Nostromo – La storia del film incompiuto di David Lean

Il sito “Allociné” ha ricostruito la storia di Nostromo, controverso adattamento da Joseph Conrad e progetto incompiuto di David Lean, che vide tra i produttori esecutivi anche Steven Spielberg

Riprendendo le fila di un primo articolo scritto dall’Independent nel 2011, il sito francese AlloCiné ha ricostruito, in occasione dei trent’anni dalla scomparsa di David Lean, la storia del suo film incompiuto Nostromo, tratto dall’omonimo romanzo di Joseph Conrad, un progetto bloccato da ritardi in pre-produzione che non è arrivato neanche al primo ciak, complice anche la morte di Lean prima dell’inizio delle riprese. Il regista si è avvicinato al romanzo, che si svolge in una città mineraria sudamericana nell’800, forse affascinato dal suo carattere di opera “impossibile da filmare” e desideroso di renderlo un racconto capace di parlare al presente. In una lettera, parlando del progetto, Lean ha infatti scritto: “Vorrei invece servirmi del libro per raccontare una storia più moderna”. Per questo, quello che sarà il kolossal testamento di Lean è anche e soprattutto un progetto a suo modo pop, che avrebbe dovuto coinvolgere nel cast nomi come Marlon Brando, Alan Rickman, Christopher Lambert ed Isabella Rossellini ma anche, in qualità di executive, quello Steven Spielberg che dopo L’impero del sole era considerato un nome di punta del cinema popolare americano.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

Molto amico di Lean e, per alcuni, suo erede, Spielberg non si è limitato tuttavia a ricoprire il suo ruolo simbolicamente, ma anzi si è dimostrato invasivo nei confronti del lavoro creativo. Christopher Hampton, uno degli sceneggiatori di Nostromo, ricorda a questo proposito che “ogni volta che Lean tornava dalle riunioni con Spielberg portava con sé una pila di appunti scritti da Steven in cui chiedeva di correggere certi passaggi o obiettava sulla gestione del racconto o sulla caratterizzazione dei personaggi”. Anche a causa delle ingerenze del suo executive, il film si è ritrovato intrappolato in uno stallo produttivo che evidenziò tutte le falle del progetto e ha reso la pellicola sempre più simile ad una nave alla deriva.

Uno dei primi ad andarsene è stato proprio Hampton, sostituito da Robert Bolt, ma anche dal lato produttivo si è assistito a dei passi indietro: la Warner non si è mostrata più disposta a coprire metà del budget, come da patti, soprattutto nel momento in cui l’investimento aveva raggiunto la cifra record di 46 milioni di dollari e lo stesso Spielberg si è allontanato dal progetto adducendo delle discutibili divergenze creative con il regista. Lean si è ritrovato da solo, impegnato a lavorare ad uno script che lo preoccupava e che non lo soddisfava, tanto da scrivere proprio a Bolt che “quello a cui stiamo lavorando non è all’altezza della scrittura di Conrad e delle sue meravigliose idee”.

Un lavoro così complesso non ha giovato alla salute di Lean, già malato di cancro alla gola, soprattutto nel momento in cui ha deciso egli stesso di scrivere lo script, forse convinto che solo lui potesse dare il taglio adatto al racconto. David Lean è morto il 16 aprile 1991. Nostromo è rimasto un progetto incompiuto e tuttavia la storia di quest’opera testamento è una testimonianza da una dimensione cinematografica colta nel pieno di un cambiamento epocale, in cui a confrontarsi sono l’avventurosa creatività del passato ed il pragmatismo produttivo del presente, un confronto che, tra autori ed executive invasivi, pronti anche a fraintendere l’anima di un film pur di renderlo commerciabile, forse non è dissimile da quello che stiamo vivendo oggi.

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------
------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8


Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *