#Oscars2019 – Cuaròn vince il DGA

Alfonso Cuaròn è il miglior regista dell’anno secondo la Directors Guild of America. Il cineasta messicano ha vinto per la seconda volta in carriera, dopo Gravity, il prestigioso riconoscimento e si conferma il favorito numero uno nella corsa all’Oscar per la miglior regia di Roma. Per la quinta volta dal 2014 il DGA viene assegnato a un regista messicano. A consegnare il premio nelle mani di Cuaròn è stato il connazionale Guillermo Del Toro, trionfatore lo scorso anno con La forma dell’acqua. Oltre all’autore di Roma, gli altri candidati al premio erano Bradley Cooper (A Star is Born), Spike Lee (BlackKklansman), Adam McKay (Vice) e Peter Farrelly (Green Book).

I DGA continuano a essere l’ipoteca più seria per un regista in vista degli Academy Award. Dal 1949 a oggi solo in sette occasioni un vincitore del Directors Guild non si è confermato agli Oscar. Nella categoria del miglior regista di documentario si è imposto Tim Wardle per Three Identical Strangers, che a sorpresa non è stato candidato agli Academy, mentre come miglior regista esordiente è stato eletto Bo Burnham per Eighth Grade. Un po’ di gloria infine anche per Adam McKay. Sconfitto nella categoria miglior Film, si è portato a casa il premio per la serie Tv prodotta dalla HBO, Succession.