Suburra, la ‘Mafia Capitale’ di Stefano Sollima il 14 ottobre al cinema

Il film del regista della serie Gomorra parla di intrecci politici e criminali. Esce il 14 ottobre con la 01 Distribution. Tra gli attori ci sono Claudio Amendola, Pierfrancesco Favino e Elio Germano.

Dopo gli scandali degli ultimi anni, approdano sul grande schermo le vicende di Mafia Capitale. Suburra, il nuovo film di Stefano Sollima, racconterà in maniera ovviamente cinematografica storie di politica, criminalità, bene e male, in una città complicata com’è Roma.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

Per realizzare il film, Sollima si è avvalso di un cast eccezionale. Claudio Amendola, Pierfrancesco Favino, Alessandro Borghi, Elio Germano, Giulia Elettra Gorietti, Greta Scarano saranno i protagonisti del Water-front, una grande speculazione edilizia, capace di far diventare Ostia come la nuova Las Vegas. Suburra, storicamente, era il quartiere alle spalle del Foro di Traiano, considerato quello più malfamato di Roma e noto per il giro di prostitute e malaffare. Ecco che così diviene simbolo della società romana.

Il regista della serie Gomorra fa un doppio ritorno: quello nell’ambiente romano, già presente nella serie Romanzo Criminale da lui diretta, e quello al cinema (dopo A.C.A.B.). Il film, prodotto da Cattleya e Rai Cinema, uscirà il 14 ottobre distribuito da 01 Distribution, ed anticipa di due giorni la Festa del Cinema di Roma. “E’ un film di genere, che aspira a cercarsi il pubblico in sala” afferma il produttore Riccardo Tozzi, “Non potevamo slittare l’uscita di una settimana a causa poi dell’ingorgo della seconda metà d’ottobre e del ciclone Bond“.

Strategie di uscita a parte, con Suburra la scommessa è quella di ridare massima dignità cinematografica al gangster movie italiano. “Un film di genere dentro il quale pero’ ti prendi la libertà di dare uno scenario realistico”, dice Sollima, ”un film sulla decadenza di Roma, quell’intreccio di poteri collusi che divorano la città nelle fondamenta e alla fine nessuno sarà più innocente”. (a.p.)

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------
------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8