Rafi Pitts per Jafar Panahi: lettera aperta a Mahmoud Ahmadinejad

Il regista iraniano indice uno sciopero

I registi iraniani Rafi Pitts, Jafar anahi e Mohammad RasoulofTra le iniziative di supporto a Jafar Panahi da tutto il mondo, le petizioni e le proteste per l'assurda condanna che lo costringe a 6 anni di prigione a 20 di silenzio come regista e come uomo, spicca la lettera aperta scritta dal regista iraniano Rafi Pitts (Zemestan, Shekarchi) in appoggio a Panahi e Mohammad Rasoulof, l'altro regista imprigionato con lui all'epoca delle manifestazioni contro il regime di Ahmadinejad.

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

 

Rafi Pitts chiede a tutti coloro che lavorano nel mondo del cinema, a prescindere da paese, religione o credo politico, di sostenere Panahi e Rasolouf astenendosi dal loro lavoro per due ore tra le 15:00 e le 17:00 (ora locale di Teheran) dell'11 febbraio 2011, data in cui cade il 32° anniversario della Rivoluzione Iraniana.
 

--------------------------------------------------------------------
OFFERTA CORSI SCENEGGIATURA ONLINE
Due nuovi corsi operativi di Sceneggiatura per il Cinema e le Serie Tv! Scopri l’offerta sul pacchetto

--------------------------------------------------------------------

 

Pitts si rivolge poi direttamente a Mamoud Ahmadinejad, Presidente della Repubblica islamica dell'Iran, ,ricordandogli che l'intero Paese è a conoscenza delle violenze perpetrate per ottenere la vittoria alle elezioni, chiedendogli retoricamente se è un crimine per Panahi e Rasolouf realizzare un altro film,  mettere in discussione la realtà, rispecchiare quello che accade nella società. Termina chiedendogli se teme qualunque punto di vista possa contrastare il suo, e in tal caso lo invita a domandarsi perchè ci sia stata una Rivoluzione iraniana. (m.p.)

 

La lettera aperta di Rafi Pitts

 

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7


Rafi Pitts per Jafar Panahi: lettera aperta a Mahmoud Ahmadinejad

Il regista iraniano indice uno sciopero

I registi iraniani Rafi Pitts, Jafar anahi e Mohammad RasoulofTra le iniziative di supporto a Jafar Panahi da tutto il mondo, le petizioni e le proteste per l'assurda condanna che lo costringe a 6 anni di prigione a 20 di silenzio come regista e come uomo, spicca la lettera aperta scritta dal regista iraniano Rafi Pitts (Zemestan, Shekarchi) in appoggio a Panahi e Mohammad Rasoulof, l'altro regista imprigionato con lui all'epoca delle manifestazioni contro il regime di Ahmadinejad.

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

 

Rafi Pitts chiede a tutti coloro che lavorano nel mondo del cinema, a prescindere da paese, religione o credo politico, di sostenere Panahi e Rasolouf astenendosi dal loro lavoro per due ore tra le 15:00 e le 17:00 (ora locale di Teheran) dell'11 febbraio 2011, data in cui cade il 32° anniversario della Rivoluzione Iraniana.
 

--------------------------------------------------------------------
OFFERTA CORSI SCENEGGIATURA ONLINE
Due nuovi corsi operativi di Sceneggiatura per il Cinema e le Serie Tv! Scopri l’offerta sul pacchetto

--------------------------------------------------------------------

 

Pitts si rivolge poi direttamente a Mamoud Ahmadinejad, Presidente della Repubblica islamica dell'Iran, ,ricordandogli che l'intero Paese è a conoscenza delle violenze perpetrate per ottenere la vittoria alle elezioni, chiedendogli retoricamente se è un crimine per Panahi e Rasolouf realizzare un altro film,  mettere in discussione la realtà, rispecchiare quello che accade nella società. Termina chiedendogli se teme qualunque punto di vista possa contrastare il suo, e in tal caso lo invita a domandarsi perchè ci sia stata una Rivoluzione iraniana. (m.p.)

 

La lettera aperta di Rafi Pitts

 

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7