Nuovo cinema X Factor 3

alessandr e romina al ballottaggio in x factorProvate a vedere una puntata di X Factor e provate a rivedere, anche facendo zapping, le repliche. Vi accorgerete come cambiano le esibizioni, come qualcuna cresca e qualche altra si ha l'impressione di averla sopravvalutata. Quasi mutevole come un film di François Truffaut che ogni volta che si guarda appare sempre diverso. Al tempo stesso, la metamorfosi sonora è più potente del riascolto delle canzoni del Festival di Sanremo. E ci si accorgerà che nella 3° puntata ciò che è mancato è lo stupore, almeno lì sul palco. Perché si, la favorita Chiara è stata brava ma meno efficace delle prime due puntate, Nice è stata un po' meno trasformista, le Donatella si confermano più a loro agio con l'effetto scenografico che quello canoro. Forse la sorpresa, per il sorprendente e improvviso dinamismo è arrivato dai Frères Chaos, per ribaltare forse il ripetersi della nomination della puntata precedente.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

In un'edizione dove il cinema-décor di Luca Tommasini la sta facendo da padrone, forse mai come stavolta gli eventi stanno altrove. Lì, in gara, nella variabile impazzita Ics, al momento unico vero corpo-mutante sempre uguale alla sua figura dove ogni puntata è una nuova avventura, proprio come 007. E forse un fascino malato è nello scarto di come i quattro coach tendano più spesso a sbagliare i brani per i loro cantanti. L'esempio più eclatante è Romina, con un vestito che amplificava una spalla sul modello di Quasimodo de Il gobbo di Notre Dame e con Morgan che le ha fatto cantare Rio dei Duran Duran mandandola in nomination. Ora è chiaro che nel programma tutti i concorrenti devono provare performances insolite. Ma da qui a metterli totalmente in difficoltà ce ne passa.

Le rivisioni di X-Factor confermano che Alessandro meritava di restare più di Romina, qui per noi uno dei personaggi più interessanti di questa edizione. Lui era più libero, lei appesantita dal look e dalla tensione.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------

E per il momento è tra il dentro e il fuori, tra la fine della puntata e l'extra X Factor la parte più potente. Simona Ventura che va contro tutti, quasi un isolamento preparato a tavolino mettendocela tutta per mostrare di aver torto quando quasi tutta la ragione è dalla sua. Arisa, accusata come in un noir dove la persona accusata dall'inizio del film di aver compiuto un omicidio deve dimostrare la sua innocenza. Elio, ogni puntatasempre diverso, in un sublime gioco di maschera dove sembra lui a cantare invece che il suo team. E Morgan, capace anche di sedurre per minuti parlando del nulla.

Al momento, in un'edizione tra alti e bassi, il meglio è proprio in questo limite tra il campo e il fuori-campo. In attesa di maggiori sorprese.

2 commenti