Sudestival 2022 – Il programma

Il programma del Sudestival di Monopoli dal 25 febbraio al 20 Marzo

--------------------------------------------------------------
INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA POSTPRODUZIONE, CORSO ONLINE DAL 17 GIUGNO

--------------------------------------------------------------

È tutto pronto per l’inizio del Sudestival, manifestazione di rilievo sulla cinematografia italiana e “grande schermo” per esordi registici che, rigorosamente in presenza, dal 1999 viene ospitato dalla cittadina di Monopoli.

--------------------------------------------------------------
OPEN DAY SCUOLA SENTIERI SELVAGGI, IN PRESENZA/ONLINE IL 7 GIUGNO!

--------------------------------------------------------------

“Il festival che dura un inverno”, come recita lo slogan della manifestazione, avrà come data di inizio il prossimo 25 febbraio e proseguirà quasi per un mese fino al prossimo 20 marzo, ritrovando, dopo un anno, il suo periodo naturale di svolgimento.

La conferenza stampa di apertura del festival, moderata dal critico cinematografico Mauro Gervasini, ha rimarcato il taglio particolare della manifestazione. Dal punto di vista organizzativo si tratta di un “festival diffuso” su più weekend e diviso in 4 sezioni: lungometraggi, cortometraggi, documentari, un’importante retrospettiva dedicata a Nino Manfredi e un ricco programma di Masterclass. Il focus è il cinema italiano, o meglio, il futuro del cinema italiano. Tanti sono i celebri esordi di cui il Sudestival si può vantare: da Giorgio Diritti, passando per Paolo Sorrentino, fino ad arrivare al compianto Libero de Rienzo.

----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

Come ha ribadito durante la conferenza il direttore artistico del festival Michele Suma: “Una manifestazione di questo tipo è innanzitutto un’occasione di conoscenza che spinge alla condivisione della Liturgia collettiva della sala, che coinvolge e forma anche il pubblico più giovane.”

In questo senso, il Sudestival può vantare di una giuria aggiuntiva di circa 400 studenti, che svolgono un ruolo attivo all’interno del festival, intervistando anche ospiti e autori, in uno scambio reciproco continuo.

Un programma estremamente ricco con 15 giorni di festival, 39 proiezioni, 5 sezioni, 7 premi e 34 ospiti che si apre con la proiezione di Ghiaccio, film co-diretto dal cantante Fabrizio Moro (all’esordio dietro la macchina da presa) e Alessio De Leonardis.

Suma si è poi soffermato sui lungometraggi di grande spessore in gara, tra cui Il legionario, di Hieb Papou (lungometraggio di apertura della sezione) ma anche Una femmina, di Francesco Costabile o Regina, di Alessandro Grande fino a L’amore non si sa di Marcello Di Noto che chiuderà il programma delle proiezioni.

Grande spazio sarà riservato ai documentari che avranno il compito di fotografare la realtà che ci circonda. Apre le danze Let’s kiss – Franco Grillini. Storia di una rivoluzione gentile di Filippo Vendemmiati a cui si aggiunge Ndoto ya Samira – il sogno di Samira di Nino Tropiano, passando per l’emozionante doc sulla spedizione italiana in Africa durante la Seconda guerra mondiale Quota 141 di Pietro Pipoli per poi chiudere con Il tempo rimasto di Daniele Gaglianone.

Presente anche una nutrita schiera di interessanti cortometraggi, tra cui L’uomo del mercato di Paola Cireddu, L’ultima habanera di Carlo Licheri e Dream di Davide Vigore.

Fiore all’occhiello di questa edizione del Sudestival è il ricchissimo programma riservato alle Masterclass.

Saranno ospiti Marco Spoletini (montatore di Pinocchio che dedicherà l’incontro al suo lavoro nel nuovo film di Alessandro Gassmann Il Silenzio Grande), Marino Guarnieri (regista, animatore e illustratore) Salvatore de Mola (sceneggiatore, tra le altre, della serie tv Montalbano) e Claudio Cupellini (regista e sceneggiatore italiano che terrà una masterclass sulla passione e l’amore nel costruire una storia a partire dal suo ultimo film La terra dei figli).

Ultima sezione del programma, è la retrospettiva dedicata a Nino Manfredi e che avrà come ospite d’eccezione il figlio e regista Luca Manfredi. La retrospettiva partirà con la prima regia di Nino Manfredi, Le avventure di un soldato, fino ad arrivare a film emblematici della carriera registica e attoriale di Manfredi come Per grazia ricevuta (film palma d’oro a Cannes), Brutti, sporchi e cattivi  di Ettore Scola, Girolimoni – Il mostro di Roma di Damiano Damiani e Grazie di Tutto (film che vede la collaborazione tra Nino e il figlio Luca).

Alla manifestazione si aggiungono anche l’omaggio musicale a Franco Battiato con la proiezione del film PerdutoAmor con la regia del musicista a cui seguirà l’omaggio a Gianni Lenoci con la proiezione in anteprima assoluta in Italia In Situ, il documentario di Chryssa Tzelepi e Akis Kersanidis.

Oltre al tradizionale premio della Giuria Cinema Nazionale – Faro d’autore della città di Monopoli, saranno assegnati anche il Premio Giuria Giovani, il Premio Giuria Pubblico, il Premio Sudestival  DOC al miglior documentario, il Premio “Gianni Lenoci” alla Miglior Colonna Sonora, il Premio Apulia Film Commission “Carlo Delle Piane” alla miglior Sceneggiatura e, infine, il prestigioso Premio alla carriera al maestro dell’illustrazione italiana Renato Casago.

Qui è possibile consultare il programma completo della manifestazione

--------------------------------------------------------------
#SENTIERISELVAGGI21ST N.17: Cover Story THE BEAR

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative