Oscar 2012

 Oscar 2012: trionfano The Artist e Hugo Cabret. Premiazione all'insegna della celebrazione del passato e del cinema che fu. 

protagonisti the artistSi è appena conclusa l’84esima edizione del Premio Oscar, tenutasi al Kodak Theatre di Los Angeles. A condurre la premiazione l’attore Billy Crystal (dopo l’abbandono di Eddie Murphy per solidarietà con le dimissioni del produttore esecutivo Brett Ratner, accusato di omofobia) alla sua nona presentazione della celebre Notte. Trionfa, come conferma ai numerosi pronostici The Artist di Hazanavicius, che si aggiudica 5 statuette dorate (miglior film, regia, attore non protagonista, costumi e colonna sonora). Pari successo ha riscosso anche Hugo Cabret, già premiato ai Golden Globe, per la parte “tecnica” dell’edizione: miglior fotografia, scenografia, montaggio sonoro, sonoro ed effetti speciali, dopo 11 nomination. E’ al terzo premio della sua carriera per attrice non protagonista Meryl Streep, che lo riceve dalle mani del precedente vincitore Colin Firth. Migliore attrice non protagonista è invece Octavia Spencer, per la sua interpretazione in The Help, di Tate Taylor. Grande successo anche per il film iraniano A separation, di Farhadi, già insignito dell’Orso d’Oro a Berlino e premiato ai Golden Globe. Infine, dopo 25 anni è nuovamente vincitore per la sceneggiatura Woody Allen, per il suo Midnight in Paris. L’edizione di quest’anno, improntata alla celebrazione del passato e del cinema che fu, seppur poco movimentata presenta un incremento di ascolti rispetto a quelli dell’anno scorso, in crescita anche rispetto a quelle degli anni precedenti.protagonisti the artist

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------
------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8


oscar 2012

Chi sono i vincitori quest'anno? a chi bisogna fischiare? a chi è importante applaudire? Quali film assolutamernte da vedere? Ieri sera sono stati consegnati i premi per i più grandi successi di questo 2012.Sono stati in molti a commentare le vittorie come delle scontate e prevedibili scelte, eppure non tutti erano della medesima idea. Come sempre ci sono o ci possono essere dei colpi di scena, anche se stavolta pare non essere accaduto nulla di così sorprendente per chi avesse scommesso sulle vittorie…

Una cascata di oscar è caduta sui due film pronti a far rivivere un cinema delle origini. Una cascata di applausi e meriti per due capolavori.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

"The Artist"di Hazanavicius riceve cinque statuette come miglior film, regia, attore (Dujardin),colonna sonora e trucco.

"Hugo Cabret" di Scorsese riceve le cinque statuette tecniche:fotografia, effetti speciali, sonoro, montaggio sonoro e soprattutto scenografia.

Viene premiata Meryl Streep come migliore attrice (è la terza volta riceve questo premio)del film "The Iron Lady".

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

Il premio per migliore attrice non protagonista viene consegnato a Octavia Spencer;afroamericana che ha recitato nel film "The Help". Sul fronte maschile, invece,vince come miglior attore non protagonista, di 82 anni, Christopher Plummer dopo aver recitato nel film"Beginners".

"Una separazione" vince il premio come miglior film starniero. Il film sui Muppet ottiene il riconoscimento per la miglior canzone. "Uomini che odiano le donne" per il montaggio.

"Midnight in Paris" di Woody Allen, la miglior sceneggiatura originale.

Una soddisfacente e giusta premiazione. Un ritorno al passato, un tuffo nella malinconia. Chi ha consentito tutto ciò evidentemente non poteva non meritare le lodi di spettatori stanchi di un cinema con molta quantità e poca qualità. Con "The Artist" e "Hugo Cabret" si torna a sognare, si torna a sperare.

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8