SUDAFRICA 2010 – Pelada. L'altro calcio

PELADA (2010) documentario di Luke Boughen,Rebekah Fergusson,Gwendolyn Oxenham, Ryan White
Due giocatori. 25 paesi. Un solo gioco, dalle carceri boliviane ai grattacieli di Tokyo. Parliamo di Pelada, documentario sul "calcio di strada" che durante questi Mondiali viene distribuito con la formula on demand e in DVD

-----------------------------------------------------------
UNICINEMA LAST MINUTE! – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ. APERTE ANCORA LE ISCRIZIONI PER IL 2023!


-----------------------------------------------------------

Pelada (2010) – il trailer. Un documentario di Luke Boughen, Rebekah Fergusson, Gwendolyn Oxenham, Ryan White

----------------------------
SENTIERISELVAGGI21ST N.12 – COVER STORY: TOM CRUISE, THE LAST MOVIE STAR

----------------------------

--------------------------------------------------------------
DARIO ARGENTO – L’AMORE E IL TERRORE, A CURA DI GIACOMO CALZONI

--------------------------------------------------------------

 NEW Pelada Trailer from Rebekah Fergusson on Vimeo.

Due giocatori. 25 paesi. Un solo gioco, dalle carceri boliviane ai grattacieli di TokPELADA (2010) documentario di Luke Boughen,Rebekah Fergusson,Gwendolyn Oxenham, Ryan Whiteyo. Parliamo di Pelada, documentario sul "calcio di strada" che durante questi Mondiali viene distribuito con la formula on demand e in DVD.

Pelada (il termine brasiliano per calcio di strada, ridotto ai suoi elementi base: un pallone e la voglia di giocare) esplora un'altra faccia del calcio, lontana da campi curati, luci sfavillanti e stadi gremiti, fatta di partite improvvisate, cemento e vicoli, dalla Cina a Trinidad, dall'Iran al Perù, dalla Bolivia al Giappone, dall'Uruguay al Kenya.

I giovani autori Rebekah Fergusson e Ryan White hanno seguito armati di videocamere digitali i coautori Luke Boughen e Gwendolyn Oxenham, ex stelle di un college del North Carolina, in un viaggio attraverso il mondo alla ricerca della vera essenza della passione per il calcio, che comprende una partita tra arabi ed ebrei che è uno dei momenti più interessanti del film per la componente politica che si intreccia a quella della pura competizione sportiva.

Una visione che piacerebbe a John Demme, che al Napoli Film Festival ha raccontato a Sentieri Selvaggi il suo personale concetto di calcio (video).

"Abbiamo giocato su una pista di skateboard nella favela Rocinha, nelle vigne di Mendoza e nel carcere di San Pedro a La Paz. Tra i nostri compagni di squadra, cowboy gaucho, donne andine che giocano vestite con lunghe gonne, settantenni. Anche se abbiamo mangiato ostriche a bordo strada e abbiamo preso autobus a due piani con finestre rotte durante violenti temporali, stiamo bene".

 

Il sito ufficiale di Pelada

Lo speciale Cinema/Mondiali di Sentieri Selvaggi: SUDAFRICA 2010

 

 

 

--------------------------------------------------------------
LAST MINUTE SCUOLA TRIENNALE 2022-23

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative