Origini e Storia delle Gangs di New York

Mentre arriva nelle sale il film di Martin Scorsese, vi anticipiamo un brano del libro “C'era una volta New York” che racconta la storia del film dalla ideazione alla realizzazione, redatto sul set dall'autrice Debora Farina (per gentile concessione dell'Editrice Cinetecnica)

-----------------------------------------------------------
UNICINEMA LAST MINUTE! – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ. APERTE ANCORA LE ISCRIZIONI PER IL 2023!


-----------------------------------------------------------

            C'era una volta a New York una parte di inferno, il primo ghetto urbano della nazione. Originato dall'intersezione di tre strade: Anthony (oggi Worth), Orange (oggi Baxter) e Cross (non più esistente), il quartiere dei Five Points si estendeva dopo un lago artificiale di 5 acri risalente al 1813, conosciuto come The Collect.

            Il distretto fu noto nel Diciannovesimo Secolo, come un centro di violenza e dissolutezza. Per le poverissime famiglie di immigrati che sbarcavano nell'antico porto, era una fortuna trovare una stanza in edifici come la Old Brewery, il Jacob's Ladder, il Gates of Hell, ed il Cow Bay che divennero ben presto la materializzazione della più recondita visione di sporcizia ed infamia, ma soprattutto dell'umana miseria. In tale contesto, il crimine e la prostituzione costituivano nella maggior parte dei casi l'unico modo per sopravvivere, mentre rigogliava la formazione di street gang al servizio dei politici corrotti. Qualsiasi visitatore narrò di aver trovato nei Five Points il posto più infame che aveva mai visto prima. Descrivendo una visita, che fece nel 1842, Charles Dickens scrisse: "Questo è il posto: quelle strette vie divergenti a destra e a sinistra, completamente impregnate di fumo, sporcizia e sudiciume. Le facce rozze e gonfie alle porte, si equivalgono con quelle nelle case. La dissolutezza ha fatto invecchiare queste case prematuramente. Vedi come le travi fradice stanno cascando, e come le finestre tappezzate, rotte, sembrano aggrottarsi oscurandosi come occhi colpiti in una zuffa tra ubriachi. Molti di quei porci vivono qui. Si meravigliano anche del perché i loro signori camminano dritti invece di fermarsi lì? E del perché essi parlano invece di grugnire?".

----------------------------
SENTIERISELVAGGI21ST N.12 – COVER STORY: TOM CRUISE, THE LAST MOVIE STAR

----------------------------

            Le originali gang dei Five Points ebbero la loro genesi nelle abitazioni, nei saloon, e nelle sale da ballo del distretto di Paradise Square. Alcuni, tra i gangster, erano delinquenti veri e propri, altri semplici teppisti, riuniti per la maggior parte proprio nell'area di New York dei Five Points. Avevano una sorta di divisa e chiamavano i loro membri con soprannomi cifrati (molti rituali delle gang contemporanee hanno le loro radici in quel periodo). L'organizzazione all'interno di unità di lavoro, e la conseguente trasformazione dell'area in una landa di crimine e violenza, seguì da vicino l'apertura degli economici empori green grocery speak-easies che esplosero attorno alla piazza e lungo le strade adiacenti. La prima di queste green grocery, fu stabilita nel 1825 da Rosanna Peers in Center Street appena a sud di Anthony, oggi Worth Street. Masse di piante decadenti erano dispiegate su tralicci al di fuori del negozio, mentre nel retro bottega Rosanna vendeva i forti liquori del periodo, a prezzi minori rispetto a quelli dei saloon. Questa stanza divenne ben presto il ritrovo di criminali, borseggiatori, assassini, e ladri. Lo stesso anno, Edward Coleman, un immigrato irlandese, organizzò la prima gang criminale americana a New York City: i Forty Thieves. La gang che sembra esser stata la prima a New York definitivamente riconosciuta, come il suo leader, si formò nel grocery store di Rosanna Peers, il cui retro bottega fu usato come luogo d'incontro e quartier generale sia di Edward Coleman, come di altri eminenti criminali. Lì si ricevevano i rapporti dei rispettivi uomini, e da lì i capi ordinavano le missioni negli angoli più bui delle zone controllate. I Kerronians composti dagli irlandesi nativi di County Kerry, una piccola gang che girava raramente per Center Street, fu un altro prodotto del 'negotium' della Peers; i suoi membri erano votati quasi esclusivamente all'odio verso gli inglesi.  

--------------------------------------------------------------
SENTIERI SELVAGGI BLACK FRIDAY

--------------------------------------------------------------

            Molte delle green-grocer, bische clandestine, bordelli, saloon e sale da ballo, furono inaugurate dai leader politici (di Tammany Hall e Native Americans, i due maggiori partiti politici dell'epoca), che utilizzarono i migliori talenti delle gang per saccheggiare i fondi pubblici e mantenere il controllo della città.  I politici corrotti capirono subito che avrebbero potuto controllare le urne con i voti – e le elezioni – comprando il supporto delle street gang. Tammany Hall, ad esempio, costruì la sua forza sui servizi delle gang irlandesi. Il filo rosso che legava i leader politici a quello delle gang era molto spesso. Ad esempio, William Poole, detto Bill The Butcher per la sua professione di macellaio (era noto per la sua destrezza con i coltelli, dalla lunghezza di non meno di venti piedi), fu contemporaneamente membro dei Native Americans e leader della sua stessa gang. Il giorno dell'elezione, Bill ed i suoi uomini 'fecero in modo' che tutti i voti andassero ai Native. Violenza a parte, essi spesso usavano dei 'repeaters', dei ripetitori, ovvero persone che votavano più di una volta.


           

Le principali gang dei Five Points furono i Chichesters, i Roach Guards, i Plug Uglies, gli Shirt Tails, e i Dead Rabbits, alleati ai leader politici del Tammany Hall. La più grande e potente gang dei Five Points fu quella dei Dead Rabbits.

            Altre gang sorsero anche nella Bowery. Queste formazioni criminali, erano invece sostenute dai leader politici del Native Americans; la più importante fu la gang dei Bowery Boys, seguita da quelle dei True Blue Americans, degli American Guards, degli O'Connell Guards, e degli Atlantic Guards.


            I Chichesters, i Roach Guards, i Plug Uglies, gli Shirt Tails, e i Dead Rabbits erano organizzati ed avevano il loro ritrovo in altri grocery store, all'epoca salutati come i peggiori covi dei Five Points, ed il centro dell'infamia e del crimine. Gli Shirts Tails furono così chiamati perchè indossavano le loro maglie fuori dai pantaloni, come i Chinamen, mentre l'appellativo dei Plug Uglies provenne dai loro enormi cappelli a cilindro, che essi riempivano con lana e pelli, e tiravano giù fino alle orecchie facendoli divenire elmetti quando andavano in battaglia. I Plug Uglies erano per la maggior parte giganteschi uomini irlandesi, ed includevano tra i membri alcuni dei più torbidi personaggi dei Five Points. Anche il più feroce criminale s'inchinava se uno dei giganti Plug Ugly camminava intorno in cerca di guai, con una grande mazza in una mano, e un pezzo di mattone nell'altra, una pistola spuntante dalla tasca e l'alto cappello calato sulle orecchie, tuttavia in modo da non oscurare gli occhi crudelmente intensi. Era esperto di violente ed impetuose lotte, e indossava pesanti stivali guarniti con grossi chiodi da scarpa con cui egli pestava la sua, prostrata e bisognosa d'aiuto, vittima.


            I Dead Rabbits fecero originariamente parte dei Roach Guards, organizzati in onore del nome di un liquore venduto ai Five Points. Tuttavia si svilupparono dei dissesti interni, e ad uno dei furibondi incontri della gang, qualcuno gettò un coniglio morto nel centro della stanza. Una delle fazioni lo interpretò come un presagio, ed i suoi membri si tirarono indietro, formando una gang indipendente chiamata Dead Rabbits (nello slang del periodo un rabbit -coniglio- era un teppista, ed un dead rabbit -coniglio morto-,era un vero e proprio criminale).


            Qualche volta essi, erano anche conosciuti come i Black Birds, largamente rinomati per la loro abilità come ladri ed assassini. L'uniforme di battaglia dei Roach Guards si caratterizzava per una striscia blu lungo i pantaloni, a differenza di quella dei Dead Rabbits con da una striscia rossa, ed un coniglio morto impalato su un'asta.


            I Rabbits e i Guards giurarono che avrebbero lottato l'uno contro l'altro ai Points, ma uniti nella causa comune contro le Bowery gangs, stabilendo un patto contro i nemici anche con i Plug Uglies, gli Shirt Tails, e i Chicesters.


            I due schieramenti di gang, quelle irlandesi dei Five Points e quelle anti-immigrazione incappucciate della Bowery, sostenuti dal reciproco odio per le differenze etniche, lottarono strenuamente per ottenere il controllo delle strade ed un proprio territorio regolare.  I Bowery Boys e i Dead Rabbits guerreggiarono per la conquista del territorio per molti anni, dando luogo ad infinite battaglie letali. Le lotte erano talmente lunghe ed intense, che talvolta era necessario l'intervento dell'esercito perché si fermassero. La decade precedente la Guerra Civile rappresentò un apice per molte delle gang di New York al servizio del corrotto governo cittadino. I membri delle gang aumentarono, ed esse poterono incendiare le urne con i voti, saccheggiare uffici e case private, senza temere l'interferenza della polizia. Nel 1857 ebbe luogo la maggiore battaglia di strada tra gang: la Dead Rabbits Riot che lasciò sul campo un centinaio di vittime. Cinque anni più tardi, nel 1863, le gangs dei Five Points vennero coinvolte nelle Draft Riots. La protesta per essere stati obbligatoriamente chiamati sotto le armi, fu, da parte dei poveri abitanti del quartiere, violentissima. New York City bruciò per cinque giorni. Più di un centinaio di edifici furono distrutti, e molti altri ancora saccheggiati. Vennero stimati 2000 morti; un numero maggiore di quelli della Battaglia di Bull Run.


            A partire dal Ventesimo Secolo, a rilevare il crimine dei Five Points, furono gli ebrei. Le gang ebraiche si imposero durante le agitazioni sindacali dei primi anni del Novecento (del Labor Party), quando si posero al servizio sia delle unioni sindacali, che dell'amministrazione cittadina.


            Intanto, negli stessi anni, avveniva un nuovo influsso migratorio: quello delle famiglie italiane. E proprio al loro interno sarebbe stato allevato il gruppo dominante del crimine americano. Paul Kelly, alias Paolo Antonio Vacarelli, formò una gang dalle mischiate etnie, chiamata i Five Pointers. Da questa gang e dalla sua squadra interna i Five Points Junior, provennero alcuni dei più tragicamente rinomati nomi del crimine americano: Al Capone, Lucky Luciano, Meyer Lansky e Bugsy Siegel.


            Nell'infanzia di Martin Scorsese, tutto questo era conosciuto come Little Italy.


 

 


Dal libro "C'era una volta NEW YORK, Martin Scorsese GANGS OF NEW YORK", di M. Debora Scorsese, Editrice Cinetecnica, 2003, 18 euro.

--------------------------------------------------------------
LAST MINUTE SCUOLA TRIENNALE 2022-23

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative