Sentieri Mediterranei 2008

Sentieri Mediterranei 2008: il festival in movimento.
X edizione
 
 
I suoni del Mediterraneo nei sentieri di Summonte (AV)
La musica del mondo trova accoglienza a Summonte dal 18 al 20 luglio 2008. Sentieri Mediterranei, il festival di musica etnica internazionale alle pendici del Partenio torna puntuale anche quest'anno con un programma musicale ricco di concerti. La Pro loco Il Tiglio, supportata dalla direzione artistica di Enzo Avitabile, ha costruito per il decennale di Sentieri Mediterranei un evento che è crogiuolo di culture mediterranee e latine.
 
Piazza De Vito, all'ombra del Tiglio secolare, vedrà alternarsi nelle tre sere della kermesse il re del reggae Luciano (venerdì 18 dalle 21.30), uno fra i principali totem della nuova generazione di artisti roots e tra i più apprezzati interpreti della cultura jamaicana; il messia dei suoni africani Vieux Farka Tourè (sabato 19 dalle 21.30),erede di Ali Farka Tourè, che assieme a Salif Keita è stato protagonista della divulgazione mondiale di quell'incredibile patrimonio culturale rappresentato dal canto del Mali; Elio Revè y su Charangon (domenica 20 dalle 21.30), tra le formazioni di maggior prestigio originarie di Cuba, a cui è affidata la chiusura della manifestazione.
 
"Sentieri Mediterranei", però, è un festival in movimento, e avrà tre differenti location anche per l'edizione 2008.
 
Piazza Gelsi sarà la dimora dei suoni antichi della pizzica salentina con gli Ariacorte il 18, e ancora il 19 con la Piccola Banda Ikona per una escursione tra le melodie popolari del centro-sud italiano e le frenesie balcaniche, greche e sefardite. Il 20 infine l'etno-sound del Karl Potter Percussion, gruppo che fonde musicisti italiani e non.
 
Nelle vie esoteriche e primitive del borgo, in ogni suo cortile, vicolo, slargo, poi, a partire dalle 19 si svolgeranno le processioni di musica classica napoletana con l'Ensemble Parthenias, conil trio tunisino di Marzouk Mejri, gli Spaccapese, gli Stella Riale e Marcello Colasurdo, che ha visto nascere il festival e torna a festeggiare il decimo compleanno di Sentieri.
 
L'attesa novità di quest'anno sarà l'ambientazione che si è voluta creare nella Torre Normanna che tornerà a brillare grazie ad una rievocazione medioevale di incredibile suggestione, ovvero "Submontis Medievalia – D'armi di giochi di musica e d'amore".
 
<L'enorme sforzo organizzativo di quest'anno – spiega il sindaco di Summonte Pasquale Giuditta ci è sembrato il miglior regalo da fare al pubblico affezionato di Sentieri Mediterranei. Ogni anno il record di visitatori ci conferma il grande interesse che c'è attorno a questo evento, forse il più atteso del genere nella nostra Provincia. Per questo la decima edizione del festival conferma la sua qualità, sia nella selezione musicale, frutto di un lungo ed attento lavoro di ricerca del direttore artistico Enzo Avitabile, sia nella organizzazione generale dell'evento che stavolta riporta la Torre Normanna nella sua originaria ambientazione medioevale attraverso convegni, musiche, danze e momenti di teatro. E poi come dimenticare la gastronomia, faro speciale del nostro territorio. Il cibo invita a stare in gruppo, la musica a non dimenticare il senso della collettività>.