ShorTS International Film Festival 21, dal 4 luglio online

ShorTS International Film Festival riparte con una edizione online fatta di coraggio, innovazione, reinvenzione, di nuove opportunità e di persistenza.

--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!
--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
La 21° edizione si tiene dal 4 luglio fino al 12: quest’anno però il festival triestino non si svolgerà in Piazza Verdi come al solito, bensì tramite la piattaforma MYmovies.
Questa pandemia è stata un colpo duro per tutti quegli eventi dove la presenza fisica e la socialità costituiscono le fondamenta su cui si regge tutto il resto. Ma è stata anche il motivo per cui tante realtà hanno imparato a reinventarsi in modo costruttivo.
Ci sono festival che purtroppo quest’anno non ce l’hanno fatta, altri hanno ridotto la loro durata, altri ancora invece hanno colto l’opportunità del cambiamento per sperimentare nuovi metodi: uno di questi è lo ShorTS, ha introdotto Tiziana Gibelli, assessore regionale alla cultura e allo sport.
Durante il lockdown abbiamo sviluppato una maggiore alfabetizzazione riguardo la tecnologia. Abbiamo imparato ad utilizzarla per molte, moltissime cose, ma d’improvviso ci siamo trovati a dover riorganizzare tutto frettolosamente, per rientrare nei tempi. Ora dobbiamo ragionare sul giusto utilizzo del digitale, per capire come trarne un vantaggio effettivo. Le piattaforme, ad esempio, sono uno strumento utilissimo per il cinema, che può raggiungere un pubblico più esteso e può diffondersi più facilmente a livello internazionale. Questo, a parer mio, è un giusto utilizzo tecnologico, ha concluso l’assessore.
Sono state molte le difficoltà e le deviazioni per i festival costretti ad entrare in una dimensione nuova. Eppure, come gli eventi sono stati capaci di riorganizzarsi dal principio, anche il pubblico ha compreso e imparato come approcciarsi a questo tipo di “nuova” fruizione allargata. Inoltre, ogni festival comporta delle migliorie alla piattaforma e viceversa, questo è un vantaggio. C’è da dire anche che Trieste è una città particolarmente predisposta per questo tipo di stravolgimenti: è sempre stata una città aperta a nuove proposte, luogo di incontri, di scambi e centro d’innovazioni. Ha dichiarato Maurizio di Rienzo.
Questo modo di lavorare non può prescindere dalla fisicità e la fisicità non può altrettanto prescindere da questo modo di lavorare.
Nonostante i bruschi cambiamenti, i partners privati del festival hanno creduto nella riorganizzazione dell’evento via web e hanno confermato il loro supporto anche per quest’anno.
Non avere ShorTS in Piazza Verdi, da una parte è stata una perdita, dall’altra però siamo riusciti ad organizzare il festival mettendo anche noi stessi alla prova e cogliendo un’opportunità che si sta rivelando proficua. Il duro lavoro paga sempre con i risultati. Hanno spiegato Riccardo Farinelli e Serena Saltarelli, del Gruppo Era ed East Energy.
Lo ShorTS, insomma, è pronto per ripartire sfruttando nuovi metodi, proponendo tante novità ed eventi extra, che non sostituiscono certo la fisicità, ma che possono essere altrettanto coinvolgenti.
Beatrice Fiorentino a tal proposito ci ha spiegato come la sezione Nuove Impronte si sta sviluppando grazie a questi nuovi metodi, aprendosi ad un panorama internazionale. Mentre immaginavamo questo nuovo contenitore, il lockdown è arrivato di prepotenza imponendo le sue regole. Quest’anno abbiamo sette titoli di cui quattro sono italiani e tre stranieri. Tutti sono accomunati dal senso d’inquietudine che viviamo nel presente: è molto interessante notare come le riflessioni di questi film partono da luoghi fisici – è come se dicessero che le coordinate e i confini del nostro mondo dovrebbero essere cambiate.
Un’altra sezione confermata è la Shorter Kids, quella dedicata ai piccoli spettatori. Tutti i bambini che si connetteranno dalle proprie case per vedere i cortometraggi diverranno giurati e quindi riceveranno un kit con tutto il materiale necessario per votare.
Il Festival partirà in anticipo dal 3 luglio, con un appuntamento dedicato ai giovani registi emergenti. Si terrà un workshop on line sul pitching, ovvero su come presentare il proprio lavoro ad un produttore col fine di convincerlo a finanziarlo.
Le premiazioni si svolgeranno durante la sera del 12 luglio.

Sicuramente questo evento ci consente di capire la differenza tra piccolo e grande schermo, che sono due esperienze diverse, ma nessuna preclude l’altra. Ci sono molte cose da salvare tra quelle che abbiamo imparato durante questo periodo e ce ne sono anche molte da sviluppare per il futuro. Lo ShorTS ha cercato di fare il suo meglio, con il proposito di tornare insieme in Piazza Verdi il prossimo anno, ma senza tralasciare le opportunità che il buon uso della tecnologia continuerà a darci. Ha concluso Chiara Valenti Omero, presidente e co-direttrice del festival.

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------