Sword Art Online Progressive – The Movie. Scherzo of Deep Night, di Ayako Kōno

Funziona per chi è abituato alle logiche dell’anime, ma risulta inaccessibile agli occhi dei neofiti. E malgrado qualche passo falso, offre una lucida visione sui rapporti tra animazione e videoludico

-----------------------------------------------------------
UNICINEMA LAST MINUTE! – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ. APERTE ANCORA LE ISCRIZIONI PER IL 2023!


-----------------------------------------------------------

Game over nella realtà virtuale del gioco, corrisponde a morte certa nella vita reale. È questa la premessa su cui si struttura la saga più celebre di Sword Art Online, che fa della compenetrazione con il mondo videoludico, l’incipit di ogni suo disegno espressivo. Tra quest, livellamenti e battaglie all’ultimo sangue, in cui il corpo-pixel è esaltato a mezzo unico di connessione/adesione alla natura infografica di ambienti digitali, è ormai evidente la volontà del prodotto in questione di dissolvere – o quanto meno, di rendere più sfocate – le barriere tra orizzonti mediali diversi. Di porsi, ovvero, come la controparte animata di quello che il Ready Player One spielberghiano è stato per il cinema live-action. Solamente che in questo Sword Art Online Progressive – The Movie. Scherzo of Deep Night una volta indossato il visore, non si può più tornare indietro. Perché le estensioni virtuali del reale si sono finalmente fatte realtà.

----------------------------
SENTIERISELVAGGI21ST N.12 – COVER STORY: TOM CRUISE, THE LAST MOVIE STAR

----------------------------

Partendo allora dai personaggi e dalle figurazioni dell’anime originale (e delle light novel su cui è basata la storia), questo secondo film-prequel non ha alcuna intenzione di trascendere le regole dei prodotti che lo hanno preceduto. E lo rende esplicito già a partire dal suo intreccio: come nel primissimo arco narrativo della serie, ci troviamo nuovamente ad Aincrad, un videogioco VRMMORPG dove la realtà virtuale del multiplayer si fonde con la profondità esplorativa dei giochi di ruolo. Asuna e Kirito sono ancora lontani dal “terminare” l’avventura, e si godono gli ultimi giorni di pausa prima di affrontare il “boss” del quinto livello. Una premessa che potrebbe inserirsi agevolmente nei primi episodi della serie animata, ma che Sword Art Online Progressive – The Movie. Scherzo of Deep Night racconta da una prospettiva diversa, quasi sovversiva nel modo in cui riposiziona le logiche di fondo. Alla pari del precedente Aria of a Starless Night (2021) è infatti Asuna, e non più Kirito, a farsi portavoce del racconto, spostando così i filoni della (stessa) storia verso una cornice dal sapore perlopiù inedito. In cui l’istinto all’autonomia lo si trova paradossalmente nella comunanza – e non nella disuguaglianza – del paradigma iniziale.

--------------------------------------------------------------
SENTIERI SELVAGGI BLACK FRIDAY

--------------------------------------------------------------

In questo senso, le tensioni che attraversano il film non sono troppo diverse da quelle dell’ultimo Evangelion. In quanto reboot di un’intera saga Sword Art Online Progressive – The Movie. Scherzo of Deep Night deve necessariamente appellarsi alle logiche dell’anime originario, senza trascendere le derive “femminee” del filone prequel. Una dualità di cui il film sente spesso il peso, ma sulla quale sedimenta ogni suo sforzo. Fallimentare o riuscito che sia. Ed è forse là dove tutto è cominciato che Sword Art Online riafferma il suo percorso di emancipazione dal protagonismo maschile. Nella risoluzione di quel rapporto d’amicizia da cui, non a caso, ha origine la traiettoria di maturazione della protagonista. “Non resti più sulla difensiva!” le urla sorpresa la sua amica e mentore Mito, ricordando i tempi in cui la batteva a Tekken. Rispetto ad allora, non c’è più spazio per l’innocenza. Dalla spensieratezza del gioco si è passati alle feroci battaglie della realtà. E Asuna ha tutta l’intenzione di affrontarla.

Titolo originale: id.
Regia: Ayako Kōno
Voci: Yoshitsugu Matsuoka, Haruka Tomatsu, Inori Minase, Shiori Izawa, Hiroki Yasumoto, Tomokazu Seki, Kaede Hondo, Shinya Takahashi
Distribuzione: Nexo Digital, Dynit
Durata: 98′
Origine: Giappone, 2022

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
3
Sending
Il voto dei lettori
4.5 (2 voti)
--------------------------------------------------------------
LAST MINUTE SCUOLA TRIENNALE 2022-23

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative



    Rispondi