Quale sarà il futuro di Spider Man in video

Foto: Taboadahdez / Pixabay

Il celeberrimo supereroe, le cui avventure a fumetti furono pubblicate in edizione cartacea per la prima volta nel 1962, si fece immediatamente notare per il suo eccezionale consenso inatteso. Per questo motivo l’anno successivo la casa editrice, Marvel Comics, cominciò a pubblicare i fumetti di Spider Man come rivista autonoma con il titolo originale di “The Amazing Spider Man”.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
----------------------------------------------------------------

Si può ben dire che la serie nata dalle mani dello scrittore Stan Lee e dal disegnatore Steve Ditko faccia parlare di sé le cronache, anche per contenziosi giudiziari come la rivendicazione dei diritti non percepiti dall’autore per diverse centinaia di milioni di dollari.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------
Ora ci risiamo, poiché di recente la Sony ha voluto rompere le trattative riguardanti i diritti di sfruttamento economico del personaggio con la Marvel. Per il momento l’unica certezza sembra essere il fatto che i prossimi episodi cinematografici non saranno prodotti dal Presidente Kevin Feige, ma resta in sospeso l’esclusione del personaggio dal Marvel Cinematic Universe; è infatti con “Spider Man: Far from Home”, il ventitreesimo film del Marvel Cinematic Universe, che si conclude ufficialmente la cosiddetta Fase Tre della MCU iniziata nel 2016 con la pellicola intitolata “Captain America: Civil War”.

Si potrebbe definire quasi una fine della relazione con il botto questo ritorno nelle sale con una nuova versione contenente quattro minuti di scene inedite. Strategia similare a quella messa in campo dagli Studios della Marvel, con la proiezione dei contenuti extra di “Avengers: Endgame” e riuscendo a superare addirittura gli incassi da record ottenuti da “Avatar” del 2010.

La notizia sta letteralmente turbando i fans di tutto il mondo, ma sembra che non abbia per niente sorpreso i fratelli Russo (Anthony e Joe Russo) registi di “Avengers: Infinity War” e “Avengers: Endgame”.

Durante un’intervista rilasciata al Daily Beast in quel di Venezia, per via della loro partecipazione al Festival del Cinema della città veneta, hanno risposto alle pressanti domande giornalistiche. Il regista Anthony Russo al riguardo ha dichiarato che “eravamo particolarmente devoti a questa cosa. Volevamo davvero che accadesse e abbiamo lottato a lungo all’interno della Marvel affinché diventasse realtà”. Il fratello, Joe Russo, rincara la dose continuando “non è stato facile. Kevin (intendendo Feige, ossia il Presidente della Marvel) ha lottato duramente per questa cosa. Ci sono stati numerosi alti e bassi. Ha cercato con tutte le sue forze di mettere d’accordo le due majors, il che non è mai facile”.

A conclusione della propria intervista che, in qualche modo, può essere considerata una sorta di rivelazione e liberazione, il regista ha proseguito dicendo “penso sia per questo che non siamo così devastati dalla notizia. Sapevamo quanto fosse stata dura farlo succedere all’inizio, non poteva durare per sempre”.