Percorsi di Cinema, al via oggi con Ruggero Deodato

L’intenzione dell’ANAC – Associazione Nazionale Autori Cinematografici – nel realizzare la 14° edizione di Percorsi di Cinema è quella di offrire un altro punto di vista sul cinema italiano, parallelo e non alternativo. Tre incontri con tre registi fondativi nella ricerca di una via espressiva al genere, a volte riconosciuti prima all’estero che in Italia, secondo il celebre adagio del nemo propheta in patria. Augurando una pronta guarigione a Umberto Lenzi, Steve della Casa presenterà il suo Spasmo (1974), thriller del quale restano impressi nella mente i manichini che raffigurano donne seviziate, e parlerà di Cuore criminale, l’ultimo libro pubblicato da Lenzi; Paolo Bianchini, autore celebrato negli ultimi anni per il recupero tardivo di Hypnos – Follia di massacro (1967), presenterà al pubblico di giovani Quel caldo maledetto giorno di fuoco (1968); incontrerà gli spettatori anche Ruggero Deodato, il regista che inventò ilfilone del “cannibal movie” e che nel 2016 è tornato dietro la macchina da presa dopo ventitré lunghi anni di assenza, per dirigere Ballad in Blood, thriller ispirato al misterioso omicidio perugino di Meredith Kercher per il quale furono accusati Amanda Knox e Raffaele Sollecito.
Ad accompagnare queste tre incursioni nel genere, l’ANAC affianca un incontro nel quale Italo Moscati parlerà di Pasolini – a sua volta membro dell’associazione – come autore cinematografico dall’assoluta libertà espressiva che va oltre l’impegno e il genere, ma li racchiude entrambi. 

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

Alla Casa del Cinema di Roma da oggi alle h 16 con Ballad in blood, fino al 23 maggio.
Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.