Presentato il 34° LOVERS FILM FESTIVAL di Torino

«Rimanere visibili comporta mostrarsi vulnerabili ma soprattutto significa esistere e resistere», con queste parole Irene Dionisio introduce la 34^ edizione del Lovers Film Festival – Torino LGBTQI Visions, la terza e ultima del suo mandato come direttrice artistica, che si terrà presso il Museo del Cinema – Massimo di Torino da mercoledì 24 a domenica 28 aprile 2019. L’accompagnano il fondatore e consulente del festival Giovanni Minerba e il presidente del Museo Nazionale del Cinema Sergio Toffetti.

Un’edizione all’insegna della memoria e quindi del futuro, con da una parte l’omaggio per i 50 anni dei moti di Stonewall attraverso il ricordo di Judy Garland, icona gay che una leggenda vuole ispiratrice proprio di quella rivolta, e dall’altra l’instancabile ricerca delle modalità sempre nuove di racconto a tema identitario. Davvero molti gli ospiti di quest’anno, dalla madrina Alba Rohrwacher a Giancarlo Giannini per la serata d’apertura, dal volto viscontiano Helmut Berger alla regista newyorchese Ira Sachs, dal giurato Neri Marcorè all’artista della musica elettronica young Myss Keta.

102 i titoli in programma, di cui 10 anteprime assolute e 50 anteprime nazionali, 4 sezioni competitive e 8 premi. Un vero e proprio evento che giunge solamente alla fine di un lungo percorso annuale in tutta Italia e in grado di coinvolgere una quantità sempre maggiore di partners locali e internazionali. Ci saranno poi anche un Focus in collaborazione col Coordinamento Torino Pride, la proiezione di Priscilla – La regina del deserto a 25 anni dall’uscita, gli incontri con Romina Falconi e Erika Lust, la seconda edizione di Lovers Goes Industry (manifestazione dedicata all’industria cinematografica LGBTQI) e molto altro ancora.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *