Saturno International FilmFest

Il cinema, il mito, la storia, la leggenda


--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

 


Alatri, Anagni 3-6 novembre


PRIMA EDIZIONE


 

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

Alatri e Anagni, luoghi di magnifica tradizione storica e artistica tra Roma e Napoli, ospiteranno la prima edizione del Saturno International FilmFest, prima rassegna europea del cinema e del documentario storico, con anteprime e rassegne monografiche in un programma arricchito da tavole rotonde e conversazioni sul cinema, il documentario e la storia condotte da registi, produttori, storici, narratori e filosofi.


 

--------------------------------------------------------------------
LE BORSE DI STUDIO PER CRITICA, SCENEGGIATURA, FILMMAKING DELLA SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

Rivolto non solo a esperti e addetti ai lavori ma soprattutto al grande pubblico e a tutti gli appassionati del racconto storico, il Saturno International FilmFest è l'iniziativa di punta del Festival del Tempo, progetto/contenitore permanente di eventi, forum, lezioni e mostre: un largo palinsesto di offerte culturali e spettacolari che ruotano attorno al racconto del Tempo e della Storia.


 


Diretto da Ernesto G. Laura, storico e critico del cinema, con la collaborazione di Silvana Silvestri per il cinema, Lilia Zaouali e Silvia Moretti per la storia, il Saturno International FilmFest è promosso dalla Regione Lazio, patrocinato dalla Provincia di Frosinone, dai comuni di Alatri e Anagni, da Cinecittà Holding e Istituto Luce, ed è sviluppato con The History Channel, con la partecipazione di RFI-TAV.


Il Festival del TempoSaturno International FilmFest è ideato e coordinato da Mariella Li Sacchi, produttrice di film storici di rilievo (Il Consiglio d'Egitto, Il resto di niente) e da Pierluigi Frassineti, sceneggiatore e scrittore, con l'Associazione Culturale Almavisiva.


 


L'intera iniziativa ha scelto come sua sede d'elezione le terre che il mito vuole legate al dio Saturno, il greco Chronos che – fuggito dall'Olimpo dopo un'aspra lotta col figlio Zeus – vi trovò riparo, fondando le cittadine che oggi ospitano il Festival. Un richiamo forte quindi alla storia e al mito, due ingredienti che sono l'essenza del racconto.


Il Saturno International FilmFest non vuole trattare il cinema storico come "genere", ma promuovere film capaci di raccontare le trasformazione del mondo e della realtà. Cinema storico è quindi tutto quello splendido cinema che parla di avventura e di eroi con un linguaggio universale. E' modernità, passione, slancio epico, civile, politico.


 


Questa prima edizione del Festival presenta film ed ospiti che ripercorrono il rapporto Occidente/Islam attraverso il cinema e le fonti storiche. A fare da mattatore sarà la storia delle Crociate, raccontata importanti e provocatorie pellicole (Saladino di Yousef Chahine, opposto all'ultimo discusso film di Ridley Scott, Le Crociate) e da preziosi documentari storici presentati da The History Channel, come l'anteprima italiana di Le Crociate (Crusades – Crescent & The Cross, che sarà proposto in esclusiva agli abbonati Sky il 6 ed il 7 novembre alle ore 21.00).


L'evento finale del festival sarà la presentazione di Fuoco su di me, film di Lamberto Lambertini prodotto da Indrapur e distribuito prossimamente dall'Istituto Luce, che presenta un'icona del cinema storico, Omar Sharif, da anni impegnato sul fronte del dialogo fra culture. L'attore – indimenticabile protagonista di film come Il Dottor Zivago e Lawrence d'Arabia – verrà insignito sabato 5 del Premio Saturno per il cinema e la storia.


 


 


 


 


Ad aprire il festival è La corona di ferro di Alessandro Blasetti; un film esemplare per riflettere su come attraverso il cinema si possa usare la Storia per raccontare il presente.


 


Ad arricchire il programma sarà proiettato Maelstrom di Péter Forgács – uno straordinario documento che attraverso film amatoriali ricostruisce la storia di una famiglia ebrea danese sterminata ad Auschwitz.


 


Tre le tavole rotonde nell'Auditorium S. Antonio Abate di Anagni: nel pomeriggio della prima giornata si aprono le discussioni sul Cinema e la Storia, assieme a un nutrito gruppo di registi e produttori; venerdì 4 il fuoco del dibattito verterà sulla Storia in Televisione, con la partecipazione del gruppo di autori de "La Grande Storia" di RAI3; sabato 5, infine, sarà la volta del Dialogo fra Culture, con la partecipazione dello stesso Omar Sharif, di storici, scrittori, giornalisti ed esponenti religiosi.


 


A chiudere il Festival, domenica 6 ad Alatri, la proiezione straordinaria de Il resto di niente, film con Maria de Medeiros diretto da Antonietta De Lillo e prodotto dalla Factory Film e dall'Istituto Luce, tratto dal romanzo di Enzo Striano sul tragico ed appassionante epilogo della rivoluzione partenopea del 1799.


 


Negli stessi giorni, il Festival del Tempo proporrà al pubblico altri percorsi di incontro con la  storia:


·         La Caccia all'errore nei film presentati nelle mattinate precedenti, gioco di investigazione storica per capire quanto e come il cinema tradisce o resta fedele alle vicende reali.


·         La conversazione con Mario Arturo Iannaccone, autore del libro Templari – il martirio della memoria ed. SugarCo, sulla nascita, la potenza e la fine dell'ordine monastico-cavalleresco la cui storia si intreccia con quella delle Crociate.


·         La lectio magistralis di Mario Catamo, uno dei più importanti esperti europei di gnomonica, che illustrerà la misura del Tempo partendo dalla magnifica Meridiana del Palazzo Conti-Gentili di Alatri.


·         La presentazione del DvD Archeologia TAV in 3D – Lazio realizzato da TAV – società di RFI per le linee Alta Velocità – sui ritrovamenti archeologici emersi durante i lavori per la nuova Roma-Napoli, che integrano e arricchiscono le conoscenze sul Lazio antico.


·         I giochi di ruolo e di strategia.


·         Le scorribande attraverso  videogames strategici e di ambientazione storica della Black Bean.


·         Lo spettacolo dei Rievocatori storici, con duelli d'epoca e concerti musicali.


 


 


I luoghi del Festival


 


Anagni: Auditorium (tavole rotonde e conversazioni)


Alatri: Sala Politeama e Biblioteca Comunale (proiezioni film e documentari)


Fiuggi: Gran Hotel Palazzo della Fonte (interviste e ospitalità)


 


 









Ufficio Stampa


Studio PUNTOeVIRGOLA


tel +39 06 39388909


info@studiopuntoevirgola.com


www.saturnofilmfestival.com


Segreteria organizzativa


Saturno International FilmFest


Via F. Casini, 6


Tel. 06.58331842 / 065817769


Fax. 06.58330049


info@saturnofilmfestival.com


 


Associazione Culturale Almavisiva


Piazza Ippolito Nievo 5, 00153 Roma


Tel/fax +39.06.58301448


info@almavisiva.org


…………………………………………………………
Studio PUNTOeVIRGOLA
Via Leone IX – n. 4- 00165
Tel +39 06 39388909
Fax+39 06 6370218
info@studiopuntoevirgola.com
puntoevirgola@iol.it