Sangue sulla luna, di Robert Wise

Dal romanzo di Lukshort, fonde l’estetica della RKO con un moderno taglio realistico evidente nella commistione tra western e noir e nella prova di Robert Mitchum. Oggi alle 12.15 su Rai Movie

Un western con la luce del noir. C’è il marchio RKO ma anche tutto il cinema futuro di Wise che privilegia la storia ma mostra anche una notevole attenzione ai dettagli e un uso serrato dei tempi che segnerà anche il successivo Stasera ho vinto anch’io.

---------------------------------------------------------------
CORSO ONLINE DI CRITICA CINEMATOGRAFICA

---------------------------------------------------------------

Tratto dal romanzo Gunman’s Choice di Luke Short, Sangue sulla luna (conosciuto anche con il titolo Vento di terre selvagge) vede protagonista il cowboy vagabondo Jim Garry che viene ingaggiato dal suo vecchio amico Tate Riling. Questi è a capo di una banda che vuole costringere l’allevatore John Lufton a vendergli il bestiame per pochi soldi. Appena Jim avverte puzza di bruciato, volta le spalle a Riling per combattere per una giusta causa.

Avvolto nell’oscurità, Sangue nella luna è l’esempio di un cinema secco ed essenziale nel modo in cui filma la violenza e le sparatorie. La luna, una delle fonti di luce principali della fotografia di Nicholas Musuraca che però non si vede mai, porta il film in delle zone da B-movie horror, dove all’estetica di Val Lewton della RKO e l’erotismo nascosto ed esplosivo evidente nel rapporto tra Jim ed Emma che potrebbe arrivare anche da Tourneur di Il bacio della pantera, si contrappone un moderno taglio realistico soprattutto nel disegnare la figura dell’antieroe portato sullo schermo da Robert Mitchum. Nei primi piani, nei silenzi del protagonista sullo sfondo del paesaggio e del cielo, c’è un anticipazione dei cavalieri di Clint Eastwood e quelli liberi e selvaggi degli anni ’70. Inoltre il cinema di Wise gioca anche su un altro contrasto, quello tra esterni e interni. Da una parte ci sono ampie distese (anche di neve), dall’alta luoghi stretti e soffocanti dove le prospettive vengono deformate e i conflitti amplificati. C’è lo sguardo tra Mitchum e Preston, che interpreta Riling in cui sembra di assistere a una partita a poker. Attraverso il gioco di primi piani si fingono complici. Poi cercano di ingannarsi a vicenda. Infine c’è lo scontro aperto, dove i loro vere identità si rivelano. Lo spettatore ne è già a conoscenza. Ma il modo in cui Wise procede a questo smascheramento rivela tutta la sua capacità di entrare nella testa dei suoi protagonisti prima di mostrarne le azioni e i dialoghi. Una soluzione contraria viene adottata nel primo incontro tra Jim ed Emma, la figliadi Lufton (interpretata da Barbara Bel Geddes) quando si sparano attraverso il fiume. Inizialmente i due personaggi sono lontani, ostili, poi si avvicinano e viene sviluppato il loro rapporto.

In Sangue sulla luna c’è una continua interazione tra i movimenti dei personaggi e lo spazio. Wise cerca un respiro più ampio rispetto le affascinanti perversioni di Perfido inganno ma mantiene quella sottile ambiguità nel mostrare la natura diabolica spacciata per umana della banda di Riling come in La jena.

Sangue sulla luna diventa quindi un ponte decisivo tra il cinema passato e futuro di Wise. L’arrivo di Mitchum dall’ombra, sotto la pioggia, all’inizio del film, è già una e caratteristica entrata in scena che buca lo schermo già dalla prima inquadratura.

 

Titolo originale: Blood on the Moon
Regia: Robert Wise
Interpreti: Robert Mitchum, Robert Preston, Barbara Bel Geddes, Walter Brennan, Phyllis Thaxter
Durata: 88′
Origine: USA, 1948
Genere: western

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
4

Il voto al film è a cura di Simone Emiliani

Sending
Il voto dei lettori
5 (1 voto)
---------------------------------------------------------------
Ecco il nuovo Sentieriselvaggi21st #10: CYBERPUNK 2021, il futuro è arrivato

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative