Speciale fantascienza su Film Tv

Cover story “stellare”: tra l’annuncio del nuovo capitolo di Star Wars e il gioco lanciato da FilmTv, sarà un’estate (e un numero) all’insegna della fantascienza

 

---------------------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA: OFFERTA PER I LAUREATI DAMS e altri per la SPECIALIZZAZIONE

---------------------------------------------------------------------

Per Serial Graffiti, questa settimana occhi puntati su Justified. Si ritorna alla lotta tra i due volti della legge in salsa western (ma contemporanea) con la serie Tv conclusasi quest’anno negli USA, dopo sei stagioni. La resa dei conti è finalmente giunta per il cowboy dal grilletto facile, il federale Raylan Givens, e il cattivo criminale incallito, Boyd Crowder. Ma per lo spettatore è davvero impossibile scegliere da che parte stare.

 

--------------------------------------------------------------------
I CORSI DI CINEMA AUTUNNALI SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

L’euforia dei fan di Star Wars è alle stelle dopo l’annuncio dell’uscita di Star Wars: Episodio VII – Il risveglio della forza, prevista per la metà di dicembre. Quale occasione migliore per aprire l’album dei ricordi stellari, con un pizzico di nostalgia? Ecco una guida attraverso le alterne fortune della saga di fantascienza più amata della storia del cinema.

 

Fantascienza forever. Mentre si continuano a contare i voti dei lettori per il grande gioco estivo della fantascienza, tocca alla redazione il primo voyage dans la Lune: in questo numero i film sci-fi preferiti delle nostre firme.

 

Classe 1979, il talento per l’animazione di Virgilio Villoresi è ormai conclamato, e non soltanto nella nostra penisola. Per celebrarlo, RaroVideo ha confezionato Fantasmagorie, un dvd che contiene i suoi lavori più importanti, dai cortometraggi ai videoclip, passando per la moda e la televisione. Tra l’omaggio estetico alle avanguardie, con una manifesta predilezione per il surrealismo, e al cinema polacco e cecoslovacco degli anni 50, questo giovane artigiano dell’audiovisivo si racconta a Giulio Sangiorgio in una lunga intervista.

 

Claudio Gubitosi è direttore del Giffoni Film Festival da 45 anni, da quando, cioè, della rassegna si ha memoria. In un’intervista ci racconta perché l’edizione in corso (fino al 26 luglio, con ospiti del calibro di Orlando Bloom, Mark Ruffalo, Tom Felton e Martin Freeman), con tema “Carpe diem”, segna un punto di svolta. Dal nuovo nome all’inaugurazione della Giffoni Multimedia Valley, come cambiano il volto e lo spirito di una delle kermesse di cinema per ragazzi unica nel suo genere.

 

Per la rubrica Scanners. Caccia all’inedito. Tre film indipendenti per una grottesca celebrazione del fascino decadente di una città in sfacelo: Detroit, culla di avanguardie musicali, oggi cimitero di fabbriche e fucina di criminalità. Buzzard di Joel Potrykus, storia di ordinaria alienazione di un impiegato cresciuto a cinema e cibo spazzatura. Lost River, esordio alla regia di Ryan Gosling che racconta la deformazione del sogno americano. Tranformers: The Premake di Kevin B. Lee, documentario che raccoglie e racconta i retroscena di un mondo di uomini comuni al lavoro per gli ingranaggi della grande Hollywood, prodotto durante la lavorazione di Transformers: L’era dell’estinzione.

 

Per la rubrica Leggo. Il nuovo libro di Tatti Sanguineti, Il cervello di Alberto Sordi – Rodolfo Sonego e il suo cinema, edito da Adelphi, sul complesso e profondo rapporto che lega lo sceneggiatore Sonego a Sordi, attraverso i suoi personaggi. Due graphic novel: Il porto proibito di Teresa Radice e Stefano Turconi, racconto di letteratura marinara, e Tamara de Lempicka – Icona dell’art deco di Vanna Vinci, nata in occasione della mostra monografica itinerante sulla pittrice.

 

Telepass anticipa le novità dei palinsesti di La7 per la stagione 2015/2016 e dedica il Serial Minds alla comedy The Mindy Project.

 

La locandina della settimana è Il giorno della civetta. Damiano Damiani rilegge Sciascia, ne viene fuori una versione italianissima del genere giallo, passato attraverso le maglie strette della censura, capostipite del film di denuncia.