Qui e là

 di Antonio Méndez Esparza

Qui e là di Antonio Méndez Esparza

---------------------------------------------------------------
IL NUOVO SENTIERISELVAGGI21ST #9


---------------------------------------------------------------


Titolo originale:
Aquí  y Allá
Interpreti: Pedro De los Santos, Teresa Ramíre Aguirre, Lorena Guadalupe Pantaleón Vazquéz, Heidi Laura Solano Espinoza, Néstor Tepetate Medina, Carolina Prado Ángel
Origine: Spagna/Usa/Messico
Distribuzione: Cineclub Internazionale
Durata: 110’

--------------------------------------------------------------------
SCENEGGIATURA: Tutti i corsi in arrivo della Scuola di Cinema Sentieri selvaggi


--------------------------------------------------------------------

 

Qui: Dopo aver lavorato per anni negli Stati Uniti, Pedro (Pedro De los Santos) torna a casa dalla sua famiglia, nel piccolo villaggio di montagna Guerrero (nome che deriva da quello di Vicente Guerrero, un eroe della guerra di indipendenza) in Messico.  La gioia di ritrovare immutato lo splendido sorriso della moglie si mescola alla preoccupazione di non riuscire a comunicare con le proprie figlie ormai grandi e cresciute lontane da lui, unita al grande sogno di mettere su una band: i Copa Kings. Avendo risparmiato un discreto gruzzolo negli Stati Uniti, Pedro si impegna a garantire un futuro migliore per i suoi cari, conservando ogni piccolo istante quotidiano trascorso con loro, come fosse il più prezioso dei doni.

Là: Nel villaggio si prevede un’ottima annata: il raccolto sarà abbondante. Ma gli abitanti del villaggio sono costantemente immersi nella precarietà della loro vita, pensando ai familiari o alle potenziali opportunità che aspettano di essere colte, lontane dalla città, a nord del confine. Mentre lavora nei campi, Pedro conosce un ragazzo che sogna gli Stati Uniti, e poco a poco diventa suo mentore. Quel paese così vicino eppure lontano proietta la sua ombra sui volti dei protagonisti, quasi come se la sua presenza dovesse palesarsi da un momento all’altro.

Qui e là è una storia sulla bellezza della vita  familiare, sui sentimenti e sull’unità della famiglia. Ma è anche una storia sulla speranza, i ricordi e la perdita di ciò che ci lasciamo alle spalle” si legge tra le note di regia che Antonio Méndez Esparza dedica al suo primo lungometraggio, portato a termine in cinque anni di lavoro nei quali il regista confluisce tutto il suo amore per il cinema narrativo. Il film, diviso tra realtà (ognuno, eccetto le figlie, interpreta se stesso)  e finzione, ha ottenuto numerosissimi premi internazionali tra cui il Gran Premio Nespresso della Settimana della Critica al Festival di Cannes 2012. Uscirà in Italia il 12 dicembre.



(S.P.)

 

 

Trailer in spagnolo, sottotitolato in inglese:



Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative