avvicina) e Philip Ridley (Riflessi sulla pelle), il mito trova nuova attualità, divenendo metafora del desiderio inappagato. Tematica che colora buona parte della cinematografia di Jean Rollin: ossessionato da affascinanti donne-vampiro che non rinunciano all'amore saffico, l'autore francese già dal primo lungometraggio, Le viol du vampire (1967), si è fatto notare per l'eleganza con cui narra vicende di puro onirismo in La vampire nue, Les dèmoniaques, Fascination, La morte vivante o le più recenti Les deux orphelines vampires, La fiancèe de Dracula..


 


Il Fantastico delle origini: l'espressionismo tedesco


L'origine del terrore, e dei mostri, si perde nella notte dei tempi: se ne trovano tracce nella Bibbia e nell'odissea. Il festival, in collaborazione con la Cineteca di Bologna e il Comitato di Coordinamento Regionale, presenterà capolavori quali Der student von Prag (Lo studente di Praga, Germania, 1926) di Henrik Galeen; Nosferatu, eine symphonie des grauens (Nosferatu il vampiro, Germania, 1921) di Wilhelm F. Murnau, Der Golem, wie er in die welt kam (Il Golem, Germania, 1920), ossessione per Paul Wegener, che prima di dirigerne due versioni lo interpretò come attore; e Das Cabinet des dr. Caligari (Il gabinetto del dottor Caligari, Germania 1919) che segnerà una tappa estetica tale da dividere la stagione espressionista, secondo alcuni storici, in un "pre" e "post" calligarismo.


 


Convegno di studi

Nightmare Film Fest si propone ogni anno di illustrare e analizzare, nel corso di una giornata di studi, i passaggi che un topos dell'horror compie nel percorso attraverso le varie forme espressive (letteratura, pittura, psicanalisi…). Il tema 2003 è "Il Labirinto"; al convegno parteciperanno Franco La Polla, Roy Menarini, Maria Cristina Fanelli, Giorgio Mereu.


 


Buon Compleanno Zeder


In collaborazione con la Cineteca Nazionale, Nightmare Film Fest presenterà una copia rigenerata di Zeder. Ultima escursione nell'horror del Maestro bolognese, Zeder, che compie 20 anni, è un gioiello di suspence e latente angoscia.


 


I Documentari dell'orrore

Non documentari horror o dedicati al mondo dell'horror, ma testimonianza di come la realtà "documentata" sia spesso più orribile di tante pellicole di pura fiction. "La pelle della civiltà ha una crosta molto sottile" – dice Stephen King; ed è sotto questa pelle che albergano le peggiori pulsioni umane. Quest'anno l'attenzione è focalizzata sulla questione palestinese: due i documentari, che mostrano le due facce di una guerra in cui non si può più nemmeno parlare di vincitori o vinti ma, piuttosto, di sopravvissuti.


 


Info:


www.ravennanightmare.com ; info@ravennanightmare.com


Tel +39-0544-33022, fax +39-0544-33865