OUT OF TIME – Sentieri Selvaggi intervista ROBERT ZEMECKIS

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

"La quarta dimensione è quella del tempo. Le mie storie hanno spesso a che vedere con la forma del tempo perché quella è la forma del cine & chianti omaggia robert zemeckiscinema: l'inizio, la fine, la velocità del fotogramma…il cinema può spostare il tempo, in un modo che forse solo la musica tra le arti è in grado di fare."

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Ospite della rassegna Cine & Chianti di Castelnuovo Berardenga, ROBERT ZEMECKIS racconta la sua amicizia con Steven Spielberg, basata sull'amore per i vecchi film degli anni '30, '40, '50 (John Ford, Frank Capra, Alfred Hitchcock), i cui passaggi in tv hanno formato un'intera generazione di cineasti. C'è la concreta eventualità che la Dreamworks di Spielberg (che si era occupata de Le verità nascoste e Cast Away) produca l'annunciato sequel di Roger Rabbit, che Zemeckis ha intenzione di girare con attori in carne e ossa e animazione tradizionale, per poi 'gonfiarlo' in 3D (a differenza dei suoi ultimi lavori in "3D puro", in stile cameroniano). Per Zemeckis, il digitale è per il cinema quello che la pittura a secco è stata per l'arte, abituata agli affreschi, e lo affascina molto la possibilità che in futuro i registi possano creare film direttamente sul desktop del proprio pc.
Il suo prossimo film sarà quasi sicuramente Yellow Submarine in 3D…but you'll never know…

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Zemeckis racconta anche le sue collaborazioni con il compositore Alan Silvestri ("gli parlo come se fosse un mio attore. ora che lavoro in digitale deve scrivere le musiche senza poter vedere niente del film, e così cerco di raccontargli le scene nella mia testa. per Polar Express e Christmas Carol ha scritto anche delle canzoni) e con Tom Hanks ("voleva girare Cast Away solo se gli avessi permesso di modificare realmente il proprio corpo, e così abbiamo aspettato la sua trasformazione tra la prima e la seconda parte del film, girando nel frattempo Le Verità Nascoste con la stessa troupe).