PICCOLO FESTIVAL DELL'ANIMAZIONE

Il Piccolo Festival dell’Animazione, innovativa manifestazione che si svolgerà al Visionario di Udine tra il 12 e il 19 dicembre, vedrà la partecipazione di grandi ospiti internazionali e la presentazione di film in anteprima italiana. Viene reso pubblico oggi il calendario completo del Festival dedicato alle frontiere artistiche del mondo dell'animazione, dalle tecniche più classiche a quelle più insolite. L’iniziativa è organizzata dal Centro per le Arti Visive di Udine e dall’associazione VivaComix di Pordenone in stretta collaborazione con AnimateKa, Festival Internazionale dell’Animazione, che si svolge a Lubiana dall’8 al 14 dicembre.
Un’iniziativa internazionale che nasce dalla volontà di valorizzare gli artisti – autori, in un percorso dal disegno all’animazione, dalla matita allo schermo. Il programma della settimana comprende cortometraggi, mediometraggi e lungometraggi, una sezione competitiva e una cult (con più di 50 film in 3 giornate), tre retrospettive, incontri con gli autori, laboratori per le scuole, aperitivi con gli artisti, nonchè una mostra, un concerto, VJ e DJ set.
Un programma italo-sloveno che si apre agli orizzonti più disparati, dalla Svizzera al Brasile passando per l’Estonia e i Paesi Baschi.
 

 

 
Per il calendario completo della manifestazione e tutte le informazioni dettagliate contattare lo 0432/299545 o visitare il sito www.upfan.org.
 
 
STRUTTURA DEL FESTIVAL
 
Il Piccolo Festival d’Animazione si svolgerà nell’arco di una settimana. Si aprirà con l’inaugurazione di venerdì 12 dicembre dedicata a “Paura(e) del nero” e all’ospite Mattotti per concludersi venerdì 19 con la serata Videounlimited e il concerto degli anglo-brasiliani Tetine.
Le rassegne e la sezione competitiva sono concentrate nelle giornate di lunedì 15, martedì 16 e mercoledì 17 dicembre. A ciò si aggiungono alcune proiezioni speciali: sabato 13 e domenica 14 “Donkey Xote” e una replica di “Paura del nero”, giovedì 18 l’anteprima nazionale di “Valzer con Bashir”.
 
venerdì 12
sab 13 e dom 14
lunedì 15
martedì 16
mercoledì 17
giovedì 18
venerdì 19
Inaugurazione
|
<————–
animAZIONE
 ———–>
|
Videounlimited
 
Donkey Xote e
 
 
 
Valzer con Bashir
 
 
Paura del nero
 
 
 
 
 
 
 

INAUGURAZIONE E MOSTRA

venerdì 12 dicembre
 
La giornata di apertura avrà per protagonista LORENZO MATTOTTI, che sarà presente all’inaugurazione delle ore 19.00 assieme al suo più fedele sceneggiatore Jerry Kramsky.
 
Quest’incontro vedrà l’apertura della mostra ospitata nello spazio espositivo del Visionario, curata da Giovanna Durì, titolata anch’essa “Paura(e) del nero”. L’obiettivo dell’esposizione è di illustrare le fasi e i passaggi che portano dal disegno al film di animazione, per capirne genesi ed evoluzione. La mostra comprenderà i materiali che hanno dato origine al film “Paura(e) del nero”: schizzi, story-board e disegni, oltre che di Mattotti, dei colleghi Blutch, Charles Burns, Marie Caillou, Pierre di Sciullo e Richard McGuire. “Paura(e) del nero” si distingue per essere stato firmato da grandi disegnatori: autori che curano l’intero processo produttivo, dai primi tratti di matita al montaggio delle immagini in movimento.
 
Seguirà, alle ore 20.00, l’attesa proiezione del film “PEUR(S) DU NOIR”, lungometraggio animato diretto da questi sei importanti disegnatori internazionali. Il tema del film è l’inquietante paura dell’oscurità: ciascun artista ha rielaborato questo soggetto, anche sconfinando nell’onirico, mantenendo preciso il proprio stile. L’animazione è stata realizzata con tecniche tradizionali su carta, digitale e in 3D.
 
 
PROIEZIONE SPECIALE E ANTEPRIMA
sabato 13 – domenica 14 e giovedì 18 dicembre
 
DONKEY XOTE
Lungometraggio d’animazione in 3D liberamente tratto dal "Don Chisciotte": è la storia dell'eroe di Cervantes vista però da Rucio, l'asino di Sancho Panza. Il regista spagnolo Josè Pozo si impossessa delle armi e degli amori di Chisciotte, disegnandoli e semplificandoli per i più piccini, per raccontare loro con grande ironia il genio visionario di un cavaliere che trasforma la realtà secondo la sua immaginazione.
Una co-produzione italo-spagnola realizzata negli Lumiq Studios, all’interno del Virtual Reality & Multi Media Park di Torino.
 
VALZER CON BASHIR – anteprima nazionale in esclusiva
L’ingegnoso tentativo del regista d’animazione Ari Folman di rendere conto delle atrocità cui ha assistito durante il suo servizio di leva nell’esercito israeliano. Folman ha scelto di intervistare tutti i testimoni che è riuscito a raggiungere e convertire i loro racconti in disegni animati, completati con scene dei suoi incubi e drammatichericostruzioni. Un film d’animazione straordinario, straziante, provocatorio, che fa uscire barcollanti dalla sala.
 
SEZIONI E RETROSPETTIVE
Lunedì 15, martedì 16 e mercoledì 17
Il biglietto di ingresso unico di 5.00 euro a persona darà l’accesso a tutte le proiezioni giornaliere.
 
animAZIONE 02
Questa sezione vedrà concorrere, votati da una giuria popolare, una selezione di video d’animazione di produzione recente di provenienza sia italiana che straniera. La presentazione dei film sarà strettamente collegata e contemporanea ad Animateka, Festival Internazionale dell’Animazione di Lubiana. Il Visionario ospiterà infatti, come gradito ospite il direttore artistico Igor Prassel, che sarà presente ad alcune proiezioni per suggellare la collaborazione, iniziata già dalla scorsa edizione del Festival, con l’Associazione Vivacomix.
I film presentati a Udine – la maggior parte dei quali in anteprima italiana – illustreranno la ricerca recente sull’animazione d’autore.
La selezione è a cura di Paola Bristot.
 
CULT
Sotto quest’etichetta vedremo invece i video di produzione precedente al 2007, scelti per aver raggiunto un alto livello di sperimentazione e per essere espressione di un forte segno autoriale. Lavori inoltre che, pur distinguendosi per l’ottima qualità, non hanno una circolazione diffusa a causa della difficile distribuzione capillare.
Sono video che utilizzano diverse forme d’animazione, dalla stop motion, al disegno classico con intercalazioni, all’uso di tecnologie raffinate e virtuali. Produzioni spesso molto vicine alla fumettistica, come nei casi di Stefano Ricci e Anke Feuchtenberger.
La sezione CULT – anch’essa curata da Paola Bristot – nasce per fronteggiare le difficoltà che hanno soprattutto gli autori italiani a far circolare e a far vedere le loro creazioni, spesso ingiustamente relegate a un mondo sommerso. Anche in questo caso vedremo alcune opere in anteprima.
 
RETROSPETTIVA SCHWIZGEBELè uno dei più influenti e stimati registi contemporanei di animazione. 
L’illustratore svizzero Georges Schwizgebel
Affascinato dal movimento quanto dalla pittura Georges Schwizgebel, nato nel 1944 in Svizzera, ha sviluppato un lungo percorso di ricerca attraverso una produzione indipendente di cortometraggio che lo porta a un felice equilibrio fra sperimentazione e accademia, fra necessità dell'analisi e urgenza di espressione, fra la razionalità dello sguardo e l'evocazione di immagini interiori. Schwizgebel lavora dipingendo con smaglianti colori acrilici gli acetati per l'animazione ed elaborando lo sviluppo temporale del film attraverso un uso costante del movimento di macchina, con un continuo effetto di spostamento – di décadrage – del soggetto e di circolarità spazio-temporale.
Il Piccolo Festival dell’Animazione gli dedica un omaggio, parallelamente alla rassegna presentata al Festival Animateka di Lubiana, con una selezione di corti realizzati dagli anni Settanta sino a oggi.
 
ANIMAZIONE ESTONE E BASCA
Uno spazio particolare viene dato a due scuole di animazione estremamente rigogliose e all’avanguardia, nate in piccole realtà territoriali, per favorirne la meritata visibilità anche in Italia.
In Estonia il cinema di animazione ha svolto un ruolo culturale significativo. Nonostante possa sembrare sorprendente, gli animatori estoni sono tra i migliori al mondo. I loro film, che combinano lo spirito surrealista e il folklore estone con l’innocenza infantile, hanno vinto premi in tutto il mondo. La Nukufilm OÜ – di cui verranno presentati alcuni lavori a Udine -è il più grande studio dedicato alla puppet animation del nord Europa per grandezza, per mezzi tecnici e per personale impiegato.
Dieci anni fa in territorio basco nacque invece KIMUAK, un programma volto alla diffusione, fino a quel momento inesistente, dei numerosi cortometraggi realizzati nella regione autonoma spagnola. L’ospite Txema Munoz introdurrà le opere presentate e spiegherà l’importanza di tale progetto.
 
MEDIOMETRAGGI
Questa sezione è stata concepita per offrire al pubblico un assaggio delle migliori opere contemporanee di animazione, scelte stavolta non in base all’autore o alla provenienza, ma in virtù dei premi ottenuti ai festival internazionali. Tali film vengono dunque proposti per la loro qualità “certificata”. Mediometraggi di sicuro gradimento per avvicinare completare la panoramica su un mondo artistico ai più sconosciuto.
 
INCONTRI E APERITIVI CON GLI AUTORI
Al Piccolo Festival dell’Animazione non mancheranno i momenti di vero e proprio confronto tra ospiti e pubblico. Tutti i giorni, alle ore 18.00, è previsto un incontro con i protagonositi della manifestazione: lunedì 15 il grande Georges Schwizgebel, per la prima volta a Udine, martedì 17 l’artista olandese pluripremiata Marie José van der Linden e mercoledì 18 Michele Bernardi dello Studio Grafus.
Inoltre, a seguire, il Bar Visionario ospiterà alle ore 19.30 gli aperitivi con gli autori: un momento disinvolto per chiacchierare con gli artisti. Saranno presenti: Jadwiga Kowalska, Spela Cadez, Matej Lavrencic, Marina Rosset, ericailcane, Andrea Martignoni, Lorenzo Tomio, Umberto Barison, Sara Colaone, Francesco Satta, Brane Solce e Ignazio Morello.
 
ANIMAZIONE KIDS
Un’attenzione particolare sarà riservata anche agli studenti per i quali saranno organizzate, divise per fasce d’età, tre mattinèes con proiezioni ad hoc e incontri con addetti al settore.
Inizieranno le scuole secondarie, lunedì 15 dicembre, che dopo le proiezioni potranno conoscere Andrea Princivalli,fondatore dello studio Manolibera specializzato nella realizzazione di videoclip. A divertire i piccoli spettatori delle scuole elementari, martedì 16, ci sarà invece lo spettacolo teatrale di Brane Solce, che grazie alle sue forbici farà nascere animali e personaggi d’animazione. I ragazzi dellescuole medie superiori vedranno infine, mercoledì 17, una selezione di corti in compagnia del disegnatore di fumetti Davide Toffolo.
Un’ iniziativa che permetterà a studenti e insegnanti di apprendere le tecniche per creare delle vere e proprie animazioni, a casa o a scuola, con estrema facilità. Verrà inoltre presentato un concorso a cui anche gli studenti potranno partecipare.
 
SERATA VIDEOUNLIMITED E CONCERTO
venerdì 19 dicembre
 
All’interno della I edizione del Piccolo Festival dell’Animazione, VIDEOUNLIMITED, la manifestazione udinese che da anni propone focus sugli autori più all’avanguardia di videomusicali e altre forme brevi, dedica un’intera notte alle nuove forme della creatività brasiliana. Dalle animazioni dei più aggiornati designer di motion graphics (spot, video musicali, trailer) alla musica live dei Tetine, band di punta della nuova scena del post-punk/baile funk.
Il Brasile non è mai stato così vicino, ma è molto lontano dai vecchi luoghi comuni dell’immaginario carioca.
 
I saluti di mezzanotte e l’arrivederci alla seconda edizione del Piccolo Festival dell’Animazione si svolgeranno sulla musica del DJ di Hong Kong BEWARE.
 
 
 
Ufficio stampa CEC/Centro Espressioni Cinematografiche/Federica Manaigo/Via Villalta 24 – 33100 Udine – tel. 0432/299545 fax 0432/229815 – ufficiostampa@cecudine.orgwww.cecudine.org
 
A fare da padrinoall’inaugurazione di venerdì 12 dicembre sarà LORENZO MATTOTTI, che presenterà la proiezione di PAURA(E) DEL NERO[Peur(s) du noir]: lungometraggio animato diretto da sei delle più importanti firme internazionali dell’illustrazione. Ospite della manifestazione sarà anche GEORGES SCHWIZGEBEL, a cui il Piccolo Festival dell’Animazione dedicherà una nutrita retrospettiva. Agli incontri udinesi parteciperanno inoltre l’eclettico Davide Toffolo, l’esponente d’eccellenza della steet art Ericailcane, l’artista olandese già premiata in Italia Marie José van der Linden e molti altri disegnatori europei.
Giovedì 18 dicembre avrà luogo l’anteprima nazionale di VALZER CON BASHIR: film d’animazione ambientato nei territori contesi tra Israele e Palestina, acclamato all’ultimo Festival di Cannes.
Il Piccolo Festival dell’Animazione si chiuderà, il 19 dicembre, con una serata speciale dedicata alla nuova creatività brasiliana e al concerto dei Tetine.

PICCOLO FESTIVAL DELL'ANIMAZIONE

NASCE A UDINE
IL FESTIVALDELLANIMAZIONE
 
Visionario, 12 – 19 dicembre 2008
 
Nasce uno spazio finora inesistente, diamo luce a un’arte tanto ricca ed esuberante quanto trascurata. Al Visionario di Udine arriva – dal 12 al 19 dicembre – il PICCOLO FESTIVAL DELL’ANIMAZIONE! Un’iniziativa del Centro per le Arti Visive realizzata in collaborazione con l’associazione VivaComix di Pordenone e con il festival Animateka di Lubiana.
Una manifestazione innovativa, che cerca di abbracciare le frontiere artistiche, molte ampie, del mondo dell'animazione: espansione creativa che fa proprie le tecniche più classiche o più insolite.
 

 

 
Nelle giornate successive il Piccolo Festival dell’Animazione presenterà una selezione di video – curata da Paola Bristot – divisa nelle sezioni :
» CULT, dedicata ai video di produzione precedente al 2007;
» animAZIONE 02,sezione competitiva che vedrà concorrere, votati da una giuria popolare, una serie di videoanimazioni di produzione recente, di provenienza sia italiana che straniera;
» una retrospettiva che affronterà l’oltre trentennale carriera dell’artista svizzero Georges Schwizgebel;
»  una sezione speciale, dedicata all’animazione basca;
» e ancora… video scelti appositamente per i bambini (5 -11 anni) o per i ragazzi (12- 16 anni), un laboratorio di scratching per dare nuova vita alle vecchie pellicole, incontri e sorprese…
 
Tutti i film (complessivamente più di 50 in 5 giornate) saranno proiettati al Visionario in orari pomeridiani e serali in stretto collegamento e quasi in contemporanea con Animateka, il Festival Internazionale dell’Animazione diretto da Igor Prassel, che si svolge dall’8 al 14 dicembre a Lubiana.
 
Il Piccolo Festival dell’Animazione si chiuderà il 19 dicembre con una serata speciale dedicata al Brasile, che porta il marchiodi VideoUnlimited: un'intera notte dedicata alla nuova creatività brasiliana.
Dalle animazioni dei migliori designer di motion graphics al servizio di prodotti promozionali (spot, video musicali, trailer) alla musica (dal vivo) dei Tetine, gruppo di punta dell’attuale ondata neotropicalista che ama descrivere il proprio sound come "tropical mutant punk funk"!
 
 
A breve sarà disponibile il calendario completo del festival, con tutti i titoli proposti.

 

La prima edizione del Festival sarà inaugurata – venerdì 12 dicembre – dalla proiezione in anteprima nazionale di PAURA(E) DEL NERO[Peur(s) du noir], lungometraggio animato diretto da 6 delle più importanti ‘matite’ internazionali: Blutch, Charles Burns, Marie Caillou, Pierre di Sciullo, Lorenzo Mattotti e Richard McGuire, sotto la direzione artistica di Etienne Robial e prodotto dalla casa francese Prima Linea Production (non ancora distribuito in Italia). Il tema del film è l’inquietante paura dell'oscurità: ciascuno dei grandi disegnatori ha saputo mantenere preciso il proprio stile e ha rielaborato questo soggetto sconfinando nell’onirico.L’animazione è stata realizzata con tecniche tradizionali su carta, digitale e in 3D.
 

I materiali che hanno dato origine al film (gli schizzi, gli story-board, i disegni che sono stati utilizzati dai vari autori) saranno oggetto della mostra più importante e originale del Visionario per l’anno 2008, curata da Giovanna Durì.
L’ospite d’onore del Piccolo Festival dell’Animazione sarà proprio LORENZO MATTOTTI, unico autore italiano di “Peur(s) du noir”, il cui episodio è un piccolo capolavoro. Il grande illustratore e fumettista inaugurerà la mostra il 12 dicembre (ore 18.30), presentando poi il film.