"Strafumati", di David Gordon Green

strafumatiDale (Seth Rogen – 40 anni vergine, Tu, io e Dupree, Molto incinta, SuXbad – tre menti sopra il pelo, Zack and Miri Make a Porno) prende la vita per come viene e adora fumare marijuana, in pratica sembra essere la sua attività preferita. Il suo spacciatore di fiducia Saul (James Franco – Spider-Man, The Company, Spider-Man 2, Tristano e Isotta, Giovani aquile, Spider-Man 3, Nella valle di Elah) è sempre "fatto" e ha tra le mani un'erba davvero speciale. Sul mercato è arrivata una nuova potente varietà, chiamata "Pineapple Express", sperimentata sui soldati americani per verificare la sua efficacia. Dale naturalmente non si fa pregare per comprarla. Mentre la sta provando, assiste ad un omicidio compiuto da uno dei signori della droga locale (al quale doveva consegnare un atto giudiziario) e da una poliziotta corrotta, e lascia il mozzicone in giro. Lo spacciatore assassino Ted Jones (Gary Cole – Desperate Housewives, 12 Miles of Bad Road, The West Wing, ) non ha problemi a risalire a lui, visto che la Pineapple Express può venderla soltanto Saul. Fuga tragicomica, che lascia spazio anche all'azione e a una raffinata, quanto impercettibile (re)visione dei generi.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Diretto dal regista e sceneggiatore David Gordon Green (All the Real Girls, Undertow, Snow Angels, mai usciti nelle sale italiane), Strafumati è stato scritto dall’attore Seth Rogen, già autore dei copioni di SuXbad e Drillbit Taylor. Grande successo negli Stati Uniti, confermando i precedenti del produttore Judd Apatow (40 anni vergine, Molto incinta, dei quali è anche il regista, SuXbad – tre menti sopra il pelo, Walk Hard, Non mi scaricare, Fratellastri a 40 anni).

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

strafumatiCon i fratelli Farrelly e lo stesso Judd Apatow, David Gordon Green è probabilmente tra gli autori di commedia sentimental/demenziale più interessanti in circolazione. Nel 2005 stupì a Cannes con Undertow, passato al Marché del festival e purtroppo mai distribuito in Italia. Come nei suoi lavori precedenti, Green sa lavorare sul tempo e sulla sospensione, non cerca la trovata facile e “bestiale”: attraverso un trasfigurazione della realtà, tocca punte di surreale comicità, a volte quasi  astratte. Si avvicina ai suoi corpi con la delicatezza e la sensibilità certamente non tipiche di questo genere cinematografico e tutto rende ancora più vero e sincero il suo sguardo (dis)incatato. Sui temi più scottanti (come l'eutanasia) scarta con estrema destrezza e agilità l'ostacolo, mai dando l'impressione di superficialità, ma mostrando quanto a volte si pretenda di risolvere i problemi della vita senza averne effettivo "sentore". Green orbita, tra cromatismi e stile registico, nel mondo degli anni settanta e della college-comedy anni ottanta, rivisitando tutti i luoghi comuni del genere. In più, segna traiettorie di libera improvvisazione, di spontanea comicità, rifiutando il taglio di scena, perseguendo in ogni momento un riavvolgimento, auspicando per ogni battuta una riscrittura. Ci lascia condividere al tatto la stessa tenera sfacciataggine o ingenuità dei suoi protagonisti, scoprendo divertito l’imbarazzo dell’esistenza superficiale degli esseri umani impigliati in un’idea immobile e immutabile di consapevolezza. 

--------------------------------------------------------------------
I NUOVI CORSI ONLINE LIVE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------
Titolo originale: Pineapple Express
Regia: David Gordon Green
Interpreti: James Franco, Seth Rogen, Amber Heard, Kevin Corrigan, Gary Cole, Rosie Perez, Nora Dunn
Distribuzione: Sony Pictures

Durata: 105'
Origine: USA, 2008