Omaggio a Vittorio De Sica

Dal 1 al 3 agosto retrospettiva dedicata al regista organizzata dal Terra di Siena International Film Festival

“Cinema e Musica”: Abbadia San Salvatore rende omaggio a Vittorio De Sica
 
Una retrospettiva dedicata al regista Vittorio De Sica, con tre serate che vedranno la proiezione di alcuni capolavori restaurati e accompagnati da musica dal vivo, a cura dell’Associazione Amici di Vittorio De Sica e dell’Associazione Lavori in Corso. E’ quella che Abbadia San Salvatore si prepara ad accogliere dal 1 al 3 agosto, sotto il titolo di “Cinema e Musica”, organizzata dal Terra di Siena International Film Festival, nell’ambito della sua 15esima edizione in programma a Siena nel mese di ottobre. Numerosi gli artisti, i registi e gli intellettuali che hanno già dato la loro adesione, tra cui il regista Marco Filiberti; il produttore cinematografico Donald Ranvaud; le attrici Simona Marchini e Livia Giuggioli Firth e le produttrici americane Eleonora Jekinson  e Joyce Pierpoline. 
 
La rassegna. Le serate animeranno il Cinema Teatro Amiata con tre appuntamenti all'insegna di film che hanno la storia del cinema italiano: “Ladri di biciclette” e “Miracolo a Milano” saranno presentati dal figlio del grande regista, il maestro Manuel De Sica, compositore nonché nomination all'Oscar per la colonna sonora del film “Il giardino dei Finzi Contini”. A condurre le serate saranno due beniamine di Abbadia San Salvatore, le conduttrici di Rai2 Laura e Silvia Squizzato, che hanno accompagnato il Comune badengo nelle recenti sfide nella trasmissione di Rai2 “Mezzogiorno in famiglia”. Nella tre giorni del Terra di Siena International Film Festival ci sarà anche una videoconferenza del compositore Manuel De Sica nel Museo Mineriaro, oltre a visite guidate per gli ospiti nel trenino della vecchia miniera di mercurio, una delle più famose al mondo, e un’escursione nei boschi dell’Amiata guidata dal giornalista Federico Fazzuoli.
 
“La scelta del Monte Amiata, un antico vulcano, non è stata casuale – commenta la direttrice artistica del Terra di Siena International Film Festival, Maria Pia Corbelli – Il Terra di Siena International Film Festival privilegia, infatti, temi sociali e umanitari come la difesa dell'ambiente e i diritti umani. Non poteva, quindi, mancare  un luogo speciale in Terra di Siena come l'Amiata, che fu definita dal Dalai Lama “il piccolo Tibet”. Oggi Merigar, la comunità fondata dal Maestro Norbu festeggia i trent'anni e il Terra di Siena International Film Festival è orgoglioso di aver scelto per la retrospettiva "Cinema e musica" un luogo mistico, dove è possibile dissolvere le tensioni e armonizzare mente e corpo”.

 

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------
__._,_.___
------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8