Sguardi Altrove Film Festival

Sguardi Altrove Film Festival
XVI edizione
27 febbraio – 8 marzo 2009
Milano
 
Creatività, Innovazione e Interazione. Il cinema e i linguaggi espressivi, per rileggere la Storia contemporanea in cui lo spettatore ha un ruolo attivo di moltiplicatore di conoscenze e di (ri)produttore di opere aperte multimediali.   
 
Sguardi Altrove Film Festival, dopo il successo dell’edizione 2008 – che ha visto un ulteriore ampliamento della manifestazione cinematografica ad altri linguaggi artistici (mostre fotografiche, pittura e scultura, installazioni, teatro e teatrodanza), inaugura, nell’ Anno Europeo del Creatività e dell’Innovazione, la sua XVI edizione con iltema: La rivoluzione digitale e le nuove culture.  
 
La scelta tematica prende spunto dalla riflessione sul rapporto sempre più consolidato tra linguaggi artistici e nuove tecnologie e su come queste ultime abbiano condizionato le abitudini sociali, delineato nuovi stili di vita, creato forme diverse di elaborazione, produzione, distribuzione e fruizione dei prodotti cinematografici e delle opere artistiche in generale.
 
Attraverso la creazione e la manipolazione delle immagini digitali, infatti, si è venuto a creare una sorta di "pensiero visivo", straordinariamente flessibile, capace di spaziare entro limiti incredibilmente vasti, amplificando a dismisura l'area dell'invenzione e della creatività, che è quella entro la quale nasce l'opera d'arte.
 
Da sempre sensibile al legame tra cinema e altri linguaggi, quest'anno il Festival dedica uno spazio significativo alle nuove forme d’arte nate dal connubio con i media digitali, con una sezione specifica Sconfinando – Digitalia dove saranno raccolte le opere – a tema libero, firmate da registi di ambo i sessi – (dall’animazione ai videoclip, dal documentario al cortometraggio) più significative a livello internazionale e una sezione dedicata alla Videodanza che definisca lo stato dell’arte di questo ambito ancora poco esplorato in Italia.
 
La Sezione cinema, che comprende le consuete sezioni competitive, sarà aperta anche all’esplorazione di linguaggi e contenuti innovativi a partire da un omaggio al cinema russo contemporaneo e dell’area dell Ex Unione Sovietica.
 
Si rinnovano inoltre, il premio Le Forme del cinema (assegnato quest’anno a Maria Grazia Cucinotta– in via di definizione), la sezione ‘I mestieri del cinema’ dedicata al mondo della produzione, la vetrina sul documentario, la sezione dedicata ai conflitti in atto, ampio spazio tradizionalmente rivolto dal festival a questa tematica; previsti un omaggio a Michelangelo Antonioni, indimenticabile autore del cinema Italiano, i cui film hanno avuto come soggetto privilegiato le donne, con la vidéo-collection’ Le cinéma italien vu de la France, curata dal critico italiano Mario Serenellini. Novità di quest’anno la sezione ‘Sconfinando-Digitalia’, che riprende il tema dell’edizione 2009 proponendo una selezione di lavori di animazione, videoclip, videoarte e video sperimentali di provenienza internazionale; la sezione dedicata alla videodanza; la sezione ‘Sentire Donna’ in collaborazione con l’associazione culturale Il Fischio; una rassegna dedicata all’alimentazione nel mondo, in vista dell’Expo 2015 di Milano.   
                                                                                                                                             
ll tema che coniuga linguaggi artistici e nuove tecnologie sarà anche al centro della sezione Tasselli d’Arte – Oltre il cinema, vetrina della creatività femminile e delle diverse declinazioni dello scambio artistico culturale e sociale del mondo contemporaneo.
 
Il festival presenterà in questa occasione una serie di ‘eventi’ di risonanza internazionale, legati al tema, che affiancheranno la proposta consueta di cinema e che si articoleranno durante il periodo della kermesse cinematografica.
 
Dopo il grande successo degli anni scorsi si rinnova come location di grande prestigio La Casa del Pane – Casello Ovest di Porta Venezia, situata nel cuore del centro cittadino, scenario di splendida bellezza architettonica che si affaccia sul Corso Buenos Aires, vivacissima e pulsante arteria metropolitana.
La manifestazione sarà inaugurata dalla performance di teatrodanza di Sisina Augusta e   The Queentet, quintetto d’archi di musicisti di provenienza internazionale.
A cura di KLM – Air France sarà presentata “Dive su linee KLM”, retrospettiva sulle celebrità che hanno volato sui voli della compagnia; saranno esposte fotografie di Gabriele Basilio, Marina Ballo, Riccardo Bucci per il progetto “Milano EXPO 2015” e le opere di giovani artiste italiane, promesse dell’arte contemporanea a cura di Ferruccio Giromini.
 
Consolidando la scelta di inserire opere a regia maschile, per un fattivo confronto con la ‘diversità di genere’, si ripropone una selezione indifferenziata di opere di ambo i sessi che confluiranno nelle varie sezioni del programma cinema 2009 e nella sezione parallela dedicata a tutti gli altri linguaggi, ad esclusione di quelle competitive, che rimangono esclusivamente a regia femminile.
 
Un percorso artistico/culturale, iniziato ormai da diversi anni, all’insegna dell’ apertura ai nuovi generi, alla contaminazione dei linguaggi, alla presentazione di opere i cui contenuti siano volti al superamento di ogni discriminazione, e contribuiscano alla costruzione di una cultura che valorizzi le diversità come fonte di vitalità creativa e veicolo di costruzione di rapporti umani e professionali.
 
 
 
CONTENUTI E SEZIONI
                               
 
SEZIONE CINEMA
3/8 marzo, Spazio Oberdan e Cinema Gnomo
 
Concorsi
Le sezioni competitive sono a tema libero.
 
Il concorso internazionale lungometraggi Nuovi sguardi, giunto alla sua 5° edizione, proporrà il meglio della produzione cinematografica a regia femminile da tutto il mondo.
 
L’interesse del Festival allo sguardo documentario si riconferma con la seconda edizione di Le donne raccontano, sezione che ospiterà un pacchetto di titoli di provenienza internazionale.
 
Si conferma inoltre l’attenzione per il cinema italiano indipendente con la sezione Sguardi (s)confinati, concorso riservato ai cortometraggi e mediometraggi realizzati da registe italiane.
 
Le tre giurie sono in fase di definizione.
 
Fuori concorso:In questa sezione saranno presentati titoli in anteprima italiana(in fase di selezione)e per la Festa dell’8 marzo si prevede una serata a tema.
 
 
Omaggio cinema italiano – Michelangelo Antonioni: omaggio realizzato in collaborazione con il critico cinematografico Mario Serenellini, con la presentazione della vidéo collection Le cinéma italien vu de la France, realizzata per il Département Cinéma dell’Espace Pierre Cardin di Parigi.
 
Omaggio alla Russia ed Ex Unione Sovietica, una finestra sulla produzione contemporanea.
 
Sguardi Incrociati: Sempre in continuità con la scorsa edizione e con la decisione di inserire titoli di ambo i sessi nelle sezioni non competitive, il festival rinnova l’appuntamento con la sezione Sguardi Incrociati che raccoglie il meglio della produzione di documentari e di cortometraggi italiani e dà spazio anche aduna ricognizione del documentario in Italia (corti e mediometraggi).
 
Sconfinando – Digitalia:una selezione internazionale aperta alla sperimentazione, con la presentazione di opere di vario genere e formato,dall’animazione ai videoclip, dal documentario al cortometraggio.
 
Conflitti: Set di guerra: sezione dedicata alla storia contemporanea e alle situazioni di conflitto nel mondo, quest’anno dedicata alle guerre dimenticate.
 
Sentire Donna:proiezione di una selezione di film sul rapporto tra le donne e la musica in collaborazione con l’associazione Il Fischio.
 
Sguardi sull’Expo 2015:selezione di documentari e cortometraggi sul tema dell’alimentazione in vista dell’Expo 2015 di Milano.
 
 
 
 
SEZIONE OLTRE IL CINEMA
27 febbraio – 8 marzo, Casa del Pane 
 
Vetrina sulle giovani artiste italiane(videoinstallazioni, mostre fotografiche, video in loop): (in via di selezione).
 
Sguardi sull’Expo 2015: mostra fotografica sul tema dell’alimentazione in vista dell’Expo 2015 di Milano, in collaborazione con il Parlamento Europeo 
 
Mostra fotografica storica – Star sulle passerella – AIR FRANCE KLM, sponsor della manifestazione sulle celebrità che sono passate sugli aerei della compagnia 
 
Videodanza: installazione a cura di Tiziana Cantarella.
 
Teatrodanzaa cura di Sisina Augusta: la danza rilegge il cinema.   
 
 
EVENTI
Serata di inaugurazione: Inaugurazione delle mostre ospitate presso la Casa del Pane.
 
Premiazione e festa dell’8 marzo: Serata finale del festival, con assegnazione dei premi da pare delle giurie e festa conclusiva presso la casa del Pane.
 
Premio Le forme del cinema: Il consuetopremio Le forme del Cinema,quest’anno alla sua 5˚ edizione, è assegnato ad una artista italiana che ha saputo esprimere la sua creatività in ambiti diversi del mondo del cinema. Premio 2009 a Maria Grazia Cucinotta, con unalezione di cinema e la proiezione di un titolo ‘del cuore’ a sua scelta (in via di definizione).
 
Omaggio Michelangelo Antonioni a cura di Mario Serenellini presso Spazio Oberdan
 
‘Storie di diritti umani’ lungometraggio composto da 22 corti curato da i maggiori artisti internazionali tra cui Marina Abramovic, Paolo Trapero, Jasmila Zbanic, nel 60° anniversario della dichiarazione dei diritti umani. Presentazione Spazio Oberdan 
 
Lettura scenica e presentazione video ‘ work in progress, sulle ‘burrnesh’ (dal termine albanese burré, uomo), vergini giurate che hanno promesso castità infinita e totale per conquistarsi l'onore di essere uomo. Presentazione Spazio Oberdan
Sezione work in progress dove saranno presentati i progetti produttivi in via di lavorazione. Tra gli altri il progetto di Catherine Mc Gilvray.
 
INCONTRI
 
Mestieri del Cinema:Come di consueto, il festival dedicherà una sezione alla professionalità femminile nel mondo del cinema e dell’audiovisivo. L’edizione 2009 si concentrerà sul mondo della produzione cinematografica, invitando una casa di produzione milanese Minnie Ferrara Associati per un incontro aperto al pubblico.
 
Il digitale e le nuove tecnologie: Seminario multimediale in collaborazione con le Università italiane e Istituti di ricerca sui Linguaggi mediali e il cinema.
 
Voci di donne:Tavola rotonda “La creatività delle donne tra arte e mestieri innovativi” in collaborazione con il Settore Politiche di Genere della Provincia di Milano e il Parlamento Europeo.

Sguardi Altrove Film Festival

Sguardi Altrove Film Festival

XVI edizione
27 febbraio – 8 marzo 2009
Milano

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------
Creatività, Innovazione e Interazione. Il cinema e i linguaggi espressivi, per rileggere la Storia contemporanea in cui lo spettatore ha un ruolo attivo di moltiplicatore di conoscenze e di (ri)produttore di opere aperte multimediali.

Sguardi Altrove Film Festival, dopo il successo dell’edizione 2008 – che ha visto un ulteriore ampliamento della manifestazione cinematografica ad altri linguaggi artistici (mostre fotografiche, pittura e scultura, installazioni, teatro e teatrodanza), inaugura, nell’ Anno Europeo del Creatività e dell’Innovazione, la sua XVI edizione con iltema: La rivoluzione digitale e le nuove culture.

La scelta tematica prende spunto dalla riflessione sul rapporto sempre più consolidato tra linguaggi artistici e nuove tecnologie e su come queste ultime abbiano condizionato le abitudini sociali, delineato nuovi stili di vita, creato forme diverse di elaborazione, produzione, distribuzione e fruizione dei prodotti cinematografici e delle opere artistiche in generale.

Attraverso la creazione e la manipolazione delle immagini digitali, infatti, si è venuto a creare una sorta di "pensiero visivo", straordinariamente flessibile, capace di spaziare entro limiti incredibilmente vasti, amplificando a dismisura l'area dell'invenzione e della creatività, che è quella entro la quale nasce l'opera d'arte.

Da sempre sensibile al legame tra cinema e altri linguaggi, quest'anno il Festival dedica uno spazio significativo alle nuove forme d’arte nate dal connubio con i media digitali, con una sezione specifica Digitale dove saranno raccolte le opere – a tema libero, firmate da registi di ambo i sessi – (dall’animazione ai videoclip, dal documentario al cortometraggio) più significative a livello internazionale e una sezione dedicata alla Videodanza che definisca lo stato dell’arte di questo ambito ancora poco esplorato in Italia.

La Sezione cinema, che comprende le consuete sezioni competitive, sarà aperta anche all’esplorazione di linguaggi e contenuti innovativi a partire da un omaggio al cinema russo contemporaneo e alla creatività delle artiste di questo Paese e dell’area dell Ex Unione Sovietica.

Si rinnovano inoltre, il premio Le Forme del cinema (assegnato quest’anno a Francesca Neri – in via di definizione), la sezione ‘I mestieri del cinema’ dedicata al mondo della produzione, la vetrina sul documentario, la sezione dedicata ai conflitti in atto, ampio spazio tradizionalmente rivolto dal festival a questa tematica; previsti un omaggio a Michelangelo Antonioni, indimenticabile autore del cinema Italiano, i cui film hanno avuto come soggetto privilegiato le donne, con la vidéo-collection’ Le cinéma italien vu de la France, curata dal critico italiano Mario Serenellini. Novità di quest’anno la sezione ‘Sconfinando-Digitalia’, che riprende il tema dell’edizione 2009 proponendo una selezione di lavori di animazione, videoclip, videoarte e video sperimentali di provenienza internazionale; la sezione dedicata alla videodanza; la sezione ‘Donne e musica’ in collaborazione con l’associazione culturale Il Fischio; una rassegna dedicata all’alimentazione nel mondo, in vista dell’Expo 2015 di Milano.
ll tema che coniuga linguaggi artistici e nuove tecnologie sarà anche al centro della sezione Tasselli d’Arte – Oltre il cinema, vetrina della creatività femminile e delle diverse declinazioni dello scambio artistico culturale e sociale del mondo contemporaneo.

Il festival presenterà in questa occasione una serie di ‘eventi’ di risonanza internazionale, legati al tema, che affiancheranno la proposta consueta di cinema e che si articoleranno durante il periodo della kermesse cinematografica.

Dopo il grande successo degli anni scorsi si rinnova come location di grande prestigio La Casa del Pane – Casello Ovest di Porta Venezia, situata nel cuore del centro cittadino, scenario di splendida bellezza architettonica che si affaccia sul Corso Buenos Aires, vivacissima e pulsante arteria metropolitana.
La manifestazione sarà inaugurata dalla performance di teatrodanza di Sisina Augusta e The Queentet, quintetto d’archi musicisti di provenienza internazionale. A cura di KLM – Air France sarà presentata “Dive in volo”, retrospettiva sulle celebrità che hanno volato sui voli della compagnia; saranno esposte fotografie di Gabriele Basilio, Marina Ballo, Riccardo Bucci per il progetto “Milano EXPO 2015” e le opere di giovani artiste italiane, promesse dell’arte contemporanea a cura di Ferruccio Giromini.

Consolidando la scelta di inserire opere a regia maschile, per un fattivo confronto con la ‘diversità di genere’, si ripropone una selezione indifferenziata di opere ambo i sessi i che confluiranno nelle varie sezioni del programma cinema 2008 e nella sezione parallela dedicata a tutti gli altri linguaggi, ad esclusione di quelle competitive, che rimangono esclusivamente a regia femminile.

Un percorso artistico/culturale, iniziato ormai da diversi anni, all’insegna dell’ apertura ai nuovi generi, alla contaminazione dei linguaggi, alla presentazione di opere i cui contenuti siano volti al superamento di ogni discriminazione, e contribuiscano alla costruzione di una cultura che valorizzi le diversità come fonte di vitalità creativa e veicolo di costruzione di rapporti umani e professionali



CONTENUTI E SEZIONI

SEZIONE CINEMA
3/8 marzo, Spazio Oberdan e Cinema Gnomo

Concorsi
Le sezioni competitive sono a tema libero.

Il concorso internazionale lungometraggi Nuovi sguardi, giunto alla sua 5° edizione, proporrà il meglio della produzione cinematografica a regia femminile da tutto il mondo.

L’interesse del Festival allo sguardo documentario si riconferma con la seconda edizione Le donne raccontano, sezione che ospiterà un pacchetto di titoli di provenienza internazionale.

Si conferma inoltre l’attenzione per il cinema italiano indipendente con la sezione Sguardi (s)confinati, concorso riservato ai cortometraggi e mediometraggi realizzati da registe italiane.

Le tre giurie sono in fase di definizione.

Fuori concorso:In questa sezione saranno presentati titoli in anteprima italiana(in fase di selezione)e per la Festa dell’8 marzo si prevede una serata a tema.

Omaggio alla creatività delle artiste della Russia e dell’Ex Unione Sovietica: Il festival dedica quest’anno uno spazio significativo alla creatività delle artiste provenienti dalla Russia e dall’Ex Unione Sovietica, presentando dieci tra lungometraggi e cortometraggi; prevista inoltre la presentazione di un titolo a stampa di una scrittrice di questo paese. L’Omaggio troverà ampio spazio nella sezione Oltre il Cinema (vedi sotto).
Omaggio cinema italiano – Michelangelo Antonioni: omaggio realizzato in collaborazione con il critico cinematografico Mario Serenellini, con la presentazione della vidéo collection Le cinéma italien vu de la France, realizzata per il Département Cinéma dell’Espace Pierre Cardin di Parigi.

Sguardi Incrociati: Sempre in continuità con la scorsa edizione e con la decisione di inserire titoli di ambo i sessi nelle sezioni non competitive, il festival rinnova l’appuntamento con la sezione Sguardi Incrociati che raccoglie il meglio della produzione di documentari e di cortometraggi italiani e dà spazio anche aduna ricognizione del documentario in Italia (corti e mediometraggi).

Sconfinando – Digitalia:una selezione internazionale aperta alla sperimentazione, con la presentazione di opere di vario genere e formato,dall’animazione ai videoclip, dal documentario al cortometraggio.

Conflitti: Set di guerra: sezione dedicata alla storia contemporanea e alle situazioni di conflitto nel mondo, quest’anno dedicata alle guerre dimenticate.

Donne e musica:proiezione di una selezione di film sul rapporto tra le donne e la musica in collaborazione con l’associazione Il Fischio.

Sguardi sull’Expo 2015:selezione di documentari e cortometraggi sul tema dell’alimentazione in vista dell’Expo 2015 di Milano.




SEZIONE OLTRE IL CINEMA
27 febbraio – 8 marzo, Casa del Pane

Omaggio alle artiste della Russia e dell’Ex Unione Sovietica– arti visive e performative:in mostra opere delle più significative artiste provenienti dalla Russia e dai paesi dell’Ex Unione Sovietica, tra cu AES group, Olga Chernysheva, Olga Tobreltus, Aidan Salakhova, Lydmila Gorlova, Tatyana Antoshina, Elena Nemkova (in via di selezione).

Vetrina sulle giovani artiste italiane(videoinstallazioni, mostre fotografiche, video in loop): (in via di selezione).

Sguardi sull’Expo 2015: mostra fotografica sul tema dell’alimentazione in vista dell’Expo 2015 di Milano, in collaborazione con il Parlamento Europeo

Mostra fotografica storica – Star sulle passerella – AIR FRANCE KLM, sponsor della manifestazione sulle celebrità che sono passate sugli aerei della compagnia

Videodanza: installazione a cura di Tiziana Cantarella.

Teatrodanzaa cura di Sisina Augusta: la danza rilegge il cinema.

Letteratura: presentazione di un opera letteraria della blogger italiana Nadiolinda.


EVENTI
Serata di inaugurazione: Inaugurazione delle mostre ospitate presso la Casa del Pane.

Premiazione e festa dell’8 marzo: Serata finale del festival, con assegnazione dei premi da pare delle giurie e festa conclusiva presso la casa del Pane.

Premio Le forme del cinema: Il consuetopremio Le forme del Cinema,quest’anno alla sua 5˚ edizione, è assegnato ad una artista italiana che ha saputo esprimere la sua creatività in ambiti diversi del mondo del cinema. Premio 2009 a Maria Grazia Cucinotta, con unalezione di cinema e la proiezione di un titolo ‘del cuore’ a sua scelta (in via di definizione).

Omaggio Michelangelo Antonioni a cura di Mario Serenellini presso Spazio Oberdan

Storie di diritti umani’ lungometraggio composto da 22 corti curato da i maggiori artisti internazionali tra cui Marina Abramovic, Paolo Trapero, Jasmila Zbanic, nel 60° della dichiazione dei diritti umani. Presentazione Spazio Oberdan

Lettura scenica e presentazione video ‘ work in progress, sulle ‘burrnesh’ (dal termine albanese burré, uomo), vergini giurate che hanno promesso castità infinita e totale per conquistarsi l'onore di essere uomo. Presentazione Spazio Oberdan
Sezione work in progress dove saranno presentati i progetti produttivi in via di lavorazione. Tra gli altri il progetto di Catherine Mc Gilvray

INCONTRI

Mestieri del Cinema:Come di consueto, il festival dedicherà una sezione alla professionalità femminile nel mondo del cinema e dell’audiovisivo. L’edizione 2009 si concentrerà sul mondo della produzione cinematografica, invitando una casa di produzione milanese Minnine Ferrara Associati per un incontro aperto al pubblico.

Il digitale e le nuove tecnologie: Seminario multimediale in collaborazione Università italiane e Istituti di ricerca sui Linguaggi mediali e il cinema.
Voci di donne:Tavola rotonda “La creatività delle donne tra arte e mestieri innovativi” in collaborazione con il Settore Politiche di Genere della Provincia di Milano e il Parlamento Europeo.
---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
---------------------------------------------------------------

www.sguardialtrove.org  

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
----------------------------------------------------------------

 

Sguardi Altrove Film Festival

Sguardi Altrove Film Festival
 
16/30 SETTEMBRE – TRIENNALE – MILANO
 
Videoinstallazioni, mostra fotografica, documentari. Nell'ambito della seconda edizione di Festivall, all'interno di Milano Settembre Cinema – promosso dall'Assessorato al Tempo Libero del Comune di Milano – Sguardi Altrove Film Festival organizza un evento articolato in tre proposte che affrontano la condizione della donna di attualità internazionale. In programma gli ultimi lavori della documentarista iraniana Firouzeh Khosrovani; il documentario It happened just before di Anja Salomonowitz e la serie documentaria di Jennifer Fox Flying: confessions of a free woman.
 
Rought Cut: videoinstallazioni, mostra fotografica, documentario – produzione Sguardi Altrove Film Festival
Il progetto Rought Cut dell’artista iraniana Firouzeh Khosrovani – che si articola attraverso i linguaggi differenti della videoinstallazione, della fotografia e del documentario – siispira ai manichini femminili esposti nelle vetrine dei negozi d’abbigliamento di Tehran. I manichini, inquietanti e grottesche riproduzioni di figure femminili – metafora del corpo velato e mutilato, ridefinito secondo i dettami della legge – saranno al centro della riflessione proposta dall’autrice. Il progetto si completa con la proiezione del documentario Rought Cut, che amplia le informazioni sul tema anche con una visita nelle fabbriche di produzioni dei manichini e interviste ai negozianti di Tehran.  
 
Proiezioni
– Rough cut. Firouzeh Khosrovani, Iran, 2007, dvd, 26'. Storia della concezione del corpo femminile prima e dopo la guerra tra Iran e Iraq attraverso le mutilazioni apportate ai manichini esposti nelle vetrine di Tehran .

 

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
---------------------------------------------------------------

 

Firouzeh Khosrovani. Nata a Tehran, si trasferisce in Italia per studiare all’Accademia di Belle Arti di Brera dove si laurea nel 2002. Ritorna in Iran lo stesso anno e nel 2004 consegue un master in giornalismo. Debutta come documentarista scrivendo il soggetto e collaborando alla fotografia del documentario Behesht-e Zahra su Madre dei Martiri della guerra Iran-Iraq. Collabora per diverse testate italiane come Il Manifesto, Limes, D della Repubblica, sul quale ha pubblicato il reportage sullo stesso tema intitolato Corpi del Reato.
 
Jennifer Fox, Fying: confessions of a free woman [eps. 2 e 4], USA, 2007, Beta SP, 120’
---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------
Cosa significa essere una donna moderna oggi? Un dialogo tra donne provenienti da diversi paesi del mondo.
 
Jennifer Fox. Regista, produttrice e camerawoman pluripremiata a livello internazionale,  lavora nel campo dei documentari da 25 anni. Il suo primo film, Beirut The Last Home Movie, è stato trasmesso in 20 Paesi e ha vinto 7 premi in festival internazionali tra cui il Sundance Film Festival. In Flying, Confessions of a Free Woman, esplora la libertà femminile mettendo a nudo la sua vita e confrontandola con quella di decine di donne nel mondo.
 
Anja Salomonowitz, It happened just before,Austria,2007, Beta, 72’
Sospeso tra fiction e documentario, il film riflette, a partire dalle storie delle protagoniste, sul problema della tratta delle donne dall’Europa dell’Est.
 
Anja Salomonowitz. Studia cinema a Vienna, è interessata al confine tra la finzione e il documentario. I suoi film sono riconosciuti a livello internazionale: You will never understand this ha vinto il Prix Regards Neufs al Festival di Nyon ed è stato presentato in vari festival internazionale. It happened just before ha ricevuto il "Caligari Filmprize" alla Berlinale 2007.
 
www.sguardialtrove.org – info cell.3477806561 – 3405684138
---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
----------------------------------------------------------------

 


SGUARDI ALTROVE FILM FESTIVAL

SGUARDI ALTROVE FILM FESTIVAL
XV EDIZIONE
MILANO 29 FEBBRAIO – 9 MARZO 2008
 
E’ stata presentata questa mattina allo Spazio Oberdan di Milano la quindicesima edizione di Sguardi AltroveFilm Festival.
I linguaggi del dialogo interculturale. Il corpo tra sensi e spiritualità, forza e paura è il tema dell'appuntamento del 2008 che propone 80 titoli divisi in numerose sezioni; ai lungometraggi, ai corti e ai documentari, si affiancano mostre, performance e incontri.
 
Come sempre ricchissima la sezione del festival dedicata al cinema,ospitata al Cinema Arcobaleno e allo Spazio Oberdan.
Tre categorie di film in Concorso:
(Nuovi sguardi, concorso internazionale lungometraggi; Le donne raccontano, dedicata al cinema documentario italiano e straniero; Sguardi (s)confinati, concorso riservato ai cortometraggi di registe italiane).
Tre i film fuori concorso in anteprima italiana e, in anteprima nazionale, dopo la presentazione al Festival di Locarno, otto titoli di Signore&Signore, omaggio curato da Piera Detassis alle attrici che hanno fatto grande il cinema italiano realizzato con film restaurati da Cinecittà Holding.
La sezione Sguardi incrociati raccoglie documentari e cortometraggi internazionali, anche a regia maschile.; Conflitti: set di guerra è dedicata alla storia contemporanea e alle situazioni di conflitto nel mondo mentre un ulteriore spazio è dedicato interamente alla creatività delle artiste iraniane.
Il Festival propone inoltre 10 titoli, a regia femminile, provenienti dalla cinematografia australiana, neozelandese e dell’Oceania.
L’edizione 2008 assegna il Premio Le forme del cinema a Cristina Comencini.
 
Altrettanto ricco il calendario di mostre, performance, installazioni e incontri della sezione Oltre il cinema: linguaggi dell'intercultura, che avrà il suo polo d'attrazione nello splendido scenario architettonico della Casa del Pane (Casello Ovest di Porta Venezia).
Tra le mostre in programma: una selezione di quaranta tavole tratte dal fumetto Persepolis di Marjane Satrapi; gli scatti dell'israeliana Tamar Matza che ha documentato il linguaggio di strada in Israele fotografando i diffusissimi sticker e una personale di Huguette Ronald, unica donna fotografa di scena del cinema italiano degli anni ’50 e ’60. 
Evento speciale, venerdì 7 marzo allo Spazio Oberdan. In occasione del centenario della nascita di Anna Magnani.  , verrà proietatta la copia restaurata di Bellissima di Luchino Visconti
 
Infine, il 7 marzo a Palazzo Isimbardi, si terrà la tavola rotonda Voci di donne: libertà delle donne nella società multiculturale, organizzata in collaborazione con il Settore Politiche di Genere della Provincia di Milano e il Parlamento Europeo.
 


SGUARDI ALTROVE FILM FESTIVAL
Milano: Cinema Arcobaleno, Spazio Oberdan, Casa del Pane, Palazzo Isimbardi
Ingresso libero
Info:
tel. 02.75778712; e-mail: info@sguardialtrove.org; website: www.sguardialtrove.org
 

SGUARDI ALTROVE Film Festival

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
---------------------------------------------------------------

 


---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------
---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
----------------------------------------------------------------

Oltre 40 pellicole – 20 documentari – 4 mostre fotografiche


eventi, incontri, performance teatrali


alla XIV edizione di


 


SGUARDI ALTROVE Film Festival a regia femminile


Spazio Oberdan – Cinema Gnomo – Milano _ 5/11 marzo 2007


 


 


Il 5 marzo 2007 a Milano prende avvio SGUARDI ALTROVE FILM FESTIVAL.


 


Filo conduttore della 14° edizione il tema del Corpo – inteso come forma e contenuto, punto di incontro e relazione tra evento psichico e significato, tra natura e cultura, economia e società.


Il Corpo è protagonista infatti della sezione competitiva NUOVI SGUARDI_CONCORSO INTERNAZIONALE LUNGOMETRAGGI giunta alla sua 4° edizione.


 


Otto i titoli in concorso: Das Fraulein di Andrea Staka, Pardo d'Oro Locarno 2006, ritratto intimo di tre donne della ex Yugoslavia trasferite in Svizzera; Chand Rooz Ba'd- A few days later secondo lungometraggio della regista iraniana Niki Karimi (2006), già assistente di Abbas Kiarostami, che ambienta nell'Iran dei nostri giorni la relazione tra una donna iraniana e un manager di successo; Gisela di Isabelle Stever (2006), storia di un triangolo amoroso tra due uomini e una donna, l'olandese Diep di Simone van Dusseldorp (2005); Kilnieks – The Hostage di Laila Pakalniņa (Lettonia 2006), storia di un dirottamento di un aereo e delle assurde richieste di un bambino preso in ostaggio dal dirottatore, In Between Days, primo lungometraggio della coreana So Yong Kim (USA/Canada 2006), selezionato al Sundance 2006 e invitato all'International Forum for New Cinema del Festival di Berlino 2006, Nouvelle Chance di Anne Fontaine (Francia 2005; Selezione ufficiale fuori concorso Festival di Cannes), Friss Levego – Fresh air dell'ungeherese Ágnes Kocsis (2006), presentato durante la Settimana della Critica della stessa edizione del Festival di Cannes. Tra gli ospiti le registe Isabelle Stever, Simone von Dusseldorp e Laila Pakalnina e l'attrice protagonista del film Das Freulein.


 


Novità dell'edizione 2007 la selezione anche di opere a regia maschile (film e documentari) inserite in alcune sezioni non competitive. Una decisione maturata nella convinzione che il confronto e il dialogo tra "mondi" differenti costituiscano un'opportunità di crescita per la società civile.


 


 


Ad illustrare questo percorso la sezione SGUARDI INCROCIATI, CORPI DESNUDI, non competitiva realizzata in collaborazione con IULM cattedra Storia del cinema del prof. Gianni Canova.


Un percorso di immagini dal corpo oggetto al corpo virtuale attraverso tre proiezioni-incontri: Gattaca di Andrew Niccol (1996); Tetsu di Shinya Tsukamoto (1989) presentato da Alberto Abruzzese; Madama Butterfly di David Cronenberg (1996) presentato da lo stesso Gianni Canova. Obiettivo specifico della sezione sarà dunque una ricognizione nell'ambito di corpo come: mistura esplosiva tra soma e psiche, alla ricerca di una poetica filmica basata sulla poliedricità del corpo mutante e tra(n)sformato; antinomia tra realtà fisica e metafisica; passaggio della rappresentazione del 'corpo oggetto', a 'corpo soggetto' (declinato nel dualismo di eros/psiche, corpo/anima, sesso/morte, maschile/femminile); in divenire, smaterializzato, asessuato, sdoppiato, duplicato, tecnologizzato, virtuale, modificato (in altri ambiti si traduce anche nell'inadeguatezza del corpo anoressico e bulimico).


Si rinnova l'attenzione nei confronti del cinema Italiano con il concorso SGUARDI (S)CONFINATI rivolto al cinema indipendente e l'appuntamento con i MESTIERI DEL CINEMA (sezione dedicata alla professionalità femminile) che, in linea con il tema dell'edizione 2007, rivolge la sua attenzione al 'corpo' come espressione esteriore (costumi) e come apparato 'fonico' che amplifica il corpo dell'attore attraverso la voce (doppiaggio). Saranno presenti la costumista Lia Morandini e la doppiatrice Ludovica Modugno.




 


Otto i film in concorso: Sottofondo di Rachele Roppo (2006); They call me Muslim di Diana Ferrero (2005), racconto documentario sull'hijab, o velo islamico, attraverso le voci e i ritratti simmetrici di due giovani donne; Le insondabili memorie di Nadia Baldi (2006); Griglie di Simona Meriggi (2006); Maria di Valeria Baldan (2004); Una mattina di fine marzo di Michela Franoso (2006), selezionato al 36° International Film Festival di Rotterdam e al Cinemateque Français Paris; L'ultima seduta di Elisabetta Rocchetti (2006); Nerik di Antonella Greco (2006), vincitore del premio Vela d'Oro al Bellaria Film Festival del 2006.


 


Dedicato alla produzione dei lavori di autrici operanti in area lombarda il concorso LO SGUARDO DELLE DONNE ispirato alla tematica corpi metropolitani (in collaborazione Scuola civica di Cinema di Milano) . Alcuni dei titoli in concorso sono: La Pizia di Alessandra Pescetta (2006), storia dell'omonima sacerdotessa di Apollo, voce di donna imprigionata e resa inerte da un mondo divenuto maschio, Camera singola affittasi dell'artista Cristina Cristalli (2006), opera prima auto-prodotta; Lo rifarei domani di Silvia Chiarini (2006), ritratto di una donna colta nel suo quotidiano, nello spazio del suo lavoro, al centro di Milano; Piccole donne crescono di Rita Casdia (2006) e Ritratto di famiglia di Orsola Sinfisi (2006) che presenta il corpo come luogo dove si consumano passioni ed esperienza.


 


Con la sezione non competitiva LE DONNE RACCONTANO il festival darà ampio spazio anche allo sguardo documentario ospitando numerose opere nazionali e internazionali.


Nei lavori in programmazione il Corpo viene declinato e attraversato come luogo di violenza, abuso, prigionia ed alienazione ma anche come vulnerabilità psicologica e medium di traslazione di valori culturali.


Nove i documentari internazionali: il libanese Beirut Diaries di Mai Masri (2006), vincitore del primo premio al Film Festival dell' Institut du Monde Arabe a Parigi, e del premio speciale della giuria al Beirut International Film Festival, i belgi Deux Soeurs di Jasna Krajinovic (2005) e Rwanda; Through Us Humanity di Marie-France Collard (2006), presentato in numerosi festival internazionali, tra cui il Festival del Nuovo Cinema di Montréal di Marie France; il colombiano Semaforo di Liliana Vélez (2003), l'indiano India Matters di Sutapa Deb (2005) che documenta le proteste contro le violazioni dei diritti umani in Manipur.; il tedesco The Raging Grannies Anti Occupation Club di Iwajla Klinke (2006), l'olandese Three Comrades di Masha Novikova (2006), Sisters in law di Kim Longinotto/Florence Ayisi (2005), vincitore di numerosi premi internazionali, tra cui il Prix Art et Essai del festival di Cannes, e dell'International Documentary Festival di Amsterdam, Leila Khaled Highjacker opera prima di produzione svedese della documentarista palestinese Lina Makboul (2005), film sulla prima donna appartenente al fonte di liberazione palestinese dirottatrice di un aereo.


Tra i documentari italiani si segnala: Apparizioni di Elisabetta Sgarbi (2006) da un soggetto di Giovanni Reale che sarà presente in sala durante la proiezione, film sulla pala d'altare di Isenheim, ora nel museo di Unterlinden a Colmar, opera del grande pittore Mathias Grunewald; Il mondo addosso di Costanza Quatriglio (2006) che racconta la storia di quattro ragazzi approdati a Roma, e del loro lungo viaggio dal buio dell'invisibilità tra le pieghe di una città distratta, al riconoscimento dei loro diritti, Elogio della costanza, di Paolo Benzi e Maria Nadotti, uno sguardo non retorico sulla Palestina attraverso gli occhi e i racconti di Mustapha Barghouthi, medico palestinese; Papervision di Elisabetta Lodoli (2006), è il ritratto di Chiara Carrer, una delle maggiori illustratrici italiane contemporanee, Dove il marmo è zucchero di Elisabetta Sgarbi (2006), da un testo dello scrittore ferrarese Diego Marani (Bompiani), che torna a Tresigallo, luogo della sua infanzia e adolescenza, canto d'amore e di nostalgia per una terra rimasta nei suoi ricordi e nei suoi sogni. Per questo film la regista Elisabetta Sgarbi sarà premiata con il premio Nino Martoglio. Lo scrittore Diego Marani sarà presente in sala.


 


Si affiancano alle altre sezioni OMAGGIO AL CINEMA INDIANO, una finestra sulla produzione indiana contemporanea che si amplia con una mostra fotografica presentata in anteprima italiana.


Sette i film in programma: The Namesake di Mira Nair (2006), seconda proiezione italiana dopo la prima alla Festa Internazionale del cinema di Roma, film che esprime attraverso la bellissima star di Bollywood Tabu una nostalgia per la sua terra d'origine; Paris Autumn di N. Pushpamala (2006), un lavoro di fiction nello stile del thriller gotico in bianco e nero, Hope and a little sugar di Tanuja Chandra (2006) ambientato a New York dopo l'11 settembre porta sullo schermo la storia di odio e amore tra




 


un aspirante fotografo musulmano e una vedova Sik, vincitore del premio Best Feature Film al South Asian International Film Festival di New York, in anteprima italiana; Paap, secondo film di Pooja Bhatt (2004), Jism (the body) di Amit Saxena (2003), produttrice e attrice che firma la sua prima regia thriller psicologico che indaga nella profondità della mente dei protagonisti premiato per la colonna sonora; An encounter with a life living di Suja Abraham (2003), vincitore nel 2003 del National Award for the Best First Non- Feature Film of a Director, ispirato al libro autobiografico di Sarasu, una donna afflitta da poliomielite; India matters: cycle of violence di Sutapa Deb (2005), già inserito nella sezione documentari internazionali.


 


Eventi Paralleli


L' inaugurazione del festival si apre il 5 marzo con la 'serata evento' presso la Scatola Magica -Teatro Strehler in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano: VOCI DI DONNE: CORPI DEL TERZO MILLENNIO. Tra gli ospiti: Alka Pande, scrittrice e curatrice d'arte indiana autrice di un libro sulla sessualità femminile e sul rapporto tra la cultura indiana e il Kamasutra; Anna Bonaiuto attrice di teatro e di cinema, dal 3 marzo in scena al teatro Studio con 'Inventato di sana pianta' (regia di Luca Ronconi); Paola Barale, conduttrice televisiva e interprete di 'Broadcast' di Laura Chiossone, raffinato video che riflette sulla trasformazione del corpo mediatico e sulla sottrazione di valore al corpo, divenuto quasi pura essenza; Sisina Augusta, ballerina e coreografa, autrice di 'Tango Metropolitano', spettacolo di successo al teatro Libero; Paola De Leonardis, psicologa, che parlerà de 'Il corpo amico/ nemico: una conoscenza possibile' ; Mary Nicotra, documentarista autrice di 'TransAzioni', videoraccolta di testimonianze di trasformazioni di genere; Chiara Valentini, giornalista e saggista, responsabile dei servizi culturali di Panorama e oggi inviato speciale dell'Espresso, autrice del libro 'La fecondazione proibita'.


A partire dalla riflessione teorica/visiva della serata di inaugurazione, l'offerta culturale della manifestazione prosegue e si amplia anche ad altri linguaggi artistici come vetrina della creatività femminile tout court e delle diverse declinazioni dello scambio culturale artistico e sociale del mondo contemporaneo.


A partire dall'8 marzo presso La Casa del Pane – Casello Ovest di Porta Venezia nel cuore del centro cittadino, il Festival SGUARDI ALTROVE 2007 presenterà diverse produzione creative e artistiche a firma femminile. Una serie di Tasselli d'arte distribuiti su 300 mq a definire spazi di incontro e di riflessione attraverso anche l'ospitalità di personalità del mondo dell' arte della cultura e della politica cittadina.


Sempre l'8 marzo si terrà la proiezione presso lo Spazio Oberdan di 'Bellissime' di Giovanna Gagliardo, spaccato culturale sociale e artistico che percorre la storia italiana a partire dal 1950 ai nostri giorni.


 


Tasselli d'arte – La Casa del Pane a partire dall'9 marzo 2007:


Lo spazio espositivo sarà allestito con i seguenti tasselli d'arte:


 


– Corpo e immagine – Mostra Polaroid: '80 scatti alle star del cinema europeo' (materiale proveniente dall'Archivio Cinematografico Photomovie di Claudio Canova);


– Corpi d'arte – Mostra storica di affiche di pittori del Novecento a cura di Michela Toni,


– Presenza e assenza del corpo – Mostra fotografica: nell'ambito dell'Omaggio dedicato all'India che prevede proiezioni di titoli in sala di cineaste provenienti da questo paese – con i lavori delle fotografe indiane Olivia Arthur, Sheba Chhachhi;


– Corpi in viaggio: mostra dei dieci lavori di studenti di scuole di grafica selezionati per il concorso 'Corpi in viaggio', in collaborazione con KLM


– Corpi mediatici – installazione del video 'Broadcast' diretto da Laura Chiossone e interpretato da Paola Barale)


– Corpi e moda: performance teatrale con tema il corpo e la moda – a cura di Marcella Viscione


– La Memoria del Corpo: performance di teatro e danza a cura di Sisina Augusta


 


Corpi di pietra percorso di scultura a cura di Anna Maria Maglietta.

Sguardi Altrove Film Festival

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
---------------------------------------------------------------

XIVa Edizione Sguardi Altrove Film Festival a regia femminile


---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------
---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
----------------------------------------------------------------

 


Dopo il successo dell'edizione 2006 di Sguardi Altrove Film Festival a regia femminile, che ha visto un notevole incremento di pubblico e un crescente interesse da parte della stampa nazionale e online, l'edizione di Sguardi Altrove Film Festival 2007, che si terrà a Milano dal 6 all'11 marzo 2007, sarà dedicata a una profonda e diversificata riflessione sul tema del Corpo sia maschile che femminile.


 


Il tema del Corpo sarà quindi il filo conduttore dell'edizione 2007, nell'àmbito del Festival si svilupperanno temi legati alla sua forma e contenuto, quale punto d'incontro e di relazione tra evento psichico e significato, tra natura e cultura, economia e società.


Attraverso l'ottica cinematografica nazionale e internazionale osserveremo il corpo calato nella realtà contemporanea in cui si connota come rappresentazione simbolica di una fisicità in divenire, trasformata e tra(n)sfigurata, protagonista principale del passaggio nel nuovo secolo.


 


I 3 bandi di concorso edizione 2007


 


1) Va Edizione del Concorso "Lo Sguardo Delle Donne", per cortometraggi rivolto alle Filmaker e Videomaker operanti nella Regione Lombardia.


Tema del Concorso: Corpi metropolitani.


 


2) Va Edizione del Concorso "Sguardi (s)confinati", per corto e mediometraggi rivolto alle registe italiane indipendenti.


Tema del Concorso: Corpo visto in tutte le sue possibili esplorazioni e declinato in tempi e luoghi diversi.


 


3) IVa Edizione del Concorso Internazionale "Nuovi Sguardi" per lungometraggi e documentari.


Tema del Concorso: Il Corpo. Sguardi sui corpi del secondo millennio.


 


Le opere dovranno essere inviate, entro e non oltre il 20 dicembre 2006, al seguente indirizzo:

Sguardi Altrove, Segreteria organizzativa, Corso San Gottardo, 5 – 20155 – Milano. Per  informazioni e-mail: sguardialtrove@virgilio.it, tel: 02/33.19.434347/78.06.561.


Sul sito Internet www.sguardialtrove.org potete scaricare i 3 bandi di concorso completi.


Materiale di documentazione da inviare:




  • due immagini tratte dall'opera


  • una fotografia dell'autrice


  • una biografia e videofilmografia dell'autrice


  • una breve sinossi dell'opera


  • una dichiarazione dell'autrice sull'opera presentata e sulla propria attività artistica


  • recapito telefonico e indirizzo e mail

Scheda d'iscrizione Concorsi Sguardi Altrove Film Festival 2007
Entry Form Competitions Sguardi Altrove Film Festival 2007


Titolo / Title:…………………………………………………………………………………………………………                                                                                                            


Regista / Woman director:……………………………………………………………………………………………………..                                                                                                                                 


Lungometraggio / Fiction………………………………Documentario / Documentary:…………Corto e Mediometraggio……………………………………………………….


Nazionalità / Nationality:……………………..Anno / Year:……Durata / Running time:……………..
                                                                                                          


Colore / Color………………. B/N / B/W……………Formato / Format:……………………………………16mm……………… 35mm………VideoBETASP…………


 


Sceneggiatura / Script:…………………………………………………………………………………………………………..                                                                                                                                           


              


Lingua del film / Language of the film:……………………………………………………………………………………………………………..


Sottotitoli / Subtitles:…………….. No …………. Si / Yes………………………………………………

Lingua sottotitoli / Language:………………………………………………………………………………………………………

Produzione
/ Production:………………………………………………………………………………………………………………………
                                                                                                                                
Recapito della regista / Address of the woman director: ………………………………………………………………………………………………………………                                 


                                                                                                                                                                                      


E-mail: ……………………………………………. Tel. ………………………………………..Fax……………



Distribuzione
/ ExportAgent:……………………………………………………………………………………………………………….


 


Inviare il video per la selezione  / Send the video tape for the preliminary selection and the print for the selection to the following address:                                                                                                 


 


Sguardi Altrove Film Festival


Segreteria Organizzativa


Corso San Gottardo, 5


Milano – Italy



Info tel: 02/33.19.434 347/78.06.561, e-mail: sguardialtrove@virgilio.itwww.sguardialtrove.org


L'iscrizione implica l'accettazione del regolamento del Festival / The submission of an entry form implies acceptance of the regulations.



Firma della regista
/ Signature of the woman director
………………………………………………………………………………………………………………