Si conclude l’IFF – Integrazione Film Festival di Bergamo

L’evento iniziato lo scorso 7 aprile ha presentato film sull’identità, sull’integrazione e sull’intercultura. Ecco i premi

Con oltre 4mila visualizzazioni alle dirette streaming, lo scorso 10 aprile ha chiuso i battenti la 15esima edizione dell’IFF – Integrazione Film Festival di Bergamo. La serata conclusiva ha svelato i vincitori: il miglior cortometraggio va a Dolapo Is Fine di Ethosheia Hylton, la storia di una ragazza afro e la relazione difficile con i suoi capelli. La pellicola di Alex Ygoa, Razas Primer Acto, si porta a casa il premio per il miglior documentario raccontando in modo ironico i pregiudizi della società spagnola odierna. Il film di Emanuele Aldrovandi dal titolo Bataclan vince la menzione speciale. La pellicola partendo dai drammatici eventi di Parigi nel 2015 compie un’analisi a tutto tondo della società contemporanea. Il premio del pubblico va a Gancio Cielo di Giulio Pietromarchi che narra un grave episodio di razzismo.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

Il festival organizzato da Cooperativa Sociale Ruah e Lab 80 Film ha proposto quindici opere in concorso provenienti da tutti gli angoli del mondo, tra cui quattro anteprime italiane in parallelo a una serie di workshop e momenti di dialogo con gli autori in gara. I lavori sono stati premiati sia dalla giuria che dal pubblico.

Tra gli ospiti si segnalano la regista afrofrancese Soraya Milla, la cantante e attrice afroromana Fatou Sokhna e infine il regista bresciano di origini marocchine Elia Moutamid che ha presentato Kufid, un documentato girato durante il primo lockdown.

Il commento del direttore Giancarlo Domenghini: “Siamo felici di aver portato anche quest’anno al pubblico italiano film che altrimenti non avrebbe potuto conoscere. E non possiamo che ringraziare tutti coloro che da lontano e da vicino hanno sostenuto questa difficile edizione, seguendoci così numerosi in streaming. Ci sentiamo una sorta di “app” che le persone possono utilizzare per comprendere meglio la realtà: fenomeni come integrazione, interazione tra diversità, confronto ma anche conflitto o forme di violenza che spesso colleghiamo ad appartenenze religiose o situazioni di emarginazione, quando sono raccontati attraverso i volti e i vissuti dei protagonisti delle storie diventano più facili da capire, meno lontani. Anche questo è il ruolo di Integrazione Film Festival e già da ora lanciamo l’appuntamento per l’edizione 2022, che sarà ricca e che speriamo di poter vivere al cinema insieme al pubblico”.

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------
------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8