Pleasure, di Ninja Thyberg

Da un cortometraggio diretto dalla stessa regista del 2013, una lucida rappresentazione del mondo del corpo che si sofferma soprattutto sulla sua protagonista. Intelligentemente innovativo. Su MUBI.

-----------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


-----------------------------------------------------------

Bella si trasferisce dalla Svezia a Los Angeles a 19 anni, perseguendo il suo scopo di diventare una pornostar – la migliore. Da subito è chiara la sua sicurezza; nonostante le paure che possono sorgere nel suo ruolo, lei non appare troppo spaventata e fa di tutto per farsi notare, in particolare da Mark Spiegler, uno dei nomi di punta tra i manager dell’industria. La sua è una salita che pare più una discesa, sempre più disperata, in cui impara a rinunciare alla sua identità di genere, quasi acconsentendo alla mercificazione di sé stessa così come a scene degradanti, andando contro la propria volontà pur di essere presa in considerazione. La protagonista è innegabilmente affascinata da questo mondo, ma ben presto si rende conto che per quanto possa rinunciare volontariamente a parti di sé per raggiungere il successo, comunque non avrà mai nessun potere, nemmeno su sé stessa, diventando niente più che un corpo.

----------------------------
15 BORSE DI STUDIO DELLA SCUOLA SENTIERI SELVAGGI - NUOVA SCADENZA: 29 settembre!

----------------------------

C’è tutto: la partenza per Los Angeles; il dover conciliare il sogno con la realtà; l’illusione di una carriera raggiungibile così come la difficoltà nel cercare di non perdersi nell’ottenerla; il ritrovarsi faccia a faccia con il lato più nero di quell’ambiente a cui così tanto si vuole aderire.

----------------------------
SCUOLA DI SCENEGGIATURA: LA SPECIALIZZAZIONE

----------------------------

Ma il mondo ripreso da Ninja Thyberg non ha niente di romantico o sognante, per quanto si possa essere tratti in inganno dai colori sgargianti o dai famosi tramonti californiani,che rimangono in realtà freddi e anonimi tanto quanto lo è – ancora – quest’industria pornografica. Tutto è esposto in un moderato virtuosismo, in cui si gioca con inquadrature coraggiose ma soprattutto efficaci e pregne di significato, che pur mettendo inizialmente in risalto il corpo in tutto il suo potere proseguono poi col frantumarlo e l’umiliarlo. Pleasure presenta un mondo in cui tutto è mostrabile, dal corpo all’aspetto psicologico interiore, non lasciando più niente fuori.

Sebbene Thyberg adatti tutto il suo film al dietro le quinte del mondo del porno, il suo sguardo si focalizza molto di più sul suo personaggio, Bella Cherry, la cui espressività dà trasparenza ai suoi pensieri, mostrandone le reazioni a tutto quello che la circonda. Pleasure gira intorno al suo sguardo, forse un po’ contorto se racchiuso nella sua ambizionema con cui non è poi così difficile entrare in empatia.

Tratto da un cortometraggio della stessa regista diretto nel 2013 che ha vinto il premio Canal+ al Festival di Cannes, in cui già veniva anticipata la tematica, Pleasure cerca però di celare la sua innegabile classicità strutturale – e quindi la sua universalità – per non correre il rischio di risultare scontata. È questo a tenerla lontana da riferimenti ad altre pellicole d’autore, quali Nymphomaniac; non è tanto per mancanza di coraggio, quando per l’intento di presentare una narrazione più agile

Le fiabe contemporanee di cui si ha bisogno adesso sono lucide rappresentazioni – quasi sempre femministe – della realtà, in cui nello specchio vi é il riflesso un sociale privo di illusioni. Pleasure ci rientra a pieno titolo: anticonformista all’esterno, ma che all’interno della sua confezione universale rimane intelligentemente innovativo.

 

Titolo originale: id.
Regia: Ninja Thyberg
Interpreti: Sofia Kappel, Zelda Morrison, Evelyn Claire, Chris Cock, Dana DeArmond, Kendra Spade, Jason Toler, Lance Hart, Mark Spiegler
Distribuzione: MUBI
Durata: 109′
Origine: Svezia, Paesi Bassi, Francia, 2021

 

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
3.5
Sending
Il voto dei lettori
5 (1 voto)
--------------------------------------------------------------
CORSO ONLINE DI SCENOGRAFIA CINEMATOGRAFICA

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative