#RomaFF14 – Premio alla carriera per Viola Davis

Viola Davis riceverà il Premio alla carriera e sarà protagonista di un Incontro ravvicinato con il pubblico, durante la prossima edizione della Festa del Cinema di Roma (17-27 ottobre 2019)

“Un’ attrice straordinaria, che è riuscita a trasformare la sincerità e la dignità in sublime arte recitativa”: è con queste parole che Antonio Monda presenta Viola Davis.
L’attrice statunitense riceverà infatti il Premio alla carriera e sarà protagonista di un Incontro ravvicinato con il pubblico, durante la prossima edizione della Festa del Cinema di Roma (17-27 ottobre 2019). In questa occasione ripercorrerà il suo successo artistico tra cinema, televisione e teatro.
Davis, da sempre attivista per i diritti civili degli afroamericani e delle donne, è stata la prima attrice di colore ad aggiudicarsi i premi Oscar, Emmy e Tony. 
“La storia non è passato, è anche presente. Portiamo la storia con noi. Siamo tutti storia”, è con questi presupposti che l’attrice ha introdotto il suo incontro con i ragazzi del Barnard College, avvenuto alcuni mesi fa. “La storia può portare trionfo e fallimento, gli americani dovrebbero conoscerli entrambi. La costituzione degli Stati Uniti è un esempio: nonostante fosse considerato il più grande documento con la più grande dichiarazione di missione, è stato scritto in un periodo in cui la schiavitù era un’istituzione, i nativi americani venivano massacrati e le donne combattevano per la propria vita”.
Razzismo e diritti civili sono non a caso i temi portanti in The Help (2012) uno dei film più importanti della sua carriera. Qui la Davis veste i panni di Aibileen Klarc, una domestica di terza generazione che ha allevato 17 bambini per i suoi datori di lavoro e un figlio proprio, ingiustamente ucciso in un incidente, ma ritrova poi la propria forza grazie alla sua fede e al supporto della sua migliore amica. Con silenzioso coraggio, Aibileen continua a lavorare come domestica presso una famiglia nobile, prendendosi cura della loro bambina.
Per la sua interpretazione in The Help, ottiene due Screen Actors Guild Awards: uno come migliore attrice cinematografica e l’altro come miglior cast cinematografico, oltre a guadagnare la sua seconda candidatura al Golden Globe e agli Oscar come miglior attrice.
Nata nel 1965 in Carolina del Sud, Viola Davis cresce in povertà nel Rhode Island. Il suo successo inizia nel 1999, quando riceve il suo primo premio: l’Obie Award, assegnato dal The Village Voice, agli artisti e gruppi teatrali più meritevoli di New York. Due anni dopo conquista il suo primo Tony Award, per la migliore interpretazione femminile, nell’opera teatrale “King Hedley II”.
Dopo essersi affermata al teatro, l’attrice si avvicina al grande pubblico nel 2008, recitando ne Il dubbio. Si aggiudica un National Board of Review Awards, la candidatura al Golden Globe e quella all’Oscar come migliore attrice non protagonista. La statuetta finalmente arriva con Barriere (2016), film diretto da Denzel Washington. 
In Le regole del delitto perfetto (2014), il ruolo della Davis è ancora quello di una donna forte,  Annalise Keating, una brillante avvocatessa e docente di diritto penale.
La serie thriller trasmessa dalla ABC, prodotta da Shonda Rhimes (distribuita anche da Netflix dal 2017), fa guadagnare a Davis un Emmy come miglior attrice protagonista in una serie drammatica, il primo vinto da una donna di colore.
Nell’aprile 2017, la rivista Time la inserisce per la prima volta nella lista delle 100 persone più influenti del mondo.

--------------------------------------------------------------------
Torna il BLACK FRIDAY di SENTIERI SELVAGGI


-----------------------------------------------------
------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7