''Pure'' vince il primo premio di Viareggio EuropaCinema 2010

Pure è stato scelto tra una rosa di 13 pellicole europee in concorso. Per la giuria  del Viareggio EuropaCinema 2010 il film della svedese Lisa Langhseth ''si contraddistingue per la profondità psicologica e l'umanità dei personaggi lontani da ogni stereotipo e l'eccellente interpretazione della giovane protagonista. La storia, pur essendo incentrata su problematiche giovanili, si articola su sfondi molteplici e complessi. La Musica di Mozart non prende mai il sopravvento ma fa da necessario contrappunto alle vicende della protagonista e l'utilizzo della tecnica cinematografica è sempre al servizio del racconto. La regista ha dimostrato quindi con questo film una notevole sensibilità e maturità artistica ed espressiva''. (f.m.)