Scorsese e Di Caprio contestati dall'Academy

the wolf of wall street, martin scorsese e leonardo di caprioNonostante gli ottimi incassi ottenuti dal film in pochissimi giorni di distribuzione negli Stati Uniti (la data di uscita è stata il 25 dicembre), non sembra tirare una bella aria tra gli Academy Awards e The Wolf of Wall Street. La proiezione ufficiale riservata ai soli membri dell'Academy in vista delle nomination che verranno annunciate a metà gennaio non è andata bene. Nel suo profilo facebook l'attrice Hope Holiday, 75 anni e giurato degli Awards, ha definito il film come  "una tortura lunga tre ore". Al termine della proiezione sempre la Holiday ha confidato che un anonimo sceneggiatore membro dell'Academy avrebbe urlato al regista Martin Scorsese e a Leonardo Di Caprio prima del Q&A previsto con il pubblico l'espressione "Shame on you!" (in italiano "Vergognatevi!"). Non è la prima volta che un film di Scorsese viene duramente contestato dall'Academy durante una proeizione ufficiale. Un destino analogo accadde infatti con Casinò nel 1995, quando a metà film alcuni spettatori cominciarono a contestare la pellicola definendola "violenta" e "pornografica". In quell'occassione Casinò alcune settimane dopo ottenne una sola candidatura agli Oscar, quella all'attrice protagonista Sharon Stone. (c.v.)