SOTTODICIOTTO FILMFESTIVAL – V EDIZIONE

Torino, 27 novembre – 4 dicembre 2004
Cinema Massimo, Cinema Centrale, Cinema Fratelli Marx

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #9


Riconosciuto come uno dei festival italiani di cinema rivolto ai giovani – ma anche fatto dai ragazzi – fra i più interessanti e qualificati, Sottodiciotto Filmfestival, organizzato dall'Aiace Torino e dalla Città di Torino, giunge alla sua V edizione potendo contare sul successo dei precedenti appuntamenti che hanno fatto registrare grande affluenza di pubblico e una notevole attenzione da parte dei media.  L'idea di Sottodiciotto è semplice e immediata: offrire un momento cinematografico che sia godibile da tutti, dove giovani e adulti possano ritrovare il piacere del confronto culturale e del divertimento.


Tema della Vª edizione di Sottodiciotto Filmfestival è "i sogni e gli ideali dei giovani e dei ragazzi" che, esplorati nelle mille valenze che possono ricoprire, saranno il fil rouge che legherà i diversi appuntamenti del Festival.


Tra le anteprime proposte figurano Un bellissimo Paese (The Beautiful Country), diretto da Hans Petter Moland e interpretato da Damien Nguyen, Nick Nolte, Tim Roth, di cui Sottodiciotto ospita l'anteprima nazionale;  Ladies in Lavender, esordio dietro la macchina da presa dell'attore Charles Dance interpretato da due colonne del cinema britannico, Maggie Smith e Judi Dench e da Daniel Brül, il protagonista di Good Bye Lenin; due opere prime italiane, l'intenso Saimir di Francesco Munzi, incentrato su un giovane albanese,  e il fantasy pieno d'inventiva Il magico Natale di Rupert di Flavio Moretti.


La Targa Città di Torino – Sottodiciotto Filmfestival viene assegnata quest'anno a Bruno Bozzetto, il più grande autore italiano di cinema d'animazione, che sarà ospite del Festival e dialogherà con il pubblico, presentando alcuni corti inediti e la versione restaurata di Allegro non troppo.

--------------------------------------------------------------------
#ArenediRoma2021 – Tutte le arene di cinema della capitale


--------------------------------------------------------------------

La manifestazione ospita per due domeniche (28 novembre e 5 dicembre 2004) una maratona imperdibile dedicata a Zorro, il re delle storie di cappa e spada, che riproporrà una selezione di film fra i quali spicca Il segno di Zorro (The Mark of Zorro) di Fred Niblo, capolavoro intramontabile interpretato da Douglas Fairbanks proposto per l'occasione in versione restaurata con accompagnamento musicale dal vivo, e i primi 4 episodi della storica serie tv prodotta da Walt Disney alla fine degli anni Cinquanta, concessi dalla Buena Vista in concomitanza con l'uscita di un cofanetto dvd per i 45 anni della serie.


Il Festival dedica un tributo a Bob Dylan, l'artista che, forse più di chiunque altro, ha saputo essere il simbolo di una generazione, di una lotta per un mondo diverso portata avanti con versi, musica e poesia e non con le armi. Tra i film presentati un classico "invisibile" da decenni: Pat Garrett e Billy Kid (1973) di Sam Peckinpah. Ospiti: il critico musicale Riccardo Bertoncelli, Paolo Archetti Maestri (Yo Yo Mundi), Franco Fabbri (Stormy Six) e Vincent 'il Dylan delle Vallette'.


In collaborazione con l'Unicef viene organizzato il programma speciale Crescere in guerra: l'innocenza negata, che affronta la condizione disperata dei bambini costretti a vivere quotidianamente in situazioni di belligeranza, attraverso un incontro-dibattito cui parteciperanno Mimmo Càndito (corrispondente di guerra), Gabriella Simoni (inviata di Studio Aperto – Italia 1), Generale Fabio Mini (Ispettore Reclutamento e Forze di Completamento dell'Esercito), Roberto Di Caro (inviato de L'Espresso), Domenico Patania (Unicef), che daranno vita a una riflessione sui diversi aspetti della questione a partire da una serie di documenti predisposti per l'occasione da Gabriella Simoni, dal cameraman della Rai Guido Cravero e da Alberto Cairo, che dirige i Centri Ortopedici della Croce Rossa Internazionale a Kabul.


Nasce quest'anno la collaborazione con le Biblioteche Civiche Torinesi per il percorso Cineletture: una serie di laboratori di lettura curati dalle biblioteche e rivolti alle Scuole Superiori, cui si affiancano proiezioni e incontri con registi e scrittori allestiti insieme alla Fiera del Libro. Quest'anno gli ospiti saranno Giuseppe Culicchia e Davide Ferrario, che incontreranno gli studenti in occasione della proiezione di Tutti giù per terra, e Diego De Silva e i fratelli Andrea e Antonio Frazzi, rispettivamente sceneggiatore e registi di Certi bambini, tratto dall'omonimo romanzo di De Silva.


Sottodiciotto ricorda Louis Malle a quasi dieci anni dalla morte con il programma speciale Cognome e nome: Malle Louis, che ospita un incontro con Gaspard Manesse (toccante interprete di Arrivederci, ragazzi) condotto da Alberto Barbera e Gianni Volpi, seguito dal programma François F. – Una storia del cinema, che propone alcune interviste a Truffaut.


Anche quest'anno si offre la possibilità di vedere film mai distribuiti in Italia, raccolti in una sezione dedicata al tema conduttore della presente edizione: The Flying Classroom (Das Fliegende Klassenzimmer) di Tomy Wigand, Elefantenherz di Züli Aladag, Capricciosa di Reza Bagher, Moi César, 10 ans 1/2, 1m39 di Richard Berry.


Nel programma Registe per il futuro, il Festival punta i propri riflettori sulla giovane cineasta svizzera Anna Luif, della quale presenta l'interessante Little Girl Blue (2003) e i cortometraggi Diebe vol 1-3 e Summertime. La regista, ospite del Festival, incontrerà il pubblico in un incontro esclusivo. A seguire verrà proiettato A Different Way (Hanna med H) della svedese Christina Olofson.


La scorsa edizione del Festival è stato istituito il Premio del pubblico Sottodiciotto Filmfestival – La Stampa TorinoSette al miglior film italiano con protagonisti giovani e ragazzi: un alto numero di votanti di tutte le età ha decretato per quest'anno come pellicola vincitrice Caterina va in città di Paolo Virzì. Ritirerà il premio la giovane protagonista Alice Teghil.


Il pomeriggio di sabato 27 novembre verrà rallegrato dal programma Sogni di cartone, che ospita un'ampia selezione di cortometraggi d'animazione classici realizzati negli anni Trenta, una serie di cortometraggi tedeschi, giapponesi, francesi, belgi, coreani, australiani scelti in esclusiva per Sottodiciotto dal Festival di Clermont-Ferrand.


Due programmi distinti ma complementari festeggiano il cinquantesimo compleanno della televisione italiana: venerdì 3 dicembre il programma I suoi primi cinquant'anni. Cara Rai Carosella rievoca i tempi d'oro in cui i bambini andavano a letto «dopo Carosello», mentre sabato 4 dicembre si svolgerà il seminario La tv dei ragazzi ieri, oggi, domani.


I Fratelli di Soledad saranno i protagonisti del concerto pre Festival che si svolgerà venerdì 26 novembre a Hiroshima Mon Amour, a cui prenderanno parte anche i finalisti di Pagella Rock 2004.


Il Concorso Under18 extrascuola permette infine di assistere alla proiezione dei cortometraggi realizzati dai "registi di domani", ragazzi che non hanno ancora compiuto 18 anni e girano in modo indipendente i propri lavori.


 


Sottodiciotto Filmfestival 2004


 


Regione Piemonte


Provincia di Torino


Città di Torino


 


con il patrocinio del


Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca


Comitato Italiano per l'UNICEF – Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia


 


sotto l'egida del


Torino Film Festival


 


con il contributo di


Compagnia di San Paolo


Fondazione CRT  Cassa di Risparmio di Torino


 


con il sostegno


del Ministero degli Affari Esteri Svizzero


 


con la collaborazione di


Ambasciata di Svezia, ASIFA Italia, Biblioteche Civiche Torinesi, Centre Culturel Français de Turin, CIAS, Festival du Court Métrage Clermont-Ferrand, Fiera Internazionale del Libro Torino, Fondazione Atrium, Fondazione Cineteca Italiana, Goethe-Institut Turin, Istituto Europeo di Design, La Stampa – TorinoSette, Museo Nazionale del Cinema, Ragazzi del 2006, Reale Ambasciata di Norvegia, Screensaver – Rai Tre


 


media partner


RaiSat Ragazzi


 


Sottodiciotto Filmfestival c/o Aiace Torino, Galleria Subalpina 30, 10123 Torino


tel. 011.538962/011 5067525   aiacetorino@iol.it   www.aiacetorino.it


 


Ufficio stampa


Roberta Canevari (tel. 335 6585866 – canevari@libero.it), Ilaria Gai (tel. 338 9230234)


 

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------