NOTTE BIANCA 2005

CENTRO SPERIMENTALE


--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

DI CINEMATOGRAFIA


s e t t e m b r e '05


CINEMA TREVI – CINETECA NAZIONALE

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

Roma, vicolo del Puttarello, 25 tel. 06 6781206


per informazioni: 06 72294301 • s a l a t r e v i@s n c . i t

--------------------------------------------------------------------
I NUOVI CORSI ONLINE LIVE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

www.csc-cinematografia.it


I N G R E S S O :


Adulti € 4,00


Ridotti € 3,00


Studenti € 3,00


 


la notte bianca


sabato 17 settembre


NOTTE DI TERRORE


i n g re s s o  g ra t u i t o


 


NOTTE DI TERRORE


Provate a chiudere gli occhi. E a immaginare per una sola


notte che il cinema Trevi all'improvviso si trasformi in un


tipico drive in statunitense, magari con un'estetica anni


'80, sforzandosi però di fare un piccolo salto temporale.


Voi siete per il momento tranquillamente seduti da soli o


in compagnia. Sullo schermo cominciano ad apparire i titoli


di testa di film che hanno rinnovato completamente il


cinema dell'orrore. Impossibile dimenticare gli occhi ipnotizzati


in Poltergeist – Demoniache presenze della piccola


e biondissima Heather O'Rourke. Se l'incubo sembra terminato,


niente di più sbagliato. A risvegliare le vostre


paure ci pensa l'uomo nero per eccellenza: Freddy Krueger


nel primo e inarrivabile Nightmare – Dal profondo della


notte diretto dal creativo Wes Craven (la saga slasher di


Scream apparteneva ancora a un futuro 'impossibile'). Ma


forse per comprendere realmente parole ormai divenute


di uso comune come 'splatter', 'gore' bisogna ri-vedersi un


piccolissimo film diretto in economia dall'allora sconosciuto


esordiente Sam Raimi: La casa, dove non c'è più


nessun uomo nero, nessuna presenza demoniaca, ma semplicemente


la macchina da presa, o meglio il cinema. Ah…


dimenticavamo, potete riaprire gli occhi. In realtà non li


avete mai chiusi. Quello che avete visto è tutto vero.


Nessun salto temporale. I film ci sono veramente. Ci siamo


solo dimenticati di augurarvi una buona notte bianca.


 


ore 23.00


Poltergeist


(Poltergeist – Demoniache presenze, 1982)


Regia: Tobe Hooper; soggetto: Steven Spielberg; sceneggiatura:


Steven Spielberg, Michael Grais, Mark Victor; interpreti:


JoBeth Williams, Craig T. Nelson, Heather O'Rourke, Oliver


Robins, Zelda Rubinstein, Beatrice Straight; produzione:


Steven Spielberg e Frank Marshal; durata: 114'


Mai costruire una casa sopra un cimitero indiano. E soprattutto


mai addormentarsi con la televisione accesa.


Potrebbero, nel bel mezzo della notte, sopraggiungere gli


spiriti maligni e rapire i vostri figli. Scritto e prodotto da


Steven Spielberg e diretto da Tobe Hooper, il regista di


Non aprite quella porta, Poltergeist – Demoniache presenze


può essere considerato il perfetto aggiornamento


postmoderno de L'esorcista. L'idea degli spiriti che ipnotizzano


le vittime attraverso lo schermo televisivo sarà un


must per tutti gli horror sovrannaturali futuri.


 


ore 1.00


A Nightmare on Elm Street


(Nightmare – Dal profondo della notte, 1984)


Regia: Wes Craven; soggetto e sceneggiatura: Wes Craven;


interpreti: Heather Langenkamp, John Saxon, Ronee


Blakley, Robert Englund, Johnny Depp, Amanda Wyss, Nick


Corri; produzione: New Line Pictures; durata: 92'


Freddy Krueger è un maniaco omicida che viene presto


bruciato vivo dalla cittadinanza. Per vendicarsi del linciaggio,


l'assassino torna a uccidere in sogno i figli dei suoi


carnefici. Uno degli horror più celebri degli anni '80, intessuto


di riferimenti simbolici e psicoanalitici, Nightmare –


Dal profondo della notte è riuscito a rivoluzionare la


struttura del cinema del terrore, mantenendosi tra il fiabesco


e il surreale e regalando all'immaginario collettivo un


uomo nero particolarissimo: Freddy Krueger, dalla faccia


devastata e con le mani sostituite da artigli taglienti.


 


ore 3.00


Evil Dead (La casa, 1983)


Regia: Sam Raimi; soggetto e sceneggiatura: Sam Raimi;


interpreti: Bruce Campbell, Ellen Sandweiss, Betsy Baker,


Hal Delrich; produzione: Robert G. Tapert per la Films


Around the World; durata: 85'


Esordio al lungometraggio per Sam Raimi, La casa, girato


in economia e tra amici, ebbe un successo insperato che


rese obbligatori due seguiti. Al di là della semplicità della


trama (cinque ragazzi in una casa sperduta nel bosco alle


prese con libri maledetti e possessioni) il film ha per protagonista


assoluta la Shakey-cam (cinepresa tremolante),


inventata per mancanza di soldi. Per ottenere una parvenza


di ripresa fluida e non avendo una Steadicam, fu


montata una cinepresa da 16 mm, con una lente da 8 mm,


su una tavola di legno legata a Raimi e/o all'operatore


Tom Philo, che correvano come dei pazzi per i boschi. Si è


creata così l'atmosfera vertiginosa delle scene in cui gli


spiriti invadono la casa.