Parlano le voci italiane di Il libro della giungla

Si è svolto l’incontro con i doppiatori dei personaggi di Il libro della giungla, il live action ispirato al film Disney del 1967, diretto da Jon Favreau.

Toni Servillo, Violante Placido, Giovanna Mezzogiorno, Neri Marcorè e Giancarlo Magalli hanno parlato del loro approccio al doppiaggio, del lavoro svolto e del loro rapporto con i classici di animazione della Walt Disney.

--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!

-----------------------------------------------------

Toni Servillo: “Mi lega un lungo rapporto con la Disney, sia per la mia infanzia che quando sono diventato padre e Bagheera è colui che insegna la strada a Mowgli”

Gli fa eco Giovanna Mezzogiorno, la quale ha affermato come il suo film Disney preferito sia Bianca e Bernie e che negli anni ha appurato come l’animazione sia cambiata rispetto a quando fosse bambina. “Kaa mostra la complessità della seduzione” ha aggiunto l’attrice.

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

Dello stesso avviso sono Neri Marcorè (voce di Baloo) e la Placido (Raksha) che parlano di un film rivolto a tutti e la donna ha affermato come da sempre abbia la passione per gli animali e le è piaciuto molto prendere parte al film, invitando scherzosamente il pubblico ad andare al cinema piuttosto che al bioparco.

Giancarlo Magalli non è la prima volta che doppia un personaggio Disney visto che prestò la voce a Fil nel classico Hercules: “Sono lusingato che mi abbiano richiamato” e scherza sul fatto che spesso scelgano i doppiatori in base al loro aspetto fisico.

Gli attori hanno rivelato come doppiare un film con personaggi animati sia molto complesso e tutti hanno escluso di poter, un giorno, prendere parte a una produzione con il motion capture, sopratutto Servillo che ha parlato dell’importanza per un attore di essere carne ed ossa, anche se non nega la rilevanza di dare tutto al personaggio. Non a caso, uno dei complimenti che i cinque doppiatori si sono sentiti rivolgere durante la conferenza è stato il fatto di aver completamente fatto dimenticare chi si celasse dietro le voci degli animali.

Anche Marcorè e la Placido hanno parlato della paura che l’attore venga sostituito e hanno voluto porre anche l’accento sul messaggio del film e le molteplici letture a cui si presta.

Il libro della giungla uscirà il 14 aprile in 700 sale.