Terror Take Away, di Alberto Bogo

Terror Take Away è uno di quei film che gli amanti del genere potrebbero tranquillamente collezionare adorandolo come piccolo cult movie.
C’è da fare un passo indietro però. Perché dopo Extreme Jukebox, il secondo impegno registico di Alberto Bogo continua sulla falsa riga del pastiche, così stoppando sul nascere ogni possibile etichettatura che rimandi Terror Take Away a generi canonicamente intesi.
Ma visto che il il primo lungometraggio aveva avuto buona risonanza Oltreoceano, stavolta perché non proporre una slasher-comedy che abbia come oggetto principale un’italianissima pizza?

Una storia che racconti di imprenditori spregiudicati, di logiche da talent show, ma anche di donne libidinose ed inquietanti fattorini pronti ad uccidere se non gli si lascia la mancia.
Ciò che Bogo riesce a sfornare è un lavoro che per quanto altalenante dimostra di saper rievocare atmosfere che potrebbero essere definite quasi da  “pulp all’italiana”, grazie ad un brillante uso della fotografia e a trovate scenografiche che – in linea con la miglior tradizione horror da Argento a Bava – dà più importanza all’effetto stilistico che alla sceneggiatura di ferro (fatto questo che viene confermato anche dal sottotesto sexy che strizza l’occhio a Margheriti).

Vien da se quindi che il lato splatter ha ben presto la meglio su tutte le sfumature comiche che il film aveva in animo di proporre. Terror Take Away traballa infatti nell’intento comico almeno tanto quanto riesce nella rappresentazione dell’orrore. Ma nonostante molte battute abbiano poco mordente, resta comunque apprezzabile l’idea di dare degli input sociologici ad un genere – l’horror – che spesso negli ultimi tempi rimane acritico nei confronti della società, limitandosi ad indagare nelle perversioni del singolo senza mai allargarsi al collettivo. Terror Take Away
Alberto Bogo risponde presente a questo passaggio e di ciò glie ne va dato atto. Perché Terror Take Away resta innanzi tutto un esempio di coraggio, di sperimentazione per andare oltre i canoni classici narrativi, ma anche oltre quelli produttivi e distributivi.
Coraggio che passa anche attraverso i criteri di accesso del film nelle sale, che sarà disponibile ad Halloween tramite la piattaforma on demand Movieday.

 

Regia: Alberto Bogo
Interpreti: Roberto Serpi, Fabrizio Zanello, Fiorenza Pieri, Alessia Sala
Distribuzione: Movieday
Durata: 87′
Origine: Italia, 2018