Ondine di Neil Jordan, il trailer

Ondine, di Neil Jordan – il trailer

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Se rimosso, visibile anche sul sito ufficiale

Il bel trailer di Ondine, il nuovo film di Neil Jordan (8 nominations e 4 premi agli ultimi IFTA Awards) è un'anteprima sui malinconici paesaggi d'Irlanda fotografati dal grande Christopher Doyle e i suoni di Kjartan Sveinsson, tastierista degli islandesi Sigur Rós.

 

Syracuse (Colin Farrell), un matrimonio fallito, seri problemi di alcool, la figlia Annie gravemente malata, trova nelle sue reti daAlicja Bachleda in una scena di ONDINE, di Neil Jordan pesca una ragazza splendida (Alicja Bachleda). "Ondine è l'evoluzione di questa unica immagine" racconta Neil Jordan nelle note di produzione "un pescatore trova un corpo che sembra morto, ma si rianima. C'era qualcosa in questa immagine iniziale, che mi ha suggerito sia un elemento magico, sia una terribile, dura realtà. Ho semplicemente sviluppato tutto da qui."

 

La bambina (l'esordiente Alison Barry) crede che la ragazza sia una sirena, o meglio, una selkie (come spiega il folklore irlandese, una creatura che da foca può assumere le sembianze di una splendida donna. La selkie può entrare in contatto solo temporaneamente con gli esseri umani: per costringerla a non tornare al mare, il suo salvatore, che ne diventa l'amante, deve rubare e nascondere la sua pelle di foca).

"Il film racconta l'immaginario di una bambina malata e la sua incrollabile speranza nel miracoloso" afferma Jordan, ma anche una realtà che corrisponde quasi perfettamente a quella della pellicola. "Girare a Castletownbere (contea di Cork) è stato importante per un film in cui ogni personaggio ha un rapporto molto intimo con il paesaggio: è un vero villaggio di pescatori, un luogo lontano dai sentieri turistici obbligati."

 

Colin Farrell e Alison Barry in una scena di ONDINE, di Neil JordanCome spesso nei film di Neil Jordan, anche la più tenera delle storie d'amore deve fare i conti con una realtà incontrollabile: un terribile incidente d'auto e la comparsa di un personaggio che appartiene al passato oscuro e violento di Ondine.

 

Racconta Colin Farrell (fortemente voluto da Neil Jordan, che non lo considera ancora sufficientemente valorizzato come attore) in una recente intervista che il progetto lo ha catturato anche per le affinità con la sua storia personale: la dipendenza dall'alcool – l'attore ai tempi di Miami Vice ha dato una svolta alla propria vita disintossicandosi completamente e oggi afferma: "Ho orbitato per anni intorno al concetto romantico che un artista deve vivere immerso in un mondo di dolore e ho creato la mia versione di autocommiserazione e di disagio, con tutte le fortune che ho come attore. […] Per le persone che bevono troppo, il problema non è davvero l'alcool. Si tratta di una incapacità di affrontare la vita. Non voglio fare facili analisi psicologiche, ma ciò che fa chi rinuncia all'alcool non è altro che guardarsi allo specchio senza filtri per la prima volta".

Altro tema, la paternità difficile – il figlio di Farrell soffre di una rara malattia genetica, ma l'attore sgombra subito il campo da equivoci ricordando che la sua condizione fortunata gli offre tutti i mezzi per curarlo al meglio, a differenza del pescatore proletario del film.

Proprio sul set di Ondine Farrell e la polacca Alicja Bachleda, oggi genitori di un altro bambino, hanno iniziato la loro relazione. Nel cast sono affiancati da Stephen Rea nel ruolo di un sacerdote, Tony Curran e Dervla Kirwan. Sul set di ONDINE, un film di Neil Jordan con Colin Farrell e Alicja Bachleda

Ondine è stato già presentato al Toronto International Film Festival, al Brussels International Fantastic Film Festival e al Tribeca Film Festival e sarà distribuito da Magnolia Pictures non solo in sala dal 7 giugno ma anche, in anticipo, con la formula on demand – xbox live, playstation, amazon, vudu, a partire dal 7 maggio.

 

Tra i progetti futuri di Neil Jordan (La moglie del soldato, In dreams, In compagnia dei lupi, Triplo gioco, Breakfast on Pluto, Il buio nell'anima) ci sono Heart Shaped Box, thriller per Warner Bros su un'attempata rock star con un debole per il macabro, e l'adattamento di The Graveyard Book, romanzo di Neil Gaiman (Coraline), vincitore del prestigioso premio di letteratura per ragazzi Newbery Medal e uscito in Italia per Mondadori come Il Figlio del Cimitero.