Presentato il programma del 39° Bergamo Film Meeting

Online dal 24 aprile al 2 maggio, il BFM39 guarderà ancora una volta al cinema europeo contemporaneo e passato con incontri, retrospettive e concorso internazionale a comporre il programma

Quando nel marzo scorso, con il primo DPCM, cominciava il supplizio del cinema italiano, il Bergamo Film Meeting è stato uno dei primi a subirne le conseguenze. Obbligato a riorganizzarsi con così poco preavviso, il festival orobico non aveva altra scelta che un rinvio a tempo indeterminato. Così, a poco più di un anno di distanza, il BFM ha presentato il programma di questa trentanovesima edizione, che si svolgerà interamente online tra il 24 aprile e il 2 maggio. Ci sarà una continuità importante tra questa edizione e quella rinviata l’anno scorso, sottolineata dalla riproposizione dei tributi alla regista ungherese Márta Mészáros e al polacco Jerzy Skolimowski. Una continuità che vuole essere un segnale di resilienza per tutto il cinema italiano.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

Il programma di quest’anno è ricco ed eterogeneo e, ramificandosi nelle numerose sezioni, vuole ragionare sul cinema europeo sia contemporaneo che passato. È un video-saluto dello stesso Volker Schlöndorff a dare lo spunto al direttore artistico Angelo Signorelli per presentare la retrospettiva dedicata al regista e sceneggiatore tedesco. Il BFM renderà infatti disponibili 20 dei 30 film di Schlöndorff e scelti insieme al regista stesso. Questo excursus sulla sua carriera offrirà al pubblico non solo le pellicole più famose, come la Palma d’Oro del 1979 Tamburo di latta, ma anche quelle più recenti, pressoché inedite in Italia. L’attenzione verso il passato si reitera con l’omaggio ad Agnès Varda, celebrata in collaborazione con MUBI, servizio streaming dedicato al cinema d’autore. È con un deciso passo indietro fino ai primevi del cinema italiano, invece, che avrà inizio il BFM. Venerdì 23 aprile, alle 20:30, verrà trasmesso su MyMovies Brucia. Ancora. Paolo Fresu, Elio Biffi, Paolo Spaccamonti, Gerardo Chimini play Il fuoco di Giovanni Pastrone. Il film muto del 1915 sarà musicato in diretta dai quattro musicisti, che suoneranno in diverse zone della città di Bergamo.

Volker Schlondorff

Parlando del concorso, la struttura competitiva del BFM non cambia rispetto agli anni precedenti. 7 film provenienti da ogni angolo d’Europa parteciperanno al Concorso dedicato alle opere di finzione, mentre la sezione Visti da Vicino conterrà i 16 documentari in concorso. Tutti i film della competizione saranno proiettati per la prima volta in Italia, con due documentari in prima mondiale, e saranno visibili sulla piattaforma MyMovies. La sezione Europe, Now! si concentrerà, invece, sue due personalità importanti del cinema europeo contemporaneo, con una personale a testa a loro dedicata: si tratta della danese Mia Hansen-Løve e del portoghese João Nicolau. Entrambi saranno anche ospiti del festival il 29 aprile, la prima alle 14:30 in collaborazione con la Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti di Milano, il secondo alle 21:30 in collaborazione col Circolo del Cinema di Verona. Gli incontri potranno essere visibili online sui canali del festival. Una novità di quest’anno sono i Film Industry Meetings, incontri di aggiornamento e professionalizzazione legati al mercato audiovisivo europeo.

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

Il BFM si arricchisce ulteriormente con le sezioni dedicate al cinema d’animazione. Verrà dedicata una personale all’animatrice polacca Izabela Plucińska, vincitrice dell’Orso d’argento alla Berlinale grazie al corto Jam Session. L’autrice parteciperà anche a una masterclass incentrata sulla tecnica della claymation, ossia l’animazione con modelli di plastilina. È inoltre presente una sezione dedicata al cinema d’animazione per le scuole, ossia Kino Club, gratuita e realizzata in collaborazione con la Cineteca di Milano. Fa parte di questa categoria un altro incontro importante, ossia la masterclass sull’animazione tradizionale di Tomm Moore, regista del recente WolfWalkers – Il popolo dei lupi, candidato ai Premi Oscar.

Per tutte le info sul Bergamo Film Meeting ecco le pagine Twitter e Facebook e il sito ufficiale.

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8