Offcinema Detour

Giovedì 8 _ François Ozon: Les Amants Irreguliers


--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!
--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

21.00 Cortometraggio: La Petite Mort
21.30 Le Temps Qui Reste ("Il tempo che resta", Fra 2005, 85', v.o. sottot. Italiani). di Francois Ozon, con Melville Poupaud, Jeanne Moreau, Valeria Bruni Tedeschi. Romain è un giovane fotografo di moda a cui vien diagnosticato un cancro all'ultimo stadio. All (chemio-)terapia preferisce il decorso ineluttabile dell malattia. Lascia la professione, il proprio compagno gli affetti familiari per ritirarsi in solitudine nel su appartamento parigino. Il ripiegamento affettivo interrotto soltanto dalla visita all'anziana nonna dall'incontro casuale con una coppia sterile a cui f dono di un figlio. Davanti al mare si congeda dal mondo.


Venerdì 9 _ Tokyo Syndrome – Nuove Frontiere Dell'horror Giapponese


20.30 Presentazione del  libro "Tokyo Syndrome" di A. Gradogna e F.Tasso (Ed. Falsopiano 2006) sul neo-horror nipponico. "Negli ultimi anni i distributori, senza alcuna cognizione di causa (e senza che si possa individuare un criterio qualitativo nelle scelte dei film), hanno finalmente iniziato a proporre anche nelle nostre sale pellicole asiatiche, in particolare del genere horror. Soprattutto chi si è appassionato o anche solo interessato a tale cinematografia da poco tempo, rischia di farsi un'idea perlomeno distorta. Il pericolo dell'identificazione dell'horror asiatico (in questo caso specifico, quello giapponese) con la sterile ripetizione di stereotipi narrativi e visuali è, se non già avvenuta, un rischio concreto. Si sentiva la necessità di un testo in lingua italiana che facesse un po' di ordine nella confusione perpetrata ai danni dell'ignaro spettatore. Ben venga allora questo libro di Alessio Gradogna e Fabio Tasso, che fa il punto della situazione. Il testo molto scorrevole e scritto con competenza non ostentata, analizza le opere horror dei registi Tsukamoto, Miike, Shimizu, Kurosawa, Nakata (il sesto capitolo si dedica ad altri sei film di significativa importanza per il genere) tentando di spiegare l'esplosione e affermazione del "fenomeno J-Horror", tanto da scatenare un'ondata incontrollata di remake."
22.00 Kairo – Pulse (Giappone 2001, 115', v.o. sottot. italiani) di Kiyoshi Kurosawa. Dopo il suicidio di uno dei loro amici, un gruppo di giovani di Tokyo è testimone di una serie di strani avvenimenti. Uno di loro vede la forma dell'amico morto come un'ombra impressa sul muro, mentre il computer di un altro inizia ad accendersi da solo mandando strane immagini…Capolavoro di Kiyoshi Kurosawa, in collaborazione con MEDIAFILM.
GUARDA IL TRAILER!

--------------------------------------------------------------------
I CORSI DI CINEMA AUTUNNALI SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

Sabato 10 _ "Who Is Your Idol?": Rockumentaries 


20.45 I Kill Your Idols (USA 2004, 75 min, English Version) di Scott Crary. Scott Crary racconta la storia della scena musicale art-punk newyorkese attraverso le gesta dei gruppi che l'hanno creata, un documento raro che dimostra come la vita di quelle storiche band fosse caotica come la loro musica. Il percorso si snoda in 30 anni: dagli anni '70 dei Suicide, Teenage Jesus and the Jerks, Theoretical Girls, D.N.A. che inaugurano il genere, per poi proseguire con gli anni '80 dei Sonic Youth ed approdare al giorno d'oggi, dove la scena si mantiene vivacissima grazie a band come Yeah Yeah Yeahs, Liars e Gogol Bordello.
GUARDA IL TRAILER!

22.15 Dig! (USA 2004; 107', English Version) di Ondi Timoner. Un film che segnerà la storia del Rockumentary. Sette anni di lavoro per oltre 2000 ore di girato, Dig! ci immerge nel ventre del rock'n'roll,svelandoci un'incredibile storia di successo ed autodistruzione. I protagonisti, Anton Newcombe dei "Brian Jonestown Massacre" e Courtney Taylor dei "Dandy Warhols", sono amici e nemici. Dig! è la storia dei loro amori e ossessioni,concerti e registrazioni, arresti e minacce di morte, alti e bassi, e il delicato equilibrio tra arte e mercato!
GUARDA IL TRAILER!

---------------------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA: OFFERTA PER I LAUREATI DAMS e altri per la SPECIALIZZAZIONE

---------------------------------------------------------------------

domenica 11 _ Detournement#07 


21.30 Exiled (Hong Kong / Cina 2006,98' v.o. sott. Italiano) di Johnnie To. Due gangster di Hong Kong vengono chiamati dal loro capo. Hanno il compito di trovare un componente della banda che si è macchiato di tradimento e di giustiziarlo. Il fuggitivo si è nascosto a Macau e i due lo rintracciano con facilità. Una volta sul posto, però, si trovano davanti a un dilemma perché compaiono dal nulla due vecchi loro compagni, decisi ad ostacolare la loro missione. Mentre i quattro tentano di negoziare e di risolvere la questione, compare un quinto uono. In più, tra di loro c'è un altro traditore.
GUARDA IL TRAILER!


Martedì 13 _  Sotto il sole di Marsiglia: Robert Guediguian 


21.00 Marie-Jo E I Suoi Due Amori di Robert Guédiguian (Francia 2002, 124') Marie-Jo ama profondamente Daniel, suo marito, ma ama intensamente anche Marco, il suo amante.Quando Marie-Jo lascerà la loro casa per vivere un periodo con Marco, Daniel aspetterà il suo ritorno senza avere comportamenti violenti, solo con un dolore vivo che gli impedisce di respirare.Tutti e tre sanno che non c'è una via d'uscita.Questi due amori sono impossibili da vivere. Pertanto bisogna continuare.


Mercoledì 14 _  Sotto il sole di Marsiglia: Robert Guediguian 


21.00 La Ville est Tranquille di Robert Guédiguian (Francia 1999, 154') Il film narra la storia di Michèle, venditrice di pesce che vive solo per salvare sua figlia dalla droga, di Paul che tradisce i suoi amici scaricatori in sciopero per diventare tassista, di Viviane, musicista che non sopporta più la sinistra realista rappresentata da suo marito, di Abderamane, trasformato dalla prigione, che cerca di aiutare i suoi fratelli, di Claude che è l'ultimo ad essere ascoltato dagli attivisti di estrema destra, di Gerard che fa mistero del rapporto con la propria morte e con quella degli altri, dei genitori di Paul, in pensione, che non voteranno più, di Ameline, il cui corpo fa mostra del benessere che lei vorrebbe infondere alla gente ricordandogli le proprie origini pre-monoteiste, di Sarkis, che lotta per il pianoforte a coda…Sono tutte storie singolari ed accavallate, che si svolgono nello stesso spazio, ossia a Marsiglia nel 2000 e che, a dispetto della sempre maggiore mediocrità e confusione, dimostrano che "la citta è tranquilla"


Giovedì 14 _  Sotto il sole di Marsiglia: Robert Guediguian 


20.45 Marius E Janette di Robert Guédiguian (Francia 1997, 102') E una storia d'amore tra poveri che vivono nel quartiere popolare di Estaque a Marsiglia. Marius fa il guardiano in un cementificio in disuso e Jeannette tira su due figli di due uomini diversi con uno stipendio di cassiera. Fanno da coro i vicini di casa con le loro liti familiari, le loro confidenze E una favola realistica ma senza retorica né demagogia populista, una commedia di quartiere con molta luce, una ventata di aria fresca con personaggi amabili, credibili, raccontati con un affetto che non esclude l'ironia. L'incanto e la vitalità del film nascono dalla sapienza con cui R. Guediguian sa mescolare il buffo e il tenero, la commedia e il melodramma.


22.30 A L'attaque di Robert Guédiguian (Francia 1999, 90') Al garage 'Moliterno & Co.' Gigi e Jean-Do si occupano della riparazione di auto, Lola della sua pulizia, mentre Marta gestisce la parte amministrativa, Vanessa e Mouloud vendono fiori al mercato e il nonno insegna al bambino canzoni rivoluzionarie. La globalizzazione esige le sue vittime ed una grande multinazionale minaccia l'esistenza stessa dell'azienda familiare dei Moliterno, ma, imbracciate le armi, non si arrenderanno tanto facilmente. 



Venerdì 16 _  Selfcinema – La Distribuzione fatta dagli Spettatori


21.00 L'estate Di Mio Fratello di Pietro Reggiani. Una dura commedia sulle gioie e i dolori dell'infanzia. Menzione speciale della giuria al Tribeca Film Festival di De Niro e, tra le opere prime, al Festival du Monde di Montreal. Se il film vi piacerà, potrete aiutare l'associazione Selfcinema a distribuirlo in sala.
a seguire  incontro con l'autore

Sabato 17 _ Re:Composing Haxan


22.00 Sonorizzazione, ricomposizione, manipolazione e rimontaggio video dal vivo di "Haxan – la stregoneria attraverso i secoli" di Benjamin Christensen (1922) Nata come sonorizzazione dal vivo di "Haxan – la stregoneria attraverso i secoli", lungometraggio di Benjamin Christensen del 1922, "Re: composing HAXAN" è un'idea che si è trasformata nel tempo. Oggi è una performance audio-video costruita sull'immaginario visivo del film   e sul suo senso profondo di accusa nei confronti della società europea guidata con cieca convinzione dalla fede religiosa, prima, e dalle teorie scientifiche, poi. Haxan è un alternarsi continuo di parodia (lo stesso regista è l'attore che impersona il Diavolo) e tragedia, tra suore isteriche e spietate torture, attraverso trucchi meccanici e fotografici, effetti, cambi di registro (dal finto documentario alla messinscena) e di colore della pellicola. La musica, interamente improvvisata, fonde suoni acustici, elettrici ed elettronici ed ha come unico riferimento la struttura narrativa del film, manipolata e rimontata al suo interno in tempo reale. Il risultato è una stratificazione di eventi visivi e sonori che scorrono lungo il racconto intrecciandosi, miscelandosi o viaggiando su rette parallele.
Cristiano De Fabritiis _ batteria, mixer, effects, laptop
Fabio Recchia Aka Reeks _ live electronics, percussioni, voce
Renato Ciunfrini _ sassofoni, clarinetti, basso elettrico
Byruzz _ vee-jay


Domenica 18 _ Detournement#07 


21.30 Exiled (Hong Kong / Cina 2006,98' v.o. sott. Italiano) di Johnnie To. Due gangster di Hong Kong vengono chiamati dal loro capo. Hanno il compito di trovare un componente della banda che si è macchiato di tradimento e di giustiziarlo. Il fuggitivo si è nascosto a Macau e i due lo rintracciano con facilità. Una volta sul posto, però, si trovano davanti a un dilemma perché compaiono dal nulla due vecchi loro compagni, decisi ad ostacolare la loro missione. Mentre i quattro tentano di negoziare e di risolvere la questione, compare un quinto uono. In più, tra di loro c'è un altro traditore.
GUARDA IL TRAILER!



Martedì 20 _ Visioni Clandestine 


A cura di Ass. Cult. Rueto
dalle 21 L'incontro di Mauro Magazzino (Italia 2001, 5')
"Due vite che si incrociano per poi separarsi". Due autobus sono bloccati nel traffico della città: Dall'autobus su cui viaggia, un ragazzo nota una ragazza seduta, di fronte nell'altra vettura. Si guardano. Poi cominciano un breve dialogo sui vetri appannati del finestrino…
Acqua (Italia 2005, 10') di Mauro Magazzino
Un bambino si reca al mare con la sua famiglia. Il papà vorrebbe costringerlo a andare in acqua ma il bambino ha paura….
Miglior Film – Concorso Spazio Italia (23° Torino Film Festival)
incontro con l'autore
La Rieducazione (Italia 2006, 96') di Davide Alfonsi, Alessandro Fusto, Denis Malagnino. Marco ha 28 anni, una laurea in tasca, una madre tossica e un padre che non lo sopporta più. Non ha uno straccio di lavoro e passa tutto il suo tempo tra preti e bambini. Palletta, il padre di Marco, ha le tasche piene di questa situazione e, su suggerimento di Denis (un costruttore molto conosciuto in zona) decide che, probabilmente, lavorare come manovale sveglierà un po' il figlio. Sul cantiere I suoi "colleghi" di lavoro, invece di comprendere la situazione di un laureato senza alcuna esperienza di cantiere, lo subissano di scherzi e piccole atrocità.
Quando inizia ad integrarsi, però, altri due macigni si abbattono sulla sua testa: il padre lo caccia di casa; Denis non ha soldi per pagare lui né gli altri operai. Marco si ritrova a vivere in una baracca senza acqua né riscaldamento che Denis di tanto in tanto mette a disposizione di alcuni operai rumeni che lavorano con lui… Significativa la partecipazione del film alla 64a Mostra Internazionale di Arte Cinematografica.
incontro con gli autori.


Mercoledì 21 _ Visioni Clandestine  


A cura di Ass. Cult. Rueto
dalle 21 L'incontro di Mauro Magazzino (Italia 2001, 5')
"Due vite che si incrociano per poi separarsi". Due autobus sono bloccati nel traffico della città: Dall'autobus su cui viaggia, un ragazzo nota una ragazza seduta, di fronte nell'altra vettura. Si guardano. Poi cominciano un breve dialogo sui vetri appannati del finestrino…
Acqua (Italia 2005, 10') di Mauro Magazzino
Un bambino si reca al mare con la sua famiglia. Il papà vorrebbe costringerlo a andare in acqua ma il bambino ha paura….
Miglior Film – Concorso Spazio Italia (23° Torino Film Festival)
incontro con l'autore
La Rieducazione (Italia 2006, 96') di Davide Alfonsi, Alessandro Fusto, Denis Malagnino. Marco ha 28 anni, una laurea in tasca, una madre tossica e un padre che non lo sopporta più. Non ha uno straccio di lavoro e passa tutto il suo tempo tra preti e bambini. Palletta, il padre di Marco, ha le tasche piene di questa situazione e, su suggerimento di Denis (un costruttore molto conosciuto in zona) decide che, probabilmente, lavorare come manovale sveglierà un po' il figlio. Sul cantiere I suoi "colleghi" di lavoro, invece di comprendere la situazione di un laureato senza alcuna esperienza di cantiere, lo subissano di scherzi e piccole atrocità.
Quando inizia ad integrarsi, però, altri due macigni si abbattono sulla sua testa: il padre lo caccia di casa; Denis non ha soldi per pagare lui né gli altri operai. Marco si ritrova a vivere in una baracca senza acqua né riscaldamento che Denis di tanto in tanto mette a disposizione di alcuni operai rumeni che lavorano con lui… Significativa la partecipazione del film alla 64a Mostra Internazionale di Arte Cinematografica.
incontro con gli autori.




Giovedì 22 _ FutureShorts  www.futureshorts.com


FUTURE SHORTS nasce a Londra nel 2003 da un idea dei fratelli Rigall che, incoraggiati dal successo di pubblico e di critica ottenuto dalle proiezioni di corti in un pub a Shepherd's Bush, creano quella che diventerà, nel giro di pochissimo tempo, la più grande e innovativa etichetta indipendente di cortometraggi esistente al mondo.
Oggi FUTURE SHORTS propone e distribuisce corti provenienti da tutto il mondo dandogli visibilità a livello internazionale grazie alla sua presenza, non solo nelle principali citta' europee, ma anche in altri paesi tra cui Russia, Venezuela, Messico, Canada, Stati Uniti, Argentina e Giappone.
Nel mese di febbraio FUTURE SHORTS fa il suo ingresso in Italia, a Roma,per dare vita a un circuito di cortometraggi, con la prima delle rassegne mensili in programma.
Le proiezioni, frutto di un'eclettica selezione di cortometraggi originali e innovativi, si terranno in diverse zone della città, ospitate all'interno di cinema, librerie, caffè e altri spazi di vario genere, offrendo allo spettatore un ambiente eterogeneo e sempre diverso.
20.00 Aperitivo + Dj Set
21.00 Inizio Proiezioni
Tutti i corti saranno proposti in versione originale con sottotitoli in italiano
PROGRAMMA COMPLETO



 





Venerdì 23 _ NOSHAME presenta…
Una Serata Senza Vergogna: Mario Bava E La Sf Della Ddr! A partire dalle 20.00 appuntamento con la NoShame, società che edita degli introvabili e incredibili film in dvd. Il critico cinematografico Giona A. Nazzaro presenta due chicche di nuova uscita:
21.00 Caltiki Il Mostro Immortale di Riccardo Freda (italia 1959, 75' fotografia effetti speciali e altro: MARIO BAVA) Gli scienziati John e Max scoprono nella giungla messicana una statua di Caltik , dea della morte. Davanti alla statua c'è una pozza d'acqua, dalla quale esce n enorme mostro che afferra un braccio di Max. John riesce a salvare l'amico e o conduce a Città del Messico. Sul braccio di Max è rimasto un brandello di carne d l mostro, da cui si svilupperà un'orribile creatura…
22.15 Eolomea La Sirena Delle Stelle di Hermann Zschoche (DDR 1972) uno dei tre film MAI VISTI del cofanetto STELLE ROSSE, la Fantascienza della Germania Est. In pochi giorni otto astronavi da trasporto scompaiono misteriosamente, mentre dalla stazione spaziale Margot non giungono più comunicazioni. Uno degli scienziati del Consiglio Spaziale, decide di sospendere ogni attività nella zona, quindi inizia a investigare sul caso con il professor Tal, che sembra essere a conoscenza degli eventi prima ancora che questi avvengano.



Sabato 24 _ NOVAMUZIQUE presenta Sh(R)Ock!Umentaries

21.00 The Bad Luck 13 Riot Extravaganza – Let The Riot Begin (USA 2004, 21') di Jag 13 with Bad Luck. Un impossibile rock/shockumentary sui terribili 13. Ebbene si, la violenza di un uomo alla GG Allin moltiplicata per tredici. Estremo footage da concerti, feste in camere d'albergo, camerini… dalla violenza devastante. Nulla di così estremo è mai stato documentato! Un opera geniale e impossibile!
21.30 The Bad Luck 13 Riot Extravaganza – July 25Yh 2004 (USA 2004, 21') di Bad Luck. Da uno dei festival più estremi mai concepiti da mente umana un live (?) di quella che è la band brutal hardcore/metal più terrificante e pericolosa del pianeta. Distruttivi e autolesionisti nel senso più autentico del termine. Quello che pochi avrebbero il fegato di vedere dal vivo… Si sconsiglia vivamente la visione ai deboli di stomaco!
22.00 Gg Allin & The Murder Junkies – Raw, Brutal, Rough & Bloody – Best Of Live 1991 (100' circa) San Diego, Chicago; Atlanta. Tre live/performance dell'indomabile GG ALLIN (dopo 19 mesi di carcere, Allin, ancora più… nudo, brutale, rozzo e cuento!). Il "tempio del rock'n'roll" fatto uomo! Da "Bite it you scum" a "I wanna rape you" attraverso una breve intervista alla mamma di GG! Imperdibile!


Domenica  25 _  Detournament#07

21.30 Exiled (Hong Kong / Cina 2006,98' v.o. sott. Italiano) di Johnnie To. Due gangster di Hong Kong vengono chiamati dal loro capo. Hanno il compito di trovare un componente della banda che si è macchiato di tradimento e di giustiziarlo. Il fuggitivo si è nascosto a Macau e i due lo rintracciano con facilità. Una volta sul posto, però, si trovano davanti a un dilemma perché compaiono dal nulla due vecchi loro compagni, decisi ad ostacolare la loro missione. Mentre i quattro tentano di negoziare e di risolvere la questione, compare un quinto uono. In più, tra di loro c'è un altro traditore.
GUARDA IL TRAILER!


Martedì 27 _ Doc-Tour


21.00 Billy, How Did You Do That? di V. Schlondorff (USA, Ger, 2005, 130',v.o. sott ita) . Una lunga conversazione del regista Tedesco premio oscar con uno dei maestri del cinema americano. L'incipit, nelle parole di Schlondorff  è del tipo "quando Wilder ha accettato di concedersi per raccontare la sua vita pensava che fossi un regista sconosciuto allo sbaraglio, mi ha dato il permesso di finire il documentario solo dopo la sua morte!". Wilder è morto e quello che viene fuori da questo documentario molto grezzo è un personaggio davvero molto vicino alle contraddittorie figure che portava in scena…


Mercoledì 28 _ Transfigured Time


Dalle 21.00
Meshes Of The Afternoon Di Maya Deren (USA 1943, 14')
At Land Di Maya Deren (USA 1944, 16')
A Study In Choreography For Camera  Di Maya Deren (USA 1945, 3')
Ritual In Transfigureted Time Di Maya Deren (USA 1946, 16')
Meditation On Violence Di Maya Deren (USA 1948, 12')
The Very Eye Of Night Di Maya Deren (USA 1959, 15')
22.30 Container di Lukas Moodysson (Svezia 2006, 74') Descritto dal regista come "un film muto in bianco e nero con del suono", una frase dell'autore, in particolare, rende l'idea della sua nuova poetica di sperimentazione: "una donna nel corpo di un uomo. Un uomo nel corpo di una donna. Gesù nel ventre di Maria. Si rompono le acque, scorrono verso di me e non riesco a fermarle. Il mio cuore è gonfio".



 








DETOUR OFFCINEMA

Via Urbana 47/a  

00184 ROMA

Tel. 06 45490845 (16-24) 



Ingresso riservato ai soci

Offcinema Detour

PROGRAMMA 1-11 FEBBRAIO

--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!
--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
Offcinema Detour 


Via Urbana 47/a tel. 0645490845





Giovedì 1 febbraio

Carta Bianca a… CORSO SALANI 

A cura di Sentieri Selvaggi e Detour Offcinema

A partire dalle 20.30 Dopo il successo della serata presentata da Enrico Ghezzi replichiamo la formula del "personaggio che fa la programmazione" con il regista/attore Corso Salani che ha scelto la via dell'indipendenza. In seguito all'incontro con il pubblico sarà lui a proporre ben due film a sorpresa. 

Nato a Firenze il 9 settembre 1961, Corso Salani si diploma nel 1984 presso l'Istituto di Scienze Cinematografiche della sua citta. Dopo aver debuttato nella regia con Zelda (1984), film in Super8 girato nell'sola di Capraia, realizza un video e un documentario sul gruppo dei Litfiba. Nel 1985 si trasferisce a Roma dove inizia a lavorare come segretario di produzione e l'anno dopo e aiuto regista di Carlo Mazzacurati per Notte italiana. Nel 1989 firma il suo primo lungometraggio Voci d'Europa (1989), tre racconti d'amore e di solitudine, da lui stesso interpretati ed ambientati in Ungheria (Semmi mas), Gibilterra (Radio Miramar) e nell'Andalusia (Descuidos), con cui si aggiudica il premio speciale Eliopolis al Festival Riminicinema. Dopo aver diretto il documentario Eugene si Ramona (1990), viene scelto da Marco Risi per il ruolo di Rocco, il tenace giornalista che cerca di far luce sulla tragedia di Ustica (Il muro di gomma,1991), mentre l'anno dopo e in Kenia insieme all'ambiguo Diego Abatantuono che lo conduce verso nuovi e inquietanti orizzonti di vita (Nel continente nero, Marco Risi,1992). Tra queste due prove, torna ancora sull'isola di Capraia per raccontare la fine di un amore nel suo secondo lungometraggio, Gli ultimi giorni (1991), di cui e anche attore, sceneggiatore e produttore. E, dopo Voci d'Europa, torna ancora a proporre il personaggio di Alberto, sulle orme del Michele Apicella morettiano, per rappresentare nostalgie e delusioni giovanili. Anche se dimostra una particolare abilita nel dirigere se stesso, viene comunque richiesto da altri autori, soprattutto da quelli con cui riesce ad instaurare un rapporto immediato di fiducia che va ben oltre la verifica di un provino. E' il misterioso suicida di La fine e nota (Cristina Comencini, 1993), sulle cui tracce di vita si spinge Fabrizio Bentivoglio, mentre, come aspirante sceneggiatore, si affanna per farsi strada nel mitico mondo di Cinecitta.





Venerdì 2 febbraio 

CRONENBERG "THE HUMAN EXPERIENCE"#2

21.00 THE ITALIAN MACHINE (Canada 1976, 24'V.O.) di David Cronenberg

La macchina italiana del titolo è una potente Ducati, oggetto del desiderio di un collezionista che vuole soltanto possederla. Liberata da un gruppo di motociclisti, la moto finalmente vive.

21.30 THE LIE CHAIR (Canada 1975,26'V.O.) di David Cronenberg

In una notte di tempesta una coppia si ritrova in una casa sconosciuta. Il padrone li obbliga a un crudele gioco di ruoli. Atmosfere gotiche e fantastiche per un Cronenberg poco usuale.

22.00 CRIMES OF  THE FUTURE (USA  1970, 63'. V.O. sott. italiano) di David Cronemberg. Secondo lungometraggio di Cronenberg,  descrive una società futura  in cui le donne fertili sono scomparse a causa di un devastante prodotto  cosmetico, che provoca secrezioni in grado di portare alla massima  eccitazione sessuale attirando le vittime e causando la loro morte.

 




Sabato 3 febbraio Freakanima

21.00 MIND GAME (2004, Jap, anim.mista, 35mm, col, 104', v. o. sott. italiano) di Masaaki Yuasa. Tratto dal manga di Nishi Robin il film è qualcosa di assolutamente unico anche nel pur così variegato mondo dell'anime giapponese. E' un game appunto, un giocare prima di tutto con gli stili, con il concetto stesso di animazione, uno straripare di immagini e di idee: a momenti surreali si alternano scene brevissime di una tristezza e di una caducità tutta giapponese. Il regista Yuasa Masaaki (già autore fra l'altro di Crayon Shin-chan, folle, eccessivo e più volte criticato cartone animato per bambini) lasciando da parte i classici alla Miyazaki, la fantascienza filosofica alla Ôtomo e perfino l'Oshii di Ghost in the shell e rielaborando molto personalmente il manga di Mind Game, si è scaraventato in un'opera d'avanguardia, di sperimentazione di sensi, dove l'alto è mescolato con il basso.







Domenica 4 febbraio Detournament#07

21.30 EXILED (Hong Kong / Cina 2006,98' v.o. sott. Italiano) di Johnny To. Due gangster di Hong Kong vengono chiamati dal loro capo. Hanno il compito di trovare un componente della banda che si è macchiato di tradimento e di giustiziarlo. Il fuggitivo si è nascosto a Macau e i due lo rintracciano con facilità. Una volta sul posto, però, si trovano davanti a un dilemma perché compaiono dal nulla due vecchi loro compagni, decisi ad ostacolare la loro missione. Mentre i quattro tentano di negoziare e di risolvere la questione, compare un quinto uono. In più, tra di loro c'è un altro traditore







Martedì 6 febbraio 

LA SCIENZA DEL SOGNO DI MICHEL GONDRY 

A cura di "Visioni"

20.45 ETERNAL SUNSHINE OF A SPOTLESS MIND (Se mi lasci ti cancello) di Michel Gondry (Usa 2004, 108') Con Jim Carrey, Kate Winslet, Elijah Wood. Joel e Clementine sono una coppia molt  innamorata. Un giorno però, la ragazza, stanca dell  sua relazione ormai in fase di declino, decide  mediante un esperimento scientifico, di farsi asportar  dalla mente la parte relativa alla storia con Joel. I  giovane, una volta venuto a conoscenza di quest  fatto, sceglie di fare altrettanto ma durante i  procedimento cambia idea. 





Mercoledì 7 febbraio

François Ozon: les amants irreguliers

21.00 CORTOMETRAGGI 

21.30 Les amants criminels ("Amanti criminali", Fra 1999, 90', v.o. sottot. Italiani) di Francois Ozon.  Alice e Luc sono due adolescenti di una cittadina della provincia francese  Insieme pianificano l'omicidio di Said, un loro compagno di scuola reo di ave  dimostrato con troppa arroganza il suo interesse per la ragazza. Recatisi ne  bosco per seppellire il cadavere, i due vengono rapiti da un orco senza scrupol  che li terrà in ostaggio infliggendogli ogni genere di tortura fisica e psicologica.







Giovedì 8 febbraio

François Ozon: les amants irreguliers

21.00 CORTOMETRAGGI 

21.30 LE TEMPS QUI RESTE  ("Il tempo che resta", Fra 2005, 85', v.o. sottot. Italiani). di Francois Ozon, con Melville Poupaud, Jeanne Moreau, Valeria Bruni Tedeschi. Romain è un giovane fotografo di moda a cui vien  diagnosticato un cancro all'ultimo stadio. All  (chemio-)terapia preferisce il decorso ineluttabile dell  malattia. Lascia la professione, il proprio compagno  gli affetti familiari per ritirarsi in solitudine nel su  appartamento parigino. Il ripiegamento affettivo  interrotto soltanto dalla visita all'anziana nonna  dall'incontro casuale con una coppia sterile a cui f  dono di un figlio. Davanti al mare si congeda dal mondo.







Venerdì 9 febbraio

TOKIO SYNDROME – nuove frontiere dell'horror giapponese

20.30 incontro con gli autori  del libro "Tokio Syndrome" di Alessio Gradogna e Fabio Tasso (Ed. FalsoPiano 2006) sul neo cinema horror nipponico.

"Negli ultimi anni i distributori, senza alcuna cognizione di causa (e senza che si possa individuare un criterio qualitativo nelle scelte dei film), hanno finalmente iniziato a proporre anche nelle nostre sale pellicole asiatiche, in particolare del genere horror. Soprattutto chi si è appassionato o anche solo interessato a tale cinematografia da poco tempo, rischia di farsi un'idea perlomeno distorta. Il pericolo dell'identificazione dell'horror asiatico (in questo caso specifico, quello giapponese) con la sterile ripetizione di stereotipi narrativi e visuali è, se non già avvenuta, un rischio concreto. Si sentiva la necessità di un testo in lingua italiana che facesse un po' di ordine nella confusione perpetrata ai danni dell'ignaro spettatore. Ben venga allora questo libro di Alessio Gradogna e Fabio Tasso, che fa il punto della situazione. Il testo molto scorrevole e scritto con competenza non ostentata, analizza le opere horror dei registi Tsukamoto, Miike, Shimizu, Kurosawa, Nakata (il sesto capitolo si dedica ad altri sei film di significativa importanza per il genere) tentando di spiegare l'esplosione e affermazione del "fenomeno J-Horror", tanto da scatenare un'ondata incontrollata di remake."

22.00 KAIRO – PULSE (Giappone 2001, 115', v.o. sottot. italiani) di Kiyoshi Kurosawa

Dopo il suicidio di uno dei loro amici, un gruppo di giovani di Tokyo è testimone di una serie di strani avvenimenti. Uno di loro vede la forma dell'amico morto come un'ombra impressa sul muro, mentre il computer di un altro inizia ad accendersi da solo mandando strane immagini…







Sabato 10 febbraio who is your idol?

20.45 I KILL YOUR IDOLS (USA 2004, 75 min, English Version) di  Scott Crary. Scott Crary racconta la storia della scena musicale art-punk newyorkese attraverso le gesta dei gruppi che l'hanno creata, un documento raro che dimostra come la vita di quelle storiche band fosse caotica come la loro musica. Il percorso si snoda in 30 anni: dagli anni '70 dei Suicide, Teenage Jesus and the Jerks, Theoretical Girls, D.N.A. che inaugurano il genere, per poi proseguire con gli anni '80 dei Sonic Youth ed approdare al giorno d'oggi, dove la scena si mantiene vivacissima grazie a band come Yeah Yeah Yeahs, Liars e Gogol Bordello.

22.15 DIG! (USA 2004; 107', English Version) di Ondi Timoner. Un film che segnerà la storia del Rockumentary. Sette anni di lavoro per oltre 2000 ore di girato, Dig! ci immerge nel ventre del rock'n'roll,svelandoci un'incredibile storia di successo ed autodistruzione. I protagonisti, Anton Newcombe dei "Brian Jonestown Massacre" e Courtney Taylor dei "Dandy Warhols", sono amici e nemici. Dig! è la storia dei loro amori e ossessioni,concerti e registrazioni, arresti e minacce di morte, alti e bassi, e il delicato equilibrio tra arte e mercato! 







Domenica 11 febbraio Detournament#07

21.30 EXILED (Hong Kong / Cina 2006,98' v.o. sott. Italiano) di Johnnie To. Due gangster di Hong Kong vengono chiamati dal loro capo. Hanno il compito di trovare un componente della banda che si è macchiato di tradimento e di giustiziarlo. Il fuggitivo si è nascosto a Macau e i due lo rintracciano con facilità. Una volta sul posto, però, si trovano davanti a un dilemma perché compaiono dal nulla due vecchi loro compagni, decisi ad ostacolare la loro missione. Mentre i quattro tentano di negoziare e di risolvere la questione, compare un quinto uono. In più, tra di loro c'è un altro traditore






 

---------------------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA: OFFERTA PER I LAUREATI DAMS e altri per la SPECIALIZZAZIONE

---------------------------------------------------------------------

DETOUR OFFCINEMA

Via Urbana 47/a  

00184 ROMA

Tel. 06 45490845 (16-24) 



Ingresso riservato ai soci